Author Archives: Admin

Recensione: Denise King e gli Hammond Groovers concludono la IX Edizione di “Jazz & Baccalà “

di Annamaria De Crescenzo
Foto di SpectraFoto(http://www.spectrafoto.com)

Grande successo di pubblico per il concerto conclusivo, sabato 3 dicembre, della IX Edizione di “Jazz & Baccalà” che ha visto sul palco del Teatro Summarte, sotto la direzione artistica di Marco Panico, grandi artisti del panorama jazz italiano ed internazionale tra i quali, appunto, la cantante Denise King e gli Hammond Groovers composti da Elio Coppola alla batteria, Daniele Cordisco alla chitarra e Antonio Caps all’organo Hammond.

I concerti di Denise King sono una full immersion di sonorità jazz, rithm & blues, soule gospel. La sua voce straordinariamente armonica, raffinata, elegante su tutte le note, produce un’intensa energia musicale carica di un feeling travolgente e capace di fondere stili diversi in perfetta tradizione afroamericana. Scoperta da Dexter Wansel, produttore, arrangiatore e regista della Philadelphia International Records, Denise King ha conquistato il grande pubblico con quattro cd di successo e magistrali live-show nei più prestigiosi jazz club, festival e teatri di Philadelphia, Atlantic City e New York. Tra i tanti progetti e collaborazioni ci sono musicisti internazionali come Bobby Durham, Archie Shepp, Mickey Roker, Roy Hargrove, Christian McBride, Orrin Evans, Uri Caine, McCoy Tyner e le grandi star del blues Ruth Brown e Koko Taylor fino alle pop star del calibro di Billy Paul e Céline Dion. Denise ama lo swing ed è capace di coinvolgere il pubblico con la sua musica, in particolar modo quando canta le ballads. L’ultimo progetto a cui sta attualmente lavorando è un tributo alla cantante che più l’ha ispirata, Sarah Vaughan.

Per l’occasione la cantante è stata accompagnata dagli HAMMOND GROOVERS ossia il pluripremiato DANIELE CORDISCO (Jerry Weldon, Ronnie Cuber, Pat Bianchi, Fabrizio Bosso) alla chitarra, il virtuoso ANTONIO CAPS (Flavio Boltro, Greg Hutchinson, Stefano di Battista) all’organo hammond e il talentuoso batterista ELIO COPPOLA (Joey De Francesco, Benny Golson, Peter Bernstein, George Cables, Shawnn Monteiro, Dado Moroni).

Il trio ha registrato un grande successo in tutta Europa ed in America esibendosi in alcuni tra i più famosi jazz Festival e Jazz Club accompagnando alcuni tra i più prestigiosi artisti internazionali.

Il concerto di sabato è stato l’occasione per ascoltare brani standard jazz delle più belle voci jazz mondiali, alcuni brani soul pop come quello che Denise King ha dedicato a Amy Winehouse, e alcuni brani originali del gruppo presenti nel disco “Tell Me When” registrato nel 2017 ed edito da Musicology Records.

Recensione: “Quadri di un’esposizione” a Villa di Donato

Di Clementina Abbamondi

Sabato 5  dicembre  2022  nel bellissimo giardino d’inverno  della  settecentesca Villa di Donato, per  la  Rassegna “La Musica ha Trovato Casa “, finanziata dal  Comune di Napoli ed   in collaborazione con MAX 70 in Villa di  Donato ed Avos Project  è stato proposto l’evento “Quadri di un’esposizione” che vuole mettere  a  confronto  il  genio creativo di Modest Musorgskij ed il talento di Emerson Lake and Palmer i quali, poco più che ventenni , riscrissero in chiave rock progressive “Pictures at an Exhibition”.

La padrona di casa Patrizia De Mennato ha presentato il concerto dicendo “ Questo spettacolo “ Quadri di un’esposizione”  dimostra  appieno la sinergia tra  due delle principali Rassegne  musicali della Stagione : la Classica diretta da  David Romano e La Contemporanea diretta da Brunello Canessa  ed in particolare, per  me rappresenta una serata ricca di grandi emozioni in quanto il concerto di stasera è stato progettato proprio a Villa di Donato nel 2017 ed incarna a pieno la filosofia che accompagna i nostri eventi , ossia un continuo dialogo tra generi musicali, il piacere di suonare insieme e di dare una “casa” alla musica e poterla godere dal vivo insieme ad i nostri appassionati amici”.

