Petrarca/De Luca/Borrelli Trio feat Maurizio Giammarco per Napoli Jazz Fest 2018 IV Edizione venerdì 25 maggio

NAPOLI JAZZ FEST 2018 – 4° ed.
Venerdì 25 Maggio ore 21,30
COMPLESSO MOMUMENTALE SAN LORENZO MAGGIORE
Piazza San Gaetano n. 316 –

PETRARCA | DE LUCA | BORRELLI trio
feat MAURIZIO GIAMMARCO

La formazione campana, di recente origine, riunisce in un gruppo stabile e coeso le forze di tre solisti che da tempo vantano una frequentazione delle platee nazionali appassionate di jazz, affiancando di volta in volta, anche stabilmente, i nomi più prestigiosi del panorama musicale italiano, tra i quali spiccano Pietro Condorelli, Emanuele Cisi, Pietro Tonolo, Fabio Morgera, Maurizio Giammarco, Gabriele Mirabassi, Rosario Giuliani, Marco Tamburini, tra gli altri. Il repertorio proposto è costituito quasi esclusivamente di composizioni originali tratte dai lavori discografici di ognuno dei componenti nei cui mood aleggia lo “spettro” sia di reminiscenze coltraniane, ma anche di atmosfere mediterranee e classiche, con spesso uno sfondo melodico di ispirazione inevitabilmente partenopea, bilanciando dunque il virtuosismo con il gusto per il lirismo ed il colore. Agli originali si affiancano riletture di standard poco battuti, provenienti dai songbook di autori moderni.
Il trio ospita per l’occasione il grandissimo sassofonista romano Maurizio Giammarco, già leader di prestigiose formazioni italiane come i Lingomania, nonché decano del jazz italiano, presente in infinite collaborazioni tutte ad altissimi livelli.

Biglietti in vendita preso il botteghino del Complesso Monumentale San Lorenzo Maggiore ; WhatsApp 389.1091865
Posto unico €. 15,00 + prev.
Info e prevendite ; 081.7611221 – 081.5564726
081.5568054 – 081.5519188 – 081.5294939
www.concerteria.itwww.go2.itwww.promosnapoli.it

Elio Coppola 4tet feat Enrico Rava per Napoli Jazz Winter 2018

 

Di Clementina Abbamondi

Il concerto nel settecentesco chiostro della chiesa di San Lorenzo Maggiore, organizzato dall’Associazione Culturale Napoli Jazz Club, è stato un evento eccezionale che ha riempito questa location magica regalando ai numerosissimi spettatori un evento indimenticabile.

Il gruppo formato da Elio Coppola alla batteria,Andrea Rea al piano ,Giuseppe Venezia al contrabbasso ,Attilio Troiano al sassofono aveva come feat d’eccezione Enrico Rava il grandissimo trombettista internazionale, che con i suoi 78 anni portati meravigliosamente, ha incantato il pubblico con la sua caratteristica sonorità con un timbro e un carattere inconfondibili caldi e latini.

Per Rava questo suono nasce dall’amore fin da bambino, essendosi innamorato del jazz a 9 anni grazie ai dischi del fratello ,in particolare della sonorità di alcuni trombettisti del calibro di Louis Armstrong, Miles Davis, Chet Baker. Ad appena 17 anni ha deciso di imparare a suonare la tromba da autodidatta .Giovanissimo è andato in America con il musicista Steve Lacy e ha iniziato a suonare con i suoi idoli.

Durante il concerto Rava ha voluto eseguire alcuni dei brani più famosi dei suoi artisti preferiti .In particolare il primo brano è stato “Dear old Stockolm ” di Miles Davis caratterizzato dalla fusione delle note della tromba con quelle del sassofono che hanno determinato una sonorità unica  .Struggente il suono del sassofono suonato dal bravissimo Attilio Troiano che facendosi sempre più incalzante lasciava poi spazio al pianoforte suonato con grande maestria da Andea Rea che impreziosiva con la sua performance il brano. La batteria suonata da Elio Coppola ed il contrabbasso di Giuseppe Venezia si inserivano con il loro ritmo essenziale e mai prevaricante completando e arricchendo questo bellissimo pezzo. Si sono poi susseguiti dei notissimi standards quali “Round midnight” di Telonius Monk e “Doxy” di Sonny Rollins .

