TETRO SUMMARTE presenta “Callas D’Incanto” con DEBORA CAPRIOGLIO

Somma Vesuviana (NA) – Domani, venerdì 27 e sabato 28 ottobre alle ore 21,00, avrà inizio la nuova stagione del Teatro Summarte (via Roma, 15, Somma Vesuviana, prov. Napoli). A salire sul palcoscenico sarà Debora Caprioglio nel recital  “Callas d’incanto”. Lo spettacolo, scritto e diretto da Roberto D’Alessandro, racconta la storia di Bruna, fedele governante di Maria Callas al suo servizio dal 1953 al 1977.

Bruna è stata l’ombra della Callas e, come una Vestale, ne custodisce la memoria, i ricordi, l’idea di una donna che ha rappresentato tutta la sua esistenza. È la semplicità, la quotidianità, quella contingenza davanti alla quale non è possibile valutare il genio, del quale tuttavia si avverte la statura, del quale si venera l’immensità di pensiero, la vastità delle imprese. Al centro del racconto la vita della Callas raccontata con gli occhi di Bruna, occhi innamorati, fervidi e passionali. L’attenzione si sofferma maggiormente sul tormento della sua anima che su altro. Bruna durante tutto lo spettacolo attende il ritorno della sua Madame.L’aspetterà per sempre, perché si sente come la tessera di un puzzle che completa un mosaico. Alla fine il desiderio di vedere entrare Maria Callas si fa irresistibile: “Madame – cioè la signora Callas – non c’è, sta per arrivare”. La divina non può entrare. Il suo corpo non è più tra noi anche se lei è ancora in mezzo a noi come un idea, una legenda, un mito.. per una serata d’incanto.

Continua a leggere

Summarte, via al teatro amatoriale con “Quando avevo solo vent’anni”- Sabato 14 e domenica 15 Ottobre 2017

Somma Vesuviana (NA) – Sabato 14 e domenica 15 ottobre, andrà in scena al Teatro Summarte (via Roma, 15, Somma Vesuviana), la commedia dal titolo “Quando avevo solo vent’anni”, per la regia di Francesco Ragosta. Il testo e le musiche inedite, sono state scritte e prodotte dagli attori e dai musicisti dell’associazione “Post-it 33”.

“Quando avevo solo vent’anni” è la storia di un giovane appena diplomato, che si trova di fronte a un bivio: inseguire il sogno della sua vita o dare ascolto alla propria famiglia?
Ne verrà fuori una profonda crisi, che lo porterà a scontrarsi con i differenti pareri di famiglia, amici e fidanzata. Lo scopo è quello di esaminare il mondo giovanile in rapporto al monito genitoriale, ma anche e soprattutto, analizzare il momento in cui ogni individuo realizza di doversi responsabilizzare nei confronti della vita. La decisione sofferta del protagonista, arriverà alla fine di un forte percorso emotivo, tale da creare con il pubblico presente in sala l’empatia giusta per permettere allo spettatore di “vestire” i panni del personaggio, immedesimandosi in esso.

Nel cast presenti: Marco Allegretti, Giorgia Lunghi, Francesco Ragosta, Salvatore Riggi, Mariano Viggiano e con la partecipazione di Sonia Remorini.

L’associazione culturale “Post-it 33” nasce a Roma nel 2017, dal sogno di un gruppo di giovani studenti dell’Accademia Internazionale di Teatro, che operano da anni nel settore dello spettacolo. Post-it 33 porta in scena spettacoli esclusivamente inediti e adatti ad un pubblico di tutte le età e ha come scopo principale diffondere la cultura teatrale. Svolgendo attività culturali maggiormente in Lazio, Campania, Toscana, Puglia e Sicilia, Post-it 33 opera con teatri, scuole, rassegne, eventi e con chiunque abbia interesse nel diffondere la cultura del teatro.

Lo spettacolo “Quando avevo solo vent’anni” apre una serie di appuntamenti che il Summarte organizza nell’ambito della propria rassegna di teatro amatoriale, in attesa che si apra la nuova stagione il 27 e il 28 ottobre con il recital di Debora Caprioglio in “Callas come d’incanto”.

 

Ufficio Stampa Teatro Summarte
Responsabile Sonia Sodano
soniasodano@live.it
tel. 3925778126

 

Tango, due giorni di danza al teatro Summarte

 

napoli tangoLe movenze eleganti del tango incontrano l’arte del teatro. Al Summarte di Somma Vesuviana (via Roma, 15 – botteghino 081 362 9579), arriva una due giorni dedicata alle lezioni gratuite. Il 18 ed il 25 settembre lasciatevi trascinare dal ritmo della danza più passionale di sempre. I corsi di tango inizieranno ufficialmente ad ottobre a cura del M° Donato Cuocolo e della M° Daniela Moretto dell’associazione Napoli Tango, ma allo scopo di sperimentare e muovere i primi passi, la direzione del Summarte offre questa prova gratuita.