Patrizia De Mennato presenta quindi i musicisti Brunello Canessa, voce, chitarra e basso, Giuseppe Sarno alla tastiera, Elio Positano alla batteria e Fabio Fornaciari, uno dei giovani musicisti di Amos Project, al piano solo.

Dice Patrizia De Mennato “Quest’ anno oltre ad ascoltare dal vivo la musica cerchiamo di promuovere un accompagnamento all’ascolto, stasera in particolare voglio invitare sul palco Diego Nuzzo un carissimo amico con il quale ho una sintonia particolare ed è un meraviglioso narratore “.

Diego Nuzzo, architetto, musicista e scrittore e ideatore della Rassegna “Wunderkammer” dedicata al teatro e alla musica da camera, ha detto “E’ un privilegio unico e prezioso ammirare dei quadri in una situazione tranquilla senza distrazioni. Voi potete immaginare quello che Musorgskij ha provato quando ha visitato la Mostra dedicata a San Pietroburgo in memoria del suo amico pittore Viktor Hartmann prematuramente scomparso.

Sono i quadri di Hartmann che hanno ispirato la bellissima” suite” composta da Musorgskij che comprende 15 pezzi di cui 10 quadri e 5 Promenade che rappresentano una passeggiata che lo spettatore fa tra un quadro e l’altro”.

Le Promenade presentano sempre lo stesso tema, con leggere variazioni, quasi a far risaltare i vari stati d’ animo che pervadono il compositore per il quadro appena visto e la ripetizione del tema funge inoltre da elemento di coesione in una composizione basata su forti contrasti tra un soggetto e l’altro. L’opera presenta caratteri fortemente sperimentali. In particolare, il pianismo di tipo percussivo taglia completamente i ponti con la tradizione romantica, aprendo la porta alla musica del Novecento. Il motivo ed il ritmo principale delle “Promenade” richiamano le canzoni popolari russe.

Diego Nuzzo ha presentato il giovane pianista Fabio Fornaciari che ha suonato due delle Promenade e due pezzi, il primo Gnomus rappresenta il primo quadro dell’esposizione, un nano malvagio che si aggira nella foresta ed il secondo “Il vecchio castello” è ambientato in Francia dove un trovatore intona la sua struggente canzone d’amore davanti alle mura di un castello medievale. Nel primo quadro già si sente che siamo lontanissimi dalle armonizzazioni romantiche ottocentesche e ricorda quasi una colonna sonora contemporanea mentre nel secondo “Il vecchio castello” rappresenta l’episodio più lirico dell’intera raccolta, malinconico, trasognato.

Bravissimo Fabio Fornaciari che ha incantato il numeroso pubblico presente dimostrando che, nonostante la giovane età, da’ già prova di un indiscusso talento.

Continua a leggere

Recensione: Elio in “Ci vuole orecchio” al Teatro Cilea di Napoli

di Annamaria De Crescenzo
foto di SpectraFoto (www.spectrafoto.com)

Chi altri se non Elio poteva portare in scena le canzoni di Enzo Jannacci?
Proprio lui, infatti, insieme alle Storie Tese, è l’erede più puro dello stile del poetastro, come l’artista amava definirsi, e anche della sua milanesità (brani del complessino come Zelig: la cunesiùn del polpacc e Parco Sempione hanno molto delle canzoni su Milano di Jannacci, ma anche quelli di Abbecedario e Luigi il pugilista potrebbero essere due personaggi usciti dalla penna del cantautore milanese).

E allora lo spettacolo Ci vuole orecchio è il naturale approdo della passione di Elio per Jannacci ed il suo personale omaggio ad uno dei suoi maestri.
Omaggio perfettamente riuscito e che ieri sera ha presentato al Teatro Cilea di Napoli un concerto/spettacolo di grande emozione.

Sul palco insieme ad Elio una band di musicisti giovanissimi ma decisamente bravi tecnicamente e che non si limitano solamente a suonare, essendo parte integrante del recital, tra musica e scambi di battute col “capobanda”. Capitanati dal Maestro Alberto Tafuri al pianoforte ci sono Martino Malacrida alla batteria, Pietro Martinelli al basso e contrabbasso, Sophia Tomelleri al sassofono, Giulio Tullio al trombone.