Il brano “Portrait in black and white” scritto da Carlos Jobim, Rava lo  ha dedicato  al grande Joao Gilberto che lo canta e a Chet Baker che lo suona. La tromba di Rava si eleva sugli altri strumenti con un suono prima delicato e poi sempre più acuto, al quale si alternano gli assoli del sassofono e del piano arricchiti dal ritmo molto soft della batteria e del contrabbasso.

Si sono ancora susseguiti il brano “When Lights are Low” di Miles Davis e due famosissimi pezzi di Charlie Parker “Scapple from the apple ” e “Ornithology”.

Rava ha fatto sue le caratteristiche di Miles Davis il suo idolo :”L’attenzione al fraseggio,il fatto che essere leader di una band non significa primeggiare ma mettere in pratica un importante lavoro artistico e strategico”. Come Davis che riusciva a valorizzare i musicisti di cui si circondava anche Rava ha saputo valorizzare negli anni tanti giovani talenti che hanno rappresentato via via le successive generazioni del jazz italiano  e anche durante lo stesso concerto di venerdì sera ha saputo dare il giusto spazio ai bravissimi musicisti presenti con lui sul palco di Napoli Jazz Winter.

Prossimo ed ultimo appuntamento della XII Edizione di Napoli Jazz Winter al Teatro Summarte di Somma Vesuviana con il concerto di Danilo Rea in piano solo il 4 maggio.

 

Elio Coppola 4tet feat Enrico Rava per Napoli Jazz Winter 2018 venerdì 20 aprile

NAPOLI JAZZ WINTER 2018 – XII° ed.
VENERDI 20 APRILE 2018 ore 21,30
COMPLESSO MOMUMENTALE SAN LORENZO MAGGIORE
Piazza San Gaetano n. 316 – tel.389.1091865

ELIO COPPOLA 4et feat; ENRICO RAVA
Suona Miles Davis

Venerdi 20 Aprile arriva sul palco della XII° edizione del Napoli Jazz Winter una leggende del jazz in Italia e nel mondo: il trombettista ENRICO RAVA ospite del batterista napoletano ELIO COPPOLA e del suo quartetto con un inedito omaggio al grandissimo MILES DAVIS

ENRICO RAVA è sicuramente il jazzista italiano più conosciuto ed apprezzato a livello internazionale., da sempre impegnato nelle esperienze più diverse e più stimolanti, è apparso sulla scena jazzistica a metà degli anni sessanta, imponendosi rapidamente come uno dei più convincenti solisti del jazz europeo. La sua schiettezza umana ed artistica lo pone al di fuori di ogni schema e ne fa un musicista rigoroso ma incurante delle convenzioni. La sua poetica immediatamente riconoscibile, la sua sonorità lirica e struggente sempre sorretta da una stupefacente freschezza d’ispirazione, risaltano fortemente in tutte le sue avventure musicali. Non è difficile usare i superlativi per raccontare la sua avventura musicale, talmente ricco è il suo curriculum, talmente affascinante il suo mondo musicale, talmente lungo l’elenco dei musicisti con i quali ha collaborato, italiani, europei, americani: Franco D’Andrea, Massimo Urbani, Stefano Bollani , Joe Henderson, John Abercrombie, Pat Metheny, Archie Shepp, Miroslav Vitous, Daniel Humair, Michel Petrucciani, Charlie Mariano, Joe Lovano, Albert Mangelsdorff, Dino Saluzzi, Richard Gallliano, Martial Solal, Steve Lacy, Mark Tuner, John Scofield ecc Negli ultimi anni è comparso nei primi posti del referendum della rivista americana Down Beat, nella sezione riservata ai trombettisti, alla spalle di Dave Douglas, Wynton Marsalis e Roy Hargrove, e in quella riservata ai migliori gruppi ,con il quintetto denominato TRIBE. Ed è la prima volta che una formazione italiana figura in tale classifica. Nel gennaio 2004 si è esibito per una settimana nel prestigioso Blue Note di New York, bissando ancora il successo alla Town Hall e poi ancora al Birdland (2006, 2008, 2009 , 2012 e 2013).

