Category Archives: Speciali

Il viaggio degli Isolati Fenomeni in un’intervista tra un live e mille progetti

di Manuela Ragucci

intervitaPiù che musicisti sono Asteroidi, per citare  il nome del loro ultimo album che rispecchia la loro iperattività. Loro sono gli Isolati Fenomeni che, tra un live, un festival e ospitate ed interviste, non riescono a stare mai fermi. Reduci dal successo del loro ultimo singolo   Maladie che vanta  un riuscitissimo videoclip, gli Isolati Fenomeni si sono fermati a raccontarsi, felici della recente partecipazione al Fiat Music Studio in cui Red Ronnie scova talenti, viaggiando in lungo e in largo per lo stivale, ed emozionatissimi per la partecipazione al concerto del Primo Maggio dei  Castelli. Continua a leggere

Intervista a Paolo Mazzucchelli al Disco Days per “I vestiti della Musica”

Una vera e autentica sorpresa della XVIII Edizione di Disco Days Paolo Mazzucchelli, autore del progetto” I vestiti della Musica”. Abbiamo avuto modo di intervistarlo per poterci far raccontare cos’è il progetto stesso.

  • Oggi sei stato una delle “rivelazioni” della XVIII Edizione di Disco Days. Il pubblico letteralmente entusiasta. Raccontaci cos’è questo progetto e chi è Paolo Mazzucchelli 

È un progetto che mi sono trovato tra le mani come appassionato di musica vedendo quanto piaceva a me “perdermi “nelle copertine dei dischi. Ho trovato che mi piaceva condividerlo. Infatti quando mi definiscono “collezionista” faccio fatica a ritrovarmi in tale definizione perché i collezionisti sono gelosi delle proprie collezioni e se mostrano lo fanno per un discorso anche di “giusto esibizionismo”. A me invece piace l’idea di condividere le mie conoscenze anche perché ogni volta che io condivido imparo allo stesso momento dalla persona che ho di fronte perché è uno scambio. Questa mia passione ormai la sto condividendo da un po di anni, girando l’Italia, anche se per me è difficile dare a questo progetto una definizione precisa. In realtà non è nato con l’idea di farlo diventare una presentazione per il pubblico. Verso i 14 anni ho iniziato a comprare dischi ed a conservarli e non ho mai smesso negli anni. Poi c’è stato un giorno, quando avevo una mia indipendenza economica, ho trovato un negozio tutta la discografica dei Beatles, me la sono comprata tutta, l’ho portata a casa e ho messo tutte le copertine sul divano. Lì mi sono accorto che c’era un’evoluzione progressiva sulla scelta delle immagini e tutto il resto della quale non mi ero mai accorto prima acquistando i singoli album e li mi sono accorto come quei ragazzini (sta parlando del primo disco dei Beatles ndr) imberbi sulle scale della loro casa discografica , passano ad una foto artistica sulla copertina del secondo album, e poi in un mondo di fiori sul successivo, per poter poi decidere di fare una foto attraversando una strada (la famosa immagine di Abbey Road) oppure una NON copertina utilizzando una copertina completamente bianca. Questo mi ha affascinato talmente tanto che ho capito che grazie alle copertine dei dischi si potevano raccontare delle storie decisamente interessanti. E così mi sono ritrovato a “costruire” il mio spettacolo che sto portando in giro e mi sta dando tantissime soddisfazioni. Continua a leggere