La bellissima e coloratissima scenografia di Lorenza Goberti e i costumi di Elisabetta Menziani, con le luci del light designer Aldo Mantovani, ci hanno riportato alle atmosfere agli anni ’60 e ’70, per immergerci in un altro tempo, quello di quando quelli che portavano i scarp del tennis erano i barboni, mentre oggi le scarpe da ginnastica sono diversificate e oggetto di moda, come ironizza Elio in uno dei monologhi tra una canzone e l’altra.

Già, perché lo spettacolo non è solamente una carrellata di canzoni di Jannacci per rendergli omaggio, ma tra un brano e l’altro ci sono delle parti narrate e recitate, scritti e pensieri di compagni di strada, reali o ideali, di “schizzo” Jannacci. Dello stesso Elio, ma anche di Umberto EcoFrancesco PiccoloMarco Presta, fino a Michele Serra e Dario Fo.

Un’ora e venti in bilico tra allegria e tristezza, fra tragedia e farsa, gioia e malinconia.  Seduto in teatro ti senti trasportare nel mondo sensibile di Jannacci che con il suo umorismo e la sua poesia riusciva sempre a strappare una risata o un sorriso anche se nei suoi racconti si nascondeva sempre un realismo ai confini del surreale, che diventava a tratti  toccante e con risvolti dolceamari come è d’altronde la vita stessa.

Elio ancora una volta con questo spettacolo è riuscito a proporre al  suo pubblico un momento di assoluta e rara bellezza in quanto è riuscito a   riesce a rendere omaggio a Jannacci e al suo mondo perfettamente, dimostrando ancora una volta di esserne suo  degno erede.

Uno spettacolo da vedere, giocoso e profondo, perché in questi tempi soprattutto, è quello di cui abbiamo più bisogno. 

TRIANON VIVIANI, ai “Quartieri spagnoli” lo sciopero delle donne contro la violenza, di e con GIANFRANCO GALLO > da giovedì 1° a domenica 4 dicembre

P

fondazione

direzione artistica Marisa Laurito

Trianon Viviani, ai “Quartieri spagnoli” lo sciopero delle donne contro la
violenza

Da giovedì 1° dicembre, alle 21, la commedia musicale scritta, diretta e
interpretata da Gianfranco Gallo

Uno sciopero delle donne di camorra contro la violenza è al centro di Quartieri spagnoli, la commedia musicale scritta, diretta e interpretata da Gianfranco Gallo, in scena al Trianon Viviani da giovedì 1° a domenica 4 dicembre. La “prima” alle 21.

Ispirato alla Lysistrata di Aristofane, questo spettacolo ha totalizzato, dal 1999, oltre 500 repliche e migliaia di spettatori. L’Autore vi mette in scena una ribellione delle donne contro le violenze nelle loro famiglie camorristiche. «Al posto degli ateniesi e degli spartani della commedia greca, ci sono due famiglie dei Quartieri spagnoli, un piccolo spazio che
contiene la città intera, sullo sfondo del mondo dei neomelodici» spiega Gallo.

«In questa Napoli, che è un amalgama di Bene e Male, di commedia e di
tragedia, di sceneggiata e del più raffinato Kabarett – prosegue l’Autore –,
drammaturgicamente ho mischiato le carte: echi di spettacolo leggero sullo
sfondo di un destino da tragedia e momenti di commedia musicale pop,
inseriti in una struttura che sfugge alle definizioni, danno vita a una
favola dark, crudele e ironica, contraddittoria e appassionata».

«I personaggi, dal protagonista Tonino ‘o Tedesco al neomelodico Ciro
California e il ridicolo impresario Franchetiello Palermo – conclude Gallo
–, si esprimono in modo sincero, con battute senza fronzoli, pensate e dette
come le parole di un popolo basso che ho voluto rappresentare, e rimandano
nel loro piccolo, alle figure dell’Opera dei Mendicanti di John Gay o ai
“tipi” del Teatro di Viviani per la loro libertà».

Nel cast, oltre allo stesso Gallo nel ruolo del protagonista Tonino ‘o
Tedesco, in scena Gianni Parisi, nelle vesti del manager Franchetiello
Palermo, Salvatore Esposito (Ciceniello), Lisa Imperatore (Lisetta), Matteo
Mauriello (il Coro), Alessia Cacace (Maruzzella), Giusy Freccia
(donn’Assunta), Michele Selillo (Ciro California), Giovanna Di Vincenzo
(Susy, detta “Shaqquira”), Nello Nappi (don Armando) e Antonio Dell’Isola
(Giovanni Capone, detto “Serpico”).