Classe 1985, originario di Napoli, Elio Coppola, appena trentunenne si sta facendo già prepotentemente strada nel panorama italiano ed internazionale della musica Jazz e non solo.
I suoi “ritmi” hanno accompagnato alcuni tra i migliori musicisti al mondo tra cui Benny Golson. Joey De Francesco, Peter Bernstein, Dado Moroni, Ronnie Cuber solo per citarne alcuni.. Per l’occasione il suo quartetto sarà formato da alcuni tra i migliori musicisti italiani; il polistrumentista Attilio Troiano al sax, Bruno Montrone al piano e Giuseppe Venezia al contrabbasso .

Il concerto si terrà nel Chiostro del Complesso Monumentale San Lorenzo Maggiore , in Piazza San Gaetano nel cuore del centro storico di Napoli ed inaugura una nuova location di grande prestigio tra quelle poste all’attenzione del pubblico durante questi anni di concerti targati Napoli Jazz Club . A tale propoito và precisato che il concerti si terrà anche in caso di pioggia disponendo anche della sala Sisto V .

Biglietti in vendita preso il botteghino del Complesso Monumentale
San Lorenzo Maggiore ; 389.1091865
Posto unico €. 20,00 + prev.
Info e prevendite ; 081.7611221 – 081.5564726
081.5568054 – 081.5519188 – 081.5294939
www.concerteria.itwww.go2.itwww.promosnapoli.it

 

 

 

 

 

 

 

 

 

NAPOLI JAZZ WINTER: L’OMAGGIO A LUCIO DALLA DEL BASSVOICE PROJECT CON FABRIZIO BOSSO

La canzone d’autore protagonista al Napoli Jazz Winter: venerdì 23 marzo il BassVoice Project renderà omaggio a Lucio con “Dallaltrapartedellaluna“, concerto in programma al Centro Cultura Domus Ars di Napoli che vedrà la partecipazione speciale di Fabrizio Bosso.

Il BassVoice Project nasce dall’idea del bassista Pippo Matino e della cantante Silvia Barba di far incontrare basso elettrico e voce in un contesto musicale fatto di vocalità nuda e groove, contaminazioni e sonorità mediterranee.

Con due album già all’attivo, il BassVoice Project ha trovato nella musica italiana uno dei territori più congeniali per combinare ricercate atmosfere ritmiche e testi dalla raffinata espressività melodica.

L’omaggio a Lucio Dalla di “Dallaltrapartedellaluna” deriva da questi presupposti e rappresenta un’ulteriore tappa in un percorso che ha visto Pippo Matino e Silvia Barba collaborare con alcuni fra i più talentuosi musicisti italiani. Un nome tra gli altri è quello di Fabrizio Bosso, che venerdì 23 marzo salirà sul palco della Domus Ars, un ospite sul palco, un amico fuori dal palco, Fabrizio Bosso solleciterà certamente un dialogo musicale attento alle melodie e ricco di energia e creatività.

Il tributo al compianto cantautore bolognese sarà, dunque, un dialogo musicale a tre voci, ma soprattutto sarà un’interessante viaggio in uno dei repertori centrali della canzone d’autore. Brani come Anna e Marco, Cosa sarà , Nuvolari, Futura saranno riproposti con una chiave interpretativa che ne valorizzerà sia l’indiscussa portata autoriale che l’originale ipotesi di rilettura.

Una serata eccezionale per un interplay autentico e gradevole”

L’appuntamento con “Dallaltrapartedellaluna” e con il BassVoice Project e Fabrizio Bosso è fissato per venerdì 23 marzo alle ore 21.00 presso il Centro Cultura Domus Ars di Napoli. Posto unico € 15,00 più diritti di prevendita.

L’edizione 2018 del Napoli Jazz Winter si avvale della direzione artistica di Michele Solipano ed è realizzata con il sostegno di Regione Campania e Comune di Napoli.

Per informazioni e prevendite: 081.3425603 – 081.7611221 – 081.5564726 – 081.5568054. Prevendita online: www.GO2.it

 