Disco Days XVIII edizione: quando la Musica diventa passione e vita

Quando la Musica diventa non solo passione ma anche una vera e propria ragione di vita si ha la fortuna di assistere a dei veri miracoli. Uno di questi è la sinergia che ci si ritrova a vivere in quello che è diventato ormai un vero appuntamento fisso per i collezionisti, per gli amatori e gli appassionati del vinile e della MUSICA in generale che è diventato in questi anni DISCODAYS, e quest’edizione (la XVIII) organizzata come sempre dalla Iuppiter Eventi di Nicola Iuppariello e Vincenzo Russo della Veragency, con il patrocinio del Comune di Napoli e diversi sponsor come 3D Audio e media partner come Radio Marte (Gigio Rosa come sempre bravissimo presentatore) e il lavoro incessante di Giulio Di Donna per quanto riguarda la comunicazione, lo ha dimostrato ancora di più. Ormai senza ombra di dubbio è diventata la fiera più importante della città di Napoli che ha risposto con grande entusiasmo e grande partecipazione all’evento stesso. Intere generazioni hanno partecipato con molta attenzione sia alla presentazione delle mostre, dei live e dei nuovi progetti musicali che sono stati proposti che alla ricerca del vinile dei propri desideri, quello che magari ti ricorda un momento particolare della propria vita o dei propri interessi musicali. Grazie agli 80 espositori di quest’anno, la fiera, come sempre, ha attirato anche tantissimi giovani che stanno imparando a “gustare” la musica attraverso il vinile e non solo tramite i files MP3 acquistati on line sui vari siti specializzati.

Come sempre un programma ricchissimo, fatto di presentazione dei nuovi vinili, mostre fotografiche, live, workshop e presentazione di libri e progetti inerenti la musica davvero straordinari, oltre che la premiazione di una delle firme più autorevoli nel campo della fotografia Augusto De Luca. Continua a leggere

Intervista a Luca Aquino: musica e cultura nel mondo

Conosciuto al concerto tenutosi a Napoli per la rassegna Napoli Jazz Winter 2017, abbiamo avuto modo di approfondire la  conoscenza di Luca Aquino, sia come Musicista di grande talento che uomo di  rara e profonda sensibilità. Di seguito l’intervista che ci ha rilasciato pochi giorni fa.

  • Parliamo subito di questo progetto che hai presentato a Napoli Jazz Winter 2017 “aQustico”. Quando nasce e quali sono gli elementi che lo caratterizzano e qual è il messaggio per il pubblico?

“aQustico” nasce tre anni fa. Dopo alcune registrazioni realizzate con l’ausilio dell’elettronica, avvertii l’esigenza di tornare di confrontarmi col suono nudo dei miei strumenti ed ebbi la fortuna di incontrare il fisarmonicista Carmine Ioanna.

  • In ”aQustico” sembrano coesistere tutte le esperienze che hai vissuto sin da tuo esordio: dal jazz, all’amore per le atmosfere nordiche e quelle balcaniche, dalla melodia mediterranea al progressive e alla sperimentazione. La tua musica è tutto questo o c’è molto di più di questi elementi?

Non saprei, è difficile definire la musica degli altri, ancor di più la propria. So solo che non amo i paletti e le etichette, quindi suono ciò che sento. Continua a leggere

Miserere : la Passione di Cristo è donna

di Annamaria Imparato

Ieri sera alla Domus Ars (via Santa Chiara 10/c Napoli) un’emozionante serata di musica curata da Carlo Faiello direttore artistico dell’associazione Il Canto di Virgilio.

Cantare la PassioneLiturgia Popolare della Settimana Santa “ il titolo della kermesse musicale con voci tutte al femminile a partire dalla partecipazione speciale di Lina Sastri nel ruolo di Maria coadiuvata da tre splendide voci principali: Antonella Morea, Brunella Selo e Emanuela Loffredo .

A completare il cast le giovani voci del Dipartimento di Musica Popolare _R.Goitre – Vallo della Lucania ed i musicisti del Quartetto Santa Chiara.

Una passione fatta di monologhi, liturgie tradizionali e canzoni contemporanee di Carlo Faiello perfettamente integrate nel contesto religioso che vede le donne protagoniste perché come dice Lina Sastri – Maria: “Sotto la croce rimasero solo le donne”.

Uno spettacolo che potrebbe farsi precursore di una delle più grandi sfide della Chiesa moderna, la possibilità di aprire il sacerdozio alle donne come auspicato da Papa Francesco.

Intanto anche stasera alla Domus Ars alle ore 21 ci sarà la possibilità di gustarsi lo spettacolo della Passione di Cristo, ottimo preludio alla Settimana Santa.