Repliche venerdì 2 e sabato 3 dicembre, alle 21; domenica 4 dicembre, alle
18.

Lo spettacolo è stato allestito da Immaginando produzioni di Rosario
Imparato. Le scene sono di Flaviano Barbarisi, i costumi di Anna Giordano e
gli arrangiamenti di Carmine Liberati e Paco Ruggiero. Assistenti alla regia
Ursula Muscetta e Alfredo Le Boffe.

Biglietti e abbonamenti – I biglietti sono acquistabili presso il
botteghino del teatro, le prevendite autorizzate e online sul circuito
<https://azzurroservice.net/> AzzurroService.net. Il botteghino è aperto dal
lunedì al sabato, dalle 10 alle 13:30 e dalle 16 alle 19; la domenica, dalle
10 alle 13:30. Telefono 081 0128663.

Continua intanto la campagna abbonamenti della ricca stagione del Trianon
Viviani, che si compone di settanta titoli, tra spettacoli di teatro
musicale, danza, concerti, sceneggiate, serate evento, spettacolo «per
giovanissimi» e conferenze cantate. I varî tipi di abbonamento, con formule
“à la carte”, consentono al sottoscrittore la comoda scelta del proprio
“bouquet” personalizzato di spettacoli, a partire da 48 euro.

Informazioni sul sito istituzionale  <https://www.teatrotrianon.org/>
teatrotrianon.org.

Il Trianon Viviani si avvale del sostegno del Programma operativo
complementare della Regione Campania (Poc 2014-2020) e il patrocinio di Rai
Campania.

  _____ 

sinossi

1999, nei Quartieri spagnoli vige la legge di Tonino ‘o Tedesco, tipo di
boss in ascesa dalla violenza paradossale, che sfocia nel grottesco.

Il suo “basso” è di fronte a quello di Ciceniello, figlio dell’ex-boss che
sta per sposare Maruzzella. Per un dispetto a Tonino, il futuro sposo
organizza una festa per il matrimonio durante la quale si esibiranno più di
cinquanta cantanti, mezza Napoli canora, tranne Ciro California,
l’eccentrico e stonato neomelodico, fratello di Tonino.

Lo scontro è inevitabile e l’affronto merita una reazione adeguata. A farne
le spese l’incolpevole manager Franchetiello Palermo.

Lisetta, dopo l’ennesimo atto di violenza del suo uomo, Tonino, convince le
altre donne a ribellarsi e, con Maruzzella, donn’Assunta e Susy, detta
“Shaqquira”, decidono di non concedersi più ai loro uomini per evitare di
dare vita a una nuova generazione di camorristi. Ma…

  _____ 

personaggi e interpreti


Tonino ‘o Tedesco

Gianfranco Gallo


Lisetta

Lisa Imperatore


Ciro California

Michele Selillo


Susy, detta “Shaqquira”

Giovanna Di Vincenzo


Ciceniello

Salvatore Esposito


Maruzzella

Alessia Cacace


donn’Assunta

Giusy Freccia


don Armando

Nello Nappi


Franchetiello Palermo

Gianni Parisi


Giovanni Capone, detto “Serpico”

Antonio Dell’Isola




il Coro

Matteo Mauriello

  _____ 

stagione 2022 | 2023

prossima programmazione di dicembre




giovedì 1°, venerdì 2, sabato 3 dicembre, ore 21

domenica 4 dicembre, ore 18

Gianfranco Gallo in

Quartieri spagnoli

commedia musicale scritta e diretta da Gianfranco Gallo

con Gianni Parisi




venerdì 9, sabato 10 dicembre, ore 21

domenica 11 dicembre, ore 18

giovedì 15, venerdì 16, sabato 17 dicembre, ore 21

domenica 18 dicembre, ore 18

Spacciatore

Una sceneggiata

di Andrej Longo e Pierpaolo Sepe

drammaturgia Andrej Longo

regia Pierpaolo Sepe

produzione teatro di Napoli – teatro Nazionale

teatro musicale




giovedì 22, venerdì 23 dicembre, ore 21

domenica 25, lunedì 26, martedì 27, ore 21

giovedì 29, venerdì 30 dicembre, ore 21

Francesco Merola in

Canzona ‘e…

Guapparia

commedia con musiche di Raffaele Esposito e Bruno Garofalo

arrangiamenti e musiche originali di Pino Perris

regia Bruno Garofalo

produzione Trianon Viviani

prima assoluta

teatro musicale

Recensione: Eddy Napoli in “Viva Napoli” al Teatro Trianon

di Annamaria De Crescenzo
Foto di SpectraFoto (www.spectrafoto.com)

