Tag Archives: jazz

Spazio ZTL – Carlo Lomanto in “Canta Napoli” – Domenica 08 dicembre

Spazio ZTL

Via Giuseppe Piazzi 59
80137 – Napoli
Domenica 08 dicembre ore 11.00
Concerto/Aperitivo Fingerfood
Carlo Lomanto
in “Canta Napoli”
Omaggio in Jazz alla Canzone Napoletana
Carlo Lomanto
Voce, Chitarra e percussioni

Essere nati a Napoli ti mette inevitabilmente a confronto con la storia millenaria di questa città.

In alcuni dei miei lavori discografici passati ci sono già state delle piccole incursioni nella canzone Napoletana ma mai avrei pensato di dedicare un’intero concerto ad essa, ed in una forma così intima e solitaria.

Leggi altro

Recensione: INCOGNITO ha festeggiato il 29 Novembre al Vox Club di Nonantola (Modena) il suo 40° anniversario di carriera!

Di Gabriele Lugli 
Foto: Gabriele Lugli (http://www.gabrielelugli.com)

INCOGNITO ha festeggiato il 29 Novembre al Vox Club di Nonantola (Modena) il suo 40° anniversario di carriera!

Soul, jazz, funk ed energia pura nel mix della band pioniera dell’acid jazz.

Formatisi nel 1979, gli Incognito capitanati dal carismatico Jean-Paul “Bluey” Maunick (chitarrista, anima e mente del gruppo) hanno pubblicato, in oltre 40 anni di carriera, 15 album e hanno visto alternarsi negli anni decine di musicisti e cantanti, sempre di altissimo valore.

Negli anni gli Incognito hanno mantenuto fede alla loro idea musicale, ovvero quella di un sound che potesse conciliare la raffinatezza del jazz con il calore e la sensualità sonora del soul-funk.

Musica coinvolgente, arrangiamenti ineccepibili ricchi di fiati e percussioni e un groove irresistibile sempre più orientato al contemporany R&B.

 

Leggi altro

Recensione: Musica jazz allo Spazio ZTL con Di Nunzio, Condorelli, Busanca e Brugnano

Questa presentazione richiede JavaScript.

di Clementina Abbamondi

 

Sabato  10 novembre nello  Spazio Zurzolo Teatro Live,  aperto a tutti  coloro che hanno voglia di  trovare un luogo in cui condividere  interessi   artistici   e  nuove  conoscenze,   si  è  svolto  il  concerto  del  quartetto composto  da  Pietro Condorelli alla chitarra, Luigi Di Nunzio al sax alto, Gianluca Brugnano  alla batteria e Alessio Busanca all’ organo Hammond.

Lo spazio ZTL   sorge all’interno della ex  Cappella Mauro restaurata da Marco Zurzolo  che  in società  con Manuela Renna   ha creato un centro  di aggregazione culturale proponendo  oltre alla  musica  anche mostre e un percorso  didattico sotto  la direzione artistica del M°Marco Zurzolo,  attraverso la propedeutica  infantile, l ‘insegnamento  dei  singoli  strumenti,  agevolando la partecipazione  dei ragazzi del  quartiere.

All’ interno dell’ ex Cappella  si respira  un’ area ricca di arte in senso  lato le pareti  sono ricche  di opere d’arte contemporanea , sui  tavolini adornati  con candele  una pergamena  con il menù della  serata a cura dell’ Associazione Scuderia Borbonica. Leggi altro

il Trio Mare Nostrum con Fresu, Galliano, Lundgren conclude il Roma Jazz Fest 2019

di Annamaria De Crescenzo
foto di Mario Catuogno by SpectraFoto (http://www.spectrafoto.com)

Domenica 1° dicembre non poteva esserci concerto più appropriato per concludere una riuscitissima edizione del Roma Jazz Fest 2019 come quello di “Mare Nostrum” di Paolo Fresu (tromba, flicorno, effetti) Richard Galliano (fisarmonica, accordina) e Jan Lundgren (pianoforte).

In un’affollatissima Sala Sinopoli, e con un’emozione grandissima, il Trio è stato accolto da un lunghissimo e meritatissimo applauso da parte del pubblico presente, degno tributo al talento e alla bravura dei tre musicisti tra i più bravi jazzisti al mondo.