Joe Barbieri in “Origami Tour 2018” al Teatro Summarte per Napoli Jazz Club

Di Annamaria De Crescenzo
Foto:SpectraFoto

Joe Barbieri ©SpectraFoto

Quarta serata della Rassegna “Jazz & Baccalà” edizione 2017/2018 con il successo del concerto di Joe Barbieri in “Origami Tour 2018”, rassegna diretta da Elio Coppola in collaborazione con il Teatro Summarte di Somma Vesuviana. Oltre che presentare i suoi successi di sempre, il concerto, in collaborazione con Michele Solipano direttore dell’Associazione Napoli Jazz Club, è stata l’occasione per presentare il nuovo album “Origami” del musicista partenopeo pubblicato, lo stesso giugno, da Microcosmo Dischi, e la prima serata di una nuova collaborazione tra due realtà del territorio, il Teatro Summarte e Napoli Jazz Club, che da tempo si stanno occupando di proporre con enorme successo serate di jazz nella città di Napoli e provincia. Prossimo appuntamento per Napoli Jazz Club venerdi 9 febbraio alla Domus Ars di Napoli con Baba Sissoko e Antonello Salis.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Flavio Boltro BBB Trio venerdì 19 gennaio all’Hart per Napoli Jazz Winter XII Edizione 2018

Napoli Jazz Winter 2018 – XII° ed.
Venerdì 19 Gennaio ore 21,30
HART – Via Francesco Crispi 33 – Napoli

FLAVIO BOLTRO BBB TRIO
Flavio Boltro è uno dei trombettisti più rilevanti dell’intera scena jazzistica e il BBB rappresenta il suo nuovo, articolato progetto nel quale si fondono organicamente, grazie all’eccellente intesa di un gruppo spettacolare, atmosfere liriche e ritmi serrati, effetti elettronici e jazz swingante, improvvisazioni aperte e groove coinvolgenti. La musica e la formazione scelta per eseguirla (unica nel suo genere) sono nate dall’esigenza personale del suo leader di utilizzare un trio senza la presenza di strumenti armonici come il piano o la chitarra per avere maggiore libertà espressiva e focalizzarsi sull’interazione con la sezione ritmica per creare un “sound circolare”, di tipo contrappuntistico, in grado di mettere in evidenza tutta la forza dell’interplay.
Musicisti creativi e versatili, i tre componenti del BBB fanno dunque del loro interplay il centro focale di una musica paritaria, e il dialogo incessante produce una serie di continui rimandi, di imprevedibili risposte che costituiscono il motore creativo della loro musica, il cui sound, essenzialmente acustico, si arricchisce di colori psichedelici grazie all’uso parsimonioso di effetti elettronici. Influenze afro, rock, folk, lo sguardo al jazz elettrico, ai ritmi urbani e alla dimensione cameristica, sono tutti elementi che confluiscono alla realizzazione di una musica che proprio in questa varietà di riferimenti evidenzia la sua contemporaneità.
Tre musicisti, legati da una forte amicizia, che cercano di creare insieme, con tanta passione, una buona musica, interessante e originale.
Flavio Boltro ( tromba) | Mauro Battisti ( basso) |
Mattia Barbieri ( batteria)

 

Posto unico a sedere €. 15,00 + prev.
Info e prevendite ; 081.7611221 – 081.5564726
081.5568054 – 081.5519188 – 081.5294939
www.concerteria.itwww.go2.itwww.promosnapoli.it Altro…

Napoli Jazz Winter : conferenza stampa 17 gennaio per la presentazione della nuova rassegna

locandina napoli jazz winter

OTTO CONCERTI PER IL RITORNO NEL NAPOLI JAZZ WINTER

Conferenza Stampa

 

Mercoledì 17 gennaio, ore 11

Centro Cultura Domus Ars

( Via Santa Chiara 10 )

 

Otto concerti in sei location per quattro mesi di programmazione: sono questi i numeri che segnano il ritorno del Napoli Jazz Winter.  Articolata come di consueto in due sessioni, la manifestazione vedrà la prima serie di esibizioni iniziare il prossimo 19 gennaio e chiudersi il 6 aprile.

La rassegna organizzata dall’Associazione Culturale Napoli Jazz Club coinvolgerà l’intero territorio provinciale interessando i comuni di Napoli ,Pozzuoli e Somma Vesuviana . Il cartellone di artisti sarà presentato nell’ambito di una conferenza stampa in 17 gennaio, ore 11, alla Domus Ars di via Santa Chiara.

 

Ufficio Stampa
Antonella Ambrosio 347.6761434
Antonellambrosio@libero.it

 

Elisabetta Serio presenta il suo nuovo disco “16” per Napoli Jazz Club

Di Annamaria De Crescenzo

Elisabetta Serio ©AroundEventi

Spesso ho avuto l’impressione che Napoli sia più pronta ad osannare artisti stranieri o comunque italiani più che gli stessi suoi Artisti ma sabato 4 novembre questa sensazione è stata inequivocabilmente smentita.