 

Emozionante concerto sabato 26 novembre al Trianon Viviani di Eddy Napoli.  Figlio di Vincenzo De Crescenzo, autore del noto brano Luna rossa, ha proposto un progetto “Viva Napoli” , scritto e diretto dallo stesso Eddy Napoli  per celebrare, nel 2020,  i 70 anni di vita del famosissimo brano “Luna Rossa”, scritto dal padre e pubblicato nel 1950.

Purtroppo causa pandemia, i festeggiamenti per tale evento furono sospesi e come ha dichiarato lo stesso cantante sul palco del Trianon, sono stati semplicemente rimandati a 2025 per poter festeggiare i 75 anni di tale importantissimo gioiello della canzone simbolo di Napoli nel mondo, assieme ad altri brani del repertorio classico napoletano, che hanno fatto  rivivere allo spettatore, con l’esecuzione dal vivo, emozioni e stati d’animo unici.

Eduardo De Crescenzo in arte Eddy Napoli è figlio d’arte, il padre Vincenzo De Crescenzo è l’autore della famosa Luna Rossa. È cugino dell’omonimo cantante e musicista Eduardo De Crescenzo. È stato a lungo il solista de “L’Orchestra Italiana” di Renzo Arbore e la sua voce ha contribuito alla grande popolarità che vanta oggi l’orchestra nel mondo. È autore e compositore di musiche per opere teatrali e cinematografiche di Vincenzo De Crescenzo, Pupella Maggio, Nunzio Gallo, Mario Merola nonché di canzoni, tra gli altri, per Roberto Murolo, Raffaella Carrà. Nel 2004 è protagonista di un concerto live al Teatro di Erode di Atene con George Dalaras e Dulce Pontes; durante l’evento viene registrato un CD/DVD che diventa Disco di Platino in Grecia. La sua attività Artistica lo ha visto protagonista di numerosi concerti in Italia e all’estero accompagnato dalla sua “Luna Rossa Orchestra”. Poco prima del lockdown ha fatto tappa ad Ashdod in Israele, a Paphos in Cipro in occasione del riconoscimento dato alla Città come Capitale Europea della Cultura, ad Atene per altri concerti con George Dalaras.

Il concerto è stato un vero e proprio  viaggio cantato e raccontato che parte da fine ‘800 e arriva ad oggi. Un live che ha emozionato, divertito, che per quasi tre ore di spettacolo ha fatto cultura ed è riuscito ad abbracciare ogni fascia di età ed ogni genere di pubblico.

Continua a leggere

23esima edizione di Sorrento JazzFestival Internazionale-Penisola Sorrentina Festival

Il 15 dicembre nella magnifica cornice del Teatro Comunale Tasso in Sorrento, nel centro urbano reso ancora più suggestivo dalle luci e dai decori natalizi   avrà inizio la 23esima edizione di Sorrento Jazz Festival Internazionale-Penisola Sorrentina Festival. L’evento si protrarrà fino al 18 dicembre ed è promosso dal Comune di Sorrento ed organizzato da Italiaconcerti per la Direzione Artistica di Antonino Esposito.

Quest’anno l’Organizzazione, anche per festeggiare il ritorno all’attività piena ha deciso di riproporre, come per la passata edizione,  il Premio “Surrentum Eventi” che giunge alla undicesima edizione.

Il programma costruito dalla Direzione artistica è stato articolato per accontentare molti palati.