Quello formato dall’italiano Paolo Fresu, dal francese Richard Galliano e dallo svedese Jan Lundgren è stato definito “il primo supergruppo euro jazz”. La storia è nota: tutto è iniziato da una jam session in Giappone, alla quale parteciparono Lundgren, raffinato pianista svedese, e Galliano, considerato l’erede del grande Astor Piazzolla, che intrecciarono subito un ottimo rapporto. Considerando che il batterista abituale del trio di Lundgren era anche membro di uno dei tanti gruppi di Fresu, era inevitabile che prima o poi i tre si sarebbero incontrati.

Nonostante i caratteri e i background culturali molto diversi, hanno anche molto in comune: sono infatti tre dei musicisti più inclini al gusto per la melodia di tutta la scena jazz europea e sono tutti e tre degli sperimentatori sempre in cerca di nuove esperienze. Suonando in trio hanno sviluppato una sorta di alleanza, forti affinità e profonda simbiosi artistica. Anche i loro strumenti, così diversi, creano invece insieme un suono ideale, inconfondibile.

 

Leggi altro

LORENZO HENGELLER al Teatro Summarte il 14 dicembre

Dopo lo straordinario successo dell’inaugurazione della stagione, riprende SABATO 14 DICEMBRE la pluripremiata rassegna Jazz & Baccalà presso il Teatro Summarte di Somma Vesuviana. La rassegna porta sul palco del Summarte alcuni degli artisti più in voga del momento nel panorama jazz internazionale offrendo ai propri ospiti la possibilità di gustare alcune tra i piatti più gustosi a base di sua eccellenza “O’baccalà”.

Tante le novità di questa sesta edizione, prima tra tutte, completamente rinnovata la proposta enogastronomica: tanti nuovi piatti e ricette a cura del ristorante 800borbonico; numerose prelibatezze da poter ordinare ai tavoli con un unico denominatore: la qualità.

A salire sul palco sarà la volta del funambolico LORENZO HENGELLER ed il suo quartetto in “Invadenze” omaggiando, tra gli altri, anche il grande Renato Carosone per uno spettacolo inedito ed imperdibile

 

Sabato 14 Dicembre

Teatro Summarte – Somma Vesuviana

Cena ore 21:00 – Concerto ore 22:15

info ticket 15 euro concerto – 20 euro cena concerto

info prenotazioni dirette: 081.3629579 – 393.5667597

 

Lorenzo Hengeller voce e piano

Gianfranco Campagnoli tromba

Gianfranco Coppola basso

Elio Coppola batteria

 

info sugli artisti:

Renato Carosone, Lelio Luttazzi, o magari Fred Buscaglione, ecco i suoi numi ispiratori. La canzone, insomma, fra jazz ed ironia e – perché no? – anche denuncia, all’insegna di una risata vi seppellirà, e se poi si ride e si sorride anche in musica, a ritmo di swing, allora il divertimento è assicurato.

È, in sintesi, il profilo artistico di Lorenzo Hengeller, una laurea in lettere moderne alla Federico II, atteso sabato 14 Dicembre per la seconda serata della fortunata rassegna vesuviana.

“Lorenzo Hengeller Invadenze”, è il titolo del concerto nel quale “il giovanotto matto” (titolo del suo primo album) proporrà una scaletta improvvisata all’istante, secondo l’ispirazione del momento (anche il pubblico darà il suo contributo), e che comunque non potrà prescindere da alcuni suoi pezzi di successo come “Lo swing del giornalaio” (proposto anche in Rai a quattro mani con Stefano Bollani), o “Guapparia 2000” che lo stesso Bollani (suo grande amico ed estimatore) ha inserito nel suo “Napoli trip”.

“Premio Carosone 2007” (dove improvvisò un applaudito “Pianofortissimo”) , Hengeller proporrà un repertorio tutto da gustare, insomma, come aperitivo pre-ragù, omaggiando tra gli altri il suo grande ispiratore, il grande Renato Carosone.

Recensione: Roberto Ottaviano al Roma Jazz Fest edizione 2019 in “Eternal Love”

di Annamaria De Crescenzo
Foto di Mario Catuogno by SpectraFoto (http://www.spectrafoto.com)

Sabato 30 novembre penultimo concerto del Roma Jazz Fest con uno dei musicisti più interessanti del panorama jazzistico italiano: Roberto Ottaviano che ha presentato il suo nuovo progetto musicale “Eternal Love”.