Il concerto di Elisabetta Serio, dedicato alla presentazione del suo nuovo album “16” orenutosi per l’Associazione Napoli Jazz Club diretta da Michele Solipano, ha riscosso uno strepitoso successo fino ad un meritatissimo sold-out. Sala gremitissima, quindi, per una pianista di fama internazionale, fine compositrice e collaboratrice di artisti importantissimi come Pino Daniele, Rino Zurzolo, Noa e Sarah Jane Morris solo per citarne alcuni. Il disco, pubblicato dall’etichetta Via Veneto Jazz, contiene nove nuove composizioni della musicista napoletana, e il cui titolo (“16” si deve al particolare legame che la Serio ha con questo numero, sia per il suo significato nella Smorfia napoletana, sia perche’ è uno dei numeri  che rappresenta essenzialità e cambiamento, che fanno parte della vita e del fare musica dell’Artista e sia perche’ tale numero l’ha spesso accompagnata in circostanze speciali della sua vita, così come ha raccontato la stessa Elisabetta Serio sul palco della Domus Ars.

Il disco ha una particolare bellezza, pieno di atmosfere poetiche ma anche di riferimenti a quanto la stessa compositrice ha attinto negli anni da alcune icone del mondo musicale contemporaneo ai quali la Serio dedica due omaggi come nel caso di Brad Mehldau e Pino Daniele.

Continua a leggere

Elisabetta Serio con il nuovo album “Sedici” per Napoli Jazz Winter 2017

serio

NAPOLI JAZZ WINTER 2017
SABATO 4 NOVEMBRE 2017 ore 21,30
DOMUS ARS Centro Cultura
Via S. Chiara 10/C – Napoli – 081.3425603

ELISABETTA  SERIO 4et – Presentazione nuovo album “16
Elisabetta Serio piano | Marco De Tilla c/basso
Leonardo de Lorenzo batteria | Jerry Popolo sax

Riparte dal centro storico di Napoli e precisamente dal Centro Cultura DOMUS ARS la grande stagione dei concerti del Napoli Jazz Club con il concerto del quartetto di Elisabetta Serio del 4 novembre , che per l’occasione ci presenta in anteprima nazionale il suo nuovo progetto dal titolo ” Sedici “.
Pianista di fama internazionale, già al fianco di artisti del calibro di Pino Daniele e Noa, Elisabetta Serio torna pubblicare un suo album: ‘SEDICI’, pubblicato dalla prestigiosa etichetta Via Veneto Jazz, che contiene nove nuove composizioni della musicista partenopea. Un album che spinge ancora più avanti la ricerca contenuta nel precedente ‘April’, nella direzione di un jazz dall’atmosfera sospesa, poetica, onirica, che non disdegna i riferimenti alla lezione dei ‘maestri’ e di alcune icone del mondo musicale contemporaneo, ai quali la Serio dedica anche espliciti omaggi, come nel caso di Brad Mehldau e Pino Daniele. Continua a leggere

Napoli Jazz Fest terza edizione dal 4 al 7 maggio 2017

Riparte da dove avena lasciato il Napoli Jazz Fest , riparte dal Centro Storico , dalla valorizzazione dei monumenti poco conosciuto del nostro patrimonio artistico , architettonico e culturale , riparte dalla collaborazione con il Comune di Napoli – Assessorato alla Cultura , riparte dal Maggio dei Monumenti , riparte con la buona musica con una forte caratterizzazione al femminile .

Infatti questa 3° edizione è stata anticipata al mese di maggio ( anzichè settembre ), appunto per poter meglio interfacciare , l’offerta di musica di qualità lontana dai soliti circuiti mediatici, e la sempre maggiore richiesta di conoscenza di quei luoghi di particolare pregio architettonico e culturale quali possono essere la Basilica di S. Giovanni Maggiore e il Centro Culturale DOMUS ARS ,( sito nella Chiesa di San Francesco delle Monache ), con i flussi turistici e con la sempre crescente curiosità dei cittadini napoletani che nei prossimi mesi , invaderanno le strade e le piazze del centro storico di Napoli. Anche in questa occasione l’Ass. Cult. New Around Midnight , con questa iniziativa , contribuisce al Restauro dell’Organo Giovanni Galasso del 1890 ,presente all’interno della Basilica San Giovanni Maggiore.

Continua a leggere