Si alterneranno in proscenio:

15  dicembre – ore 19,30

 VIRGINIA SORRENTINO 432hz JAZZ QUARTET

 Virginia Sorrentino voce

 Alessandro Castiglione chitarra

 Marco de Tilla contrabbasso
 Massimo Del Pezzo batteria

16 dicembre ore 19,30
DADO MORONI piano solo

17 dicembre –ore 19,30

Consegna del Premio “SURRENTUM EVENTI” 2022 Al M° RAPHAEL GUALAZZI

RAPHAEL GUALAZZI TRIO

Raphael Gualazzi piano e voce
Anders Ulrich contrabbasso

Gianluca Nanni batteria

18 dicembre – ore 20,30

GRAZIA  DI MICHELE & PLATINETTE in: “Non so mai chi sono”

Fabiano Lelli chitarre

Marco Siniscalco basso

Andy Bartolucci batteria

si ringrazia la Dirigente Scolastica Amalia Mascolo ed il Prof. Francesco Manfredonia per i servizi di accoglienza in sala garantiti dagli studenti dell’indirizzo “Turismo”

Continua a leggere

 TRIANON VIVIANI, – il recital di EDDY NAPOLI > sabato 26 novembre, ore 21

direzione artistica Marisa Laurito

Trianon Viviani, il recital di Eddy Napoli

Domani, sabato 26 novembre, alle 21, il concerto “Viva Napoli”

Eddy Napoli si esibirà domani, sabato 26 novembre, alle 21, al Trianon
Viviani nel recital “Viva Napoli”.

Il figlio di Vincenzo De Crescenzo, autore del noto brano Luna rossa,
proporrà agli spettatori un viaggio cantato e raccontato che si dipana tra
la fine dell’Ottocento per arrivare a oggi, con omaggi a alcuni pilastri
dello spettacolo e della cultura, come Luciano De Crescenzo, Totò, Massimo
Troisi, Renato Carosone e Roberto Murolo.

Le canzoni interpretate dall’artista partenopeo saranno rese più suggestive
dalla proiezione di video e foto di repertorio su un ledwall gigante, curata
da Enzo De Crescenzo, nipote dell’autore e figlio di Eddy, nonché dj di Made
in Sud.

Ad accompagnare Eddy Napoli nel teatro della Canzone napoletana, la Luna
rossa orchestra, formata da Peppe Cantarella (piano), Enzo Dc (programmatore
dj), Michele Cordova (chitarra classica e mandolino), Ermanno Romano
(chitarra classica), Guido Della Gatta (chitarra elettrica), Teodoro Delfino
(percussioni), Enrico Camasso (basso), Giuseppe Fusco (batteria), Federica
Di Vaio (tastiera e cori), Peppe Fiscale (tromba), Alessandro Tedesco
(trombone) e Nicola Rando (sax).

Biglietti e abbonamenti – I biglietti sono acquistabili presso il
botteghino del teatro, le prevendite autorizzate e online sul circuito
<https://azzurroservice.net/> AzzurroService.net. Il botteghino è aperto dal
lunedì al sabato, dalle 10 alle 13:30 e dalle 16 alle 19; la domenica, dalle
10 alle 13:30. Telefono 081 0128663.

Continua intanto la campagna abbonamenti della ricca stagione del Trianon
Viviani, che si compone di settanta titoli, tra spettacoli di teatro
musicale, danza, concerti, sceneggiate, serate evento, spettacolo «per
giovanissimi» e conferenze cantate. I varî tipi di abbonamento, con formule
“à la carte”, consentono al sottoscrittore la comoda scelta del proprio
“bouquet” personalizzato di spettacoli, a partire da 48 euro.

Informazioni sul sito istituzionale  <https://www.teatrotrianon.org/>
teatrotrianon.org.

Il Trianon Viviani si avvale del sostegno del Programma operativo
complementare della Regione Campania (Poc 2014-2020) e il patrocinio di Rai
Campania.

  _____ 

stagione 2022 | 2023

prossima programmazione

sabato 26 novembre, ore 21

Eddy Napoli in

Viva Napoli

concerto

domenica 27 novembre, ore 18

Le fiabe dei fratelli Grimm

con Veronica Maya & Millenium ensemble

a cura di Conadi

per i giovanissimi

  _____ 

  _____ 

ufficio stampa

fondazione Trianon Viviani

*       Paolo Animato, responsabile

tel. 081 2258285 / email  <mailto:comunicazione@teatrotrianon.org>
comunicazione@teatrotrianon.org

*       Gabriella Galbiati

tel. 320 2166484 / email  <mailto:galbiati@teatrotrianon.org>
galbiati@teatrotrianon.org

Trianon Viviani, il recital di Eddy Napoli

Domani, sabato 26 novembre, alle 21, il concerto “Viva Napoli”

Eddy Napoli si esibirà domani, sabato 26 novembre, alle 21, al Trianon
Viviani nel recital “Viva Napoli”.