Roberto Ottaviano, saxofonista, compositore, didatta, è sulla scena jazzistica internazionale da quasi quarant’anni. Ha suonato ed inciso con alcuni tra i più importanti musicisti americani ed europei a cavallo tra diverse generazioni: D. Gillespie, C. Baker, A. Farmer, M. Waldron, R. Workman, A. Mangelsdorff, G. Gaslini, E. Rava, S. Swallow, F. Koglmann, P. Favre, K. Wheeler, K. Tippett, K. Berger, H. Bennink, A. Andersen, T. Gurtu, H. Drake, e tantissimi altri. Oltre che dirigere proprie formazioni, tra cui Astrolabio con G. Trovesi, G. Ferris e M. Godard, il QuarkTet con A. Hawkins, M. Formanek e G. Hemingway, ed il Trio Griòts con G. Maier e Z. De Rossi, suona con la Minafric Orchestra e con Canto General di Pino Minafra.

Si è esibito in Germania, Austria, Svizzera, Belgio, Francia, Danimarca, Norvegia, Inghilterra, Spagna, Portogallo, Iugoslavia, Albania, Romania, Russia, India, Giappone, Messico, Tailandia, Marocco, Algeria, Costa d’Avorio, Senegal, Camerun, Stati Uniti, Canada, ed ha inciso per Red, Splasc(h), Soul Note, Dodicilune, Hat Art, Intakt, ECM, DIW ed Ogun. Leggi altro

Recensione: Carmen Souza ospite del Roma Jazz Fest edizione 2019

di Annamaria De Crescenzo
Foto di Mario Catuogno by SpectraFoto(http://www.spectrafoto.com)

A distanza da quasi un mese dall’inizio del Roma Jazz Festival, durante il quale si sono esibiti sul palco dell’Auditorium Parco della Musica, della Casa del Jazz e del Monk di Roma artisti di livello internazionale, venerdì 28 novembre si apre il week end conclusivo del Festival con il concerto di Carmen Souza.

Nata a Lisbona in una famiglia cristiana di Capo Verde, Carmen Souza è cresciuta in un ambiente linguistico misto di creolo, il dialetto di Capo Verde, che i suoi genitori parlavano a casa e il portoghese, sempre circondata dallo stile di vita di Capo Verde.

Theo Pascal, il suo produttore e mentore, uno dei migliori bassisti del Portogallo, scoprì il suo talento e introdusse Carmen al jazz e ad altre sonorità contemporanee che hanno influenzato notevolmente il suo sviluppo musicale.

Carmen Souza è andata in tournée in tutto il mondo dal 2005 e ha suonato in festival come The North Sea Jazz Festival, Leverkusener Jazztage, San Francisco Jazz Festival e molti altri conquistando un posto speciale e unico nella cultura musicale capoverdiana. Nel 2013 ha vinto il titolo di Migliore cantante femminile e Migliore Musica con l’album Kachupada ai “Grammys” del Capo Verde – Cabo Verde Music Awards 2013.

Leggi altro

Spazio ZTL – Di Nunzio Condorelli Busanca Brugnano in Concerto – Sabato 30 novembre ore 21.30

Sabato 30 novembre ore 21.30
Concerto/Cena FingerfoodDi Nunzio-Condorelli-Busanca-Brugnano
in Concertocon
Luigi Di Nunzio – saxofono
Pietro Condorelli – chitarra
Alessio Busanca – hammond
Gianluca Brugnano – batteriaL’incontro di quattro artisti partenopei, per dar vita ad un concerto pieno di contaminazioni,

con la rivisitazione di alcuni standard della tradizione jazzistica,
ma anche “songs” importanti nell’immaginario collettivo.

Insomma: un evento da non perdere!

VI ASPETTIAMO!

Cena FingerFood a cura di Scuderia Borbonica
(aperitivo-pasta-dolce-bicchiere di vino)

Mostra Artistica di Pasquale Manzo
“PCI… ovvero Pulcinella Circense Incantatore”
Edizioni MEA – PUNTO VENDITA
www.edizionimea.it

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA
Posti Disponibili: 80
Evento con sottoscrizione di 15,00 €

PARCHEGGIO
Garage Via Foria (di fronte la Caserma Garibaldi)
Dite dello Spazio ZTL
Chiusura prevista alle 01.00