Buona visione a tutti e come dice una delle canzoni principali: “Miettece ‘e mane” !

 

La NTJO e Greta Panettieri all’Auditorium di Roma: recensione concerto e intervista a Mario Corvini

di Annamaria De Crescenzo

Un viaggio nella musica e nelle emozioni del repertorio jazzistico americano e brasiliano dei grandi compositori e voci indimenticabili di tali generi musicali”.

Questo in sintesi il tema del concerto tenutosi il 22 marzo all’Auditorium di Roma della New Talents Jazz Orchestra con un’ospite speciale Greta Panettieri, secondo appuntamento della  Rassegna “Incontri in jazz”, cinque appuntamenti con la musica di altissimo livello che si terrà all’Auditorium dal 1 marzo al 28 maggio e che vedrà avvicendarsi su tale palco grandissimi nomi come Roberto Gatto, Claudio Corvini, Enrico Pieranunzi e giovani solisti italiani con un omaggio a Miles Davis e a Massimo Urbani. Continua a leggere

Insieme per ASITOI: 11 aprile concerto del Yamanaka Electric Femal Trio al Conservatorio Cimarosa di Avellino

Questa città ha bisogno di rinascere, e quindi che questo concerto sia l’inizio di una nuova agorà per Avellino”.

Con queste parole il Presidente del Conservatorio Cimarosa Luca Cipriano ha salutato il pubblico che è intervenuto alla conferenza stampa organizzata per l’evento, fortemente voluto dall’Associazione ISenzatempo e organizzato insieme allo stesso Conservatorio in favore di ASITOI Associazione Italiana Osteogenesi Imperfetta, che si occupa dal 1984 di fornire sostegno agli ammalati ed alle famiglie e si batte per lo sviluppo della terapia genica e sul supporto psicologico.

L’11 Marzo il Conservatorio Cimarosa ospiterà un importantissimo concerto del Yamanaka Electric Femal Trio in esclusiva per la Campania, in tour in Italia (Perugia, Fano, Lecce Roma Milano ) e all’estero (tre date all’esclusivo jazz club di Londra Ronnie Scott, poi Boston, New York, Philadelphia, Washington, Saint Louis). La formazione è guidata dalla strepitosa pianista giapponese Chihiro Yamanaka,stella della Blue Note Records al piano e al Fender Rhodes, ed è completata da un’eccezionale ritmica femminile: Inga Eichler, al basso elettrico e al contrabbasso, e Karen Teperberg alla batteria. Continua a leggere

In esclusiva sul canale YouTube di iCompany “50 ANNI SENZA LUIGI TENCO”

In esclusiva sul canale YouTube di iCompany

“50 ANNI SENZA LUIGI TENCO”
Versione integrale

http://bit.ly/50annisenzaLuigiTenco

Continua a leggere

Serena Autieri in “Diana & Ladi D. al Teatro Augusteo: conferenza stampa

serenaUno spettacolo che mi sta molto a cuore, un lavoro intenso, sul quale lavoriamo da due anni, di grande precisione e attenzione e tutto questo grazie alla sensibilità di Vincenzo Incenzo che ha messo su una grande squadra artistica e tecnica di grandissimo valore con la quale è riuscito a creare un capolavoro teatrale e musicale di grande emozione”.

Con queste parole, Serena Autieri, dopo aver ringraziato la famiglia Caccavale del Teatro Augusteo presente alla conferenza per lo splendido lavoro che sta facendo grazie all’ottima programmazione teatrale che ogni anno presenta degli spettacoli che poi si rivelano dei grandissimi successi di pubblico e di critica, e aver riconosciuto in questo Teatro come la sua seconda casa, dopo il Sistina, avendola ospitata già 13 anni fa con “Vacanze Romane” ha salutato tutto il numerosissimo gruppo di giornalisti, redattori e fotografi intervenuti nel salone del Teatro stesso stamattina giovedì 2 marzo. Continua a leggere

Recent Entries »