Il figlio di Vincenzo De Crescenzo, autore del noto brano Luna rossa,
proporrà agli spettatori un viaggio cantato e raccontato che si dipana tra
la fine dell’Ottocento per arrivare a oggi, con omaggi a alcuni pilastri
dello spettacolo e della cultura, come Luciano De Crescenzo, Totò, Massimo
Troisi, Renato Carosone e Roberto Murolo.

Le canzoni interpretate dall’artista partenopeo saranno rese più suggestive
dalla proiezione di video e foto di repertorio su un ledwall gigante, curata
da Enzo De Crescenzo, nipote dell’autore e figlio di Eddy, nonché dj di Made
in Sud.

Ad accompagnare Eddy Napoli nel teatro della Canzone napoletana, la Luna
rossa orchestra, formata da Peppe Cantarella (piano), Enzo Dc (programmatore
dj), Michele Cordova (chitarra classica e mandolino), Ermanno Romano
(chitarra classica), Guido Della Gatta (chitarra elettrica), Teodoro Delfino
(percussioni), Enrico Camasso (basso), Giuseppe Fusco (batteria), Federica
Di Vaio (tastiera e cori), Peppe Fiscale (tromba), Alessandro Tedesco
(trombone) e Nicola Rando (sax).

Biglietti e abbonamenti – I biglietti sono acquistabili presso il
botteghino del teatro, le prevendite autorizzate e online sul circuito
<https://azzurroservice.net/> AzzurroService.net. Il botteghino è aperto dal
lunedì al sabato, dalle 10 alle 13:30 e dalle 16 alle 19; la domenica, dalle
10 alle 13:30. Telefono 081 0128663.

Continua intanto la campagna abbonamenti della ricca stagione del Trianon
Viviani, che si compone di settanta titoli, tra spettacoli di teatro
musicale, danza, concerti, sceneggiate, serate evento, spettacolo «per
giovanissimi» e conferenze cantate. I varî tipi di abbonamento, con formule
“à la carte”, consentono al sottoscrittore la comoda scelta del proprio
“bouquet” personalizzato di spettacoli, a partire da 48 euro.

Informazioni sul sito istituzionale  <https://www.teatrotrianon.org/>
teatrotrianon.org.

Il Trianon Viviani si avvale del sostegno del Programma operativo
complementare della Regione Campania (Poc 2014-2020) e il patrocinio di Rai
Campania.

  _____ 

stagione 2022 | 2023

prossima programmazione

sabato 26 novembre, ore 21

Eddy Napoli in

Viva Napoli

concerto

domenica 27 novembre, ore 18

Le fiabe dei fratelli Grimm

con Veronica Maya & Millenium ensemble

a cura di Conadi

per i giovanissimi

  _____ 

  _____ 

ufficio stampa

fondazione Trianon Viviani

*       Paolo Animato, responsabile

tel. 081 2258285 / email  <mailto:comunicazione@teatrotrianon.org>
comunicazione@teatrotrianon.org

*       Gabriella Galbiati

/ email  <mailto:galbiati@teatrotrianon.org>
galbiati@teatrotrianon.org

SPAZIO ZTL – 27 NOVEMBRE 2022 ore 20:00 “MARCO ZURZOLO Reunion”

CONCERTI SPAZIO ZTL

Lo Spazio ZTL – ZurzoloTeatroLive

riapre la stagione concertistica!

27 NOVEMBRE 2022 ore 20:00

MARCO ZURZOLO Reunion

con
Marco Zurzolo – Sax Alto
Gianluca Brugnano – Batteria
Vincenzo Danise – Pianoforte
Alessandro Tedesco – Trombone
Diego Imparato – Basso

20:00 – ACCOGLIENZA
20:45 – INIZIO CONCERTO

Ritrovarsi e raccontarsi attraverso la musica che per anni ha accompagnato questa band in giro per il mondo: dal Messico alla Colombia passando per il Canada fino a raggiungere la grande mela per approdare poi in Italia ad Umbria jazz!
5 amici 5 musicisti uniti da un’unica tradizione: Napoli.

EVENTO CON SOTTOSCRIZIONE
10,00 € Formula Teatro

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA

PRENOTA ONLINE

CLICCA QUI

OPPURE

📱 +39 392 3915529
📞 081 0331974
📩 zurzoloteatrolive@gmail.comMARIA EMANUELA RENNO

VICE-PRESIDENTE 
EXPLORATORIUM APSCONTATTI:+39 320 4148206
+39 392 3915529
 081 0331974
 zurzoloteatrolive@gmail.com

Camera Jazz Club – i concerti della settimana dal 25 novembre

Vicolo Alemagna snc (angolo via Santo Stefano) 40125 Bologna
https://camerajazzclub.com
 
VENERDì 25 NOVEMBRE  ORE 22:00TONOLO-GOLDSTEIN-ABRAMS-ROSSY “PASSEPARTOUT”
Pietro Tonolo sax ten e sop 
Gil Goldstein piano e fisarmonica
Marc Abrams contrabbasso
 Jorge Rossy batteria
Un incrocio di amicizie artistiche cementate da innumerevoli esperienze condivise porta alla creazione di un inedito quartetto all stars: “Passepartout” Intero 20€
Under 30, nuovi soci 15€
Affiliazione Endas ingresso riservato ai soci, tessera annuale €15
Concerto In collaborazione con Bologna Jazz Festival
 
SABATO 26 NOVEMBRE  ORE 22:00LARA LUPPI 4ET“FEAT BIRRO/ZUNINO/PACHE”
Lara Luppi voce
Paolo Birro pianoforte  
Aldo Zunino contrabbasso 
Adam Pache batteria
Lara Luppi cantante sensibile e raffinata ha affrontato diversi percorsi stilistici nell’ambito del jazz, inciso dieci cd a suo nome con musicisti italiani e con americani illustri come Walter Booker e Bobby Durham. Con questa sezione ritmica (musicisti di indiscusso valore) affronta brani della tradizione mainstream con omaggi a compositori più e meno “classici”: da Ellington, Van Heusen e Berlin a Cedar Walton, Charles Mingus e Sam Jones, Paolo Birro firma gli eleganti e originali arrangiamenti.Intero 15€
Under 30, nuovi soci 10€Affiliazione Endas ingresso riservato ai soci, tessera annuale €15
Concerto In collaborazione con Bologna Jazz Festival
 
INFO E PRENOTAZIONI✅
PRENOTAZIONE CONSIGLIATA WhatsApp 391 168 24 42reservations@camerajazzclub.com 
Affiliazione Endas ingresso riservato ai soci, quota annuale €15
 per il tesseramento seguite le istruzioni al link: https://camerajazzclub.com/registrati/

Andrea Sannino : il nuovo brano è “ Pe’ Sempe”

Esce oggi  “Pe’sempe” , nuovo brano di Andrea Sannino e rivisitazione del capolavoro di Mauro Caputo  scritto nel 1978 da Orabona e De Rosa. Opera che anticipa il nuovo album dell’artista Sannino (in uscita nel 2023)  reduce dal successo di “ Te voglio troppo bene” (12 milioni di visualizzazioni in quattro mesi)  cantata con Franco Ricciardi e della sigla del programma Domenica In. 

Pe’ Sempe  uscì come singolo e poi in un omonimo album nel 1978 , ed è considerato il più grande successo di Mauro Caputo. Nel 1982 fu poi girato il film con lo stesso titolo della canzone. Un brano che racconta l’amore eterno nella lingua universale del napoletano, e che all’epoca divenne un successo che varcò i confini regionali, in un periodo in cui la canzone napoletana non sembrava più godere delle attenzioni di un tempo. 

Andrea Sannino, dopo un video diffuso sui social, cantato piano e voce e diventato immediatamente virale, ha così deciso di incidere anche  la versione ufficiale del brano, ri-arrangiato da Mauro Spenillo e prodotto da Uànema Record (distribuzione.Believe). 

“La prima volta che ascoltai questa canzone avevo due anni – racconta Sannino- e fu grazie a mio padre che era un grande ammiratore di Caputo. L’ho sempre portata nel mio cuore e tutt’oggi amo cantarla, dunque quando mi fu chiesto di proporla in una mia versione non ho esitato un attimo e l’ho fatto con immensa gioia e grande reverenza nei confronti di Caputo”. 

Ad accompagnare la canzone un video con la regia di Alessandro Freschi (Frè) e con la collaborazione di Daniele Ippolito.

Il brano sarà disponibile dal 25 novembre su tutti i digital store. 

Videoclip 


Dott.ssa Francesca Scognamiglio

Giornalista professionista 

« Vecchi articoli