PER PRENOTARE:
392.3915529 – 081.0331974
prenota@zurzoloteatrolive.it

Recensione: Sasà Mendoza in “Latin jazz Combo” al Kind of Blue

di Annamaria De Crescenzo

foto di SpectraFoto (http://www.spectrafoto.com)

Sabato 23 novembre sul palco del nuovo spazio per la musica “Kind of Blue” sito ad Agnano, nell’ambito della rassegna Napoli jazz Winter organizzata e diretta da Napoli Jazz Club e diretta da Michele Solipano un nuovo progetto musicale di Sasà Mendoza “Latin Jazz Combo”. Con lui sul palco anche Peppe Sannino alle percussioni, Gianfranco Campagnoli alla tromba, Cristina Zeta alla voce, Dario Spinelli al basso e Domenico De Marco alla batteria con i quali ha dato vita ad una serata di musica dedicata ai ritmi e alle sonorita’ della musica latin jazz, con alcuni delle più belle canzoni della bossanova come “Tristeza” di Toquinho, “Agua de beber” di Antonio Carlos Jobim, “ seguite da brani di milonga e ritmi sudamericani, e brani originali del pianista napoletano, tra i quali “Alba Mediterranea” con i quali ha conquistato la platea.

Musicista partenopeo, Sasà Mendoza si è diplomato in pianoforte al Conservatorio di Salerno nel 1990. Nel 1995 ha inciso il suo primo album “Alba Mediterranea”, dove le suggestioni del sound mediterraneo   sono ispirate dalle leggende, dalla magia e dà i miti classici della grande tradizione partenopea. Artista sensibile ha partecipato a vari progetti culturali con “‘ O Cuorp ‘e Napule” e “Song ‘e Napoli” atti a realizzare progetti di adozione e recupero del   territorio, e del restauro di monumenti della città di Napoli, affiancandosi ad artisti come: Zurzolo, Onorato, Esposito, Senese, Bennato, Cercola, e Gragnaniello con il quale ha collaborato per  diversi anni e partecipato a diversi premi come il premio Tenco 1996, al Festival della Musica di Parigi nel 200, alla IV edizione “Mediterraneo Video Festival” nell’ambito della rassegna internazionale “Mediterraneo tra Musica e Paesaggio”, nel 2004 al “PREMIO CAROSONE” con una rivisitazione in chiave Jazz di  “GUAGLIONE”, dedicandosi anche alla produzione di un cd “Sponde” nel 2006 patrocinato da AMNESTY INTERNATIONAL il cui ricavato andò a favore  di CONTROL ARMS , campagna contro l’uso delle armi, nel 2010 al Teatro Sistina di Roma insieme a numerosi artisti internazionali  tra cui Ennio Morricone ha partecipato ad  uno spettacolo di beneficenza a favore della ricostruzione della “mensa di Celestino” dei poveri de l’Aquila, distrutta dal terremoto, e per  l’acquisto di macchinari per il reparto di Ematologia Pediatrica dell’ospedale Bambino  Gesù di Roma. Nel marzo 2010 al Teatro Greco di Roma insieme con Enzo De Caro in uno spettacolo dedicato a Massimo Troisi dal titolo: POETA MASSIMO”, e sempre nel 2010 ha inciso il suo CD “Guardando il mare”, edito da Blue & Blue musica di Milano da Halidon.

Leggi altro

Spazio ZTL – Lalla Esposito in “OMAGGIO A RAFFAELE VIVIANI” – Domenica 24 novembre ore 11.00

Spazio ZTL
Via Giuseppe Piazzi 59
80137 – Napoli

Domenica 24 novembre ore 11.00
Concerto/Aperitivo Fingerfood

Lalla Esposito
in
“‘E primme vase tuoje ll’aggio avute io!”
OMAGGIO A RAFFAELE VIVIANI

con
Lalla Esposito – Voce
Antonio Ottaviano – Pianoforte

L’omaggio ad uno dei più grandi artisti del novecento Raffaele Viviani. Attraverso la poetica drammaturgica e musicale di Viviani, la voce di una donna che diventa un innamorato ferito, una prostituta, un’anima aspettando che quella ruota di cui parla Viviani giri finalmente verso quella umanità ferita che lui tanto amava.

VI ASPETTIAMO!

Aperitivo FingerFood a cura di Scuderia Borbonica
(aperitivo/vino-cicchetti veneziani)

Mostra Artistica di Pasquale Manzo
“PCI… ovvero Pulcinella Circense Incantatore