Le iscrizioni previste da ottobre, porteranno ad un corso con lezioni ogni lunedì alle 21.15, in cui danzare sulle note del tango argentino, tango vals, milonga, tango escenario con classi di tecnica maschile e femminile.

Intanto, continua la campagna abbonamenti del teatro di via Roma, che per la stagione teatrale 2017-2018 ha pensato anche ad un servizio di baby parking per tutti gli abbonati a cura dell’agenzia di animazione PAF.

La stagione teatrale avrà inizio con il recital di Deborah Caprioglio “Callas d’incanto”, il 27 e 28 ottobre per la regia di Roberto D’Alessandro.

Gli Altri appuntamenti sono: novembre Serena Autieri in “La Sciantosa”; dicembre il tenore Vincenzo Costanzo with Elio Coppola Quartet in “Costa Band”  e nello stesso mese Alfredo di Martino in “Accordion Project Jazz Tango”; gennaio Gino Rivieccio, Sandra Milo, Fanny Cadeo e Marina Suma in “Mamma… ieri mi sposo, Twixt”; febbraio Lucio Pierri, Ernesto Lama, Yuliya Mayarchuk e Davide Marotta con “TFR – Trattamento di fine rapporto”; marzo Peppe Iodice in “Ieri, Iodice e Domani”, aprile Maria Nazionale, Carlo Buccirosso, in  “Il Pomo della discordia” con le musiche di Sal Da Vinci; maggio Valentina Stella con  “Nannì”.

foto spectra maestri tango

Ufficio Stampa
Sonia Sodano
soniasodano@live.it

Petra Magoni e Ferruccio Spinetti “Musica Nuda” in “Leggera” al Teatro Politeama di Napoli

Un concerto raffinato ed esclusivo quello di Petra Magoni e Ferruccio Spinetti che in duo prendono il nome di “Musica Nuda” al teatro Politeama di Napoli giovedì 16 marzo, tappa di un tour iniziato il 3 marzo a Botticini (BS) e che li porterà nei prossimi mesi in giro non solo nei maggiori Teatri italiani ma anche in Francia e negli Stati Uniti, per presentare il loro ultimo album “Leggera” pubblicato dalla Warner il 27 gennaio scorso. Per la prima volta un album tutto in italiano che non è solo la celebrazione di un sodalizio artistico più che decennale (ormai sono 14 anni che portano in giro per il mondo il progetto Musica Nuda) ma anche il risultato, riuscitissimo, di tante collaborazioni con musicisti di altissimo livello che hanno collaborato con loro alla stesura del disco stesso.

Nato come un duo di cover di canzoni famose o rivisitazioni di brani non conosciutissimi di autori importanti in chiave sempre molto particolare, sono riusciti a ritagliarsi uno spazio  importante , in tutto il mondo, nella musica di altissimo livello solo con voce e contrabbasso componendo e scegliendo per i propri album (10 ad oggi) canzoni inedite di grande successo e arrivando a questo ultimo Album che rende omaggio, appunto, alla musica leggera italiana che, come hanno spiegato loro stessi durante il concerto “non è da intendersi nel significato negativo che spesso si attribuisce al termine “musica leggera” paragonato a canzonette, a musica di serie B ma che trovano invece le proprie radici nella musica degli anni ’60 come quella di Tenco, De Gregori, Conte, quella in cui il testo ha la stessa importanza della musica.” Continua a leggere

Vincenzo Costanzo in “Omaggio a Modugno” al Teatro Summarte

di Annamaria De Crescenzo

Spesso mi chiedono come faccio a correre in lungo e in largo per il mondo, arrivare a Tokio per ripartire per Los Angeles dopo pochi giorni, per rientrare in Italia e ripartire dopo poco per un’altra città Europea e così via. La mia risposta? Forse perché sono figlio del Vesuvio, sono parte di questa terra e questa terra è parte di me, è la Natura di questa terra, la forza della lava che mi dà la forza per poter andare avanti e raggiungere gli obiettivi che mi sono posto per la mia carriera e per la mia vita”.

Con queste parole, Vincenzo Costanzo, tenore giovanissimo ma con uno straordinario talento, ha esordito, nella breve intervista fattagli da Sonia Sodano sul palco del Teatro Summarte durante il concerto di venerdì 10 marzo dedicato alle canzoni di Domenico Modugno rivisitate tra lirica e jazz, con l’aiuto di altri quattro musicisti jazzisti di grandissimo livello come Elio Coppola alla batteria, Antonio Capasso al piano, Antonio Napolitano al contrabbasso, e Sandro Deidda al sax.

Continua a leggere

Queen of Bulsara: come far rivivere il mito dei QUEEN !

Non è facile per nessuna tribute-band ripercorrere la carriera dei miti ai quali si ispirano ed è sempre una scommessa confrontarsi con i Giganti della musica. Scommessa vinta per la band Queen of Bulsara esibitasi sabato 18 febbraio nell’ambito della seconda serata della Rassegna “Rock and Food” che si sta svolgendo al Teatro Summarte di Somma Vesuviana, che ha raggiunto anche per questa data un bel successo di pubblico. Continua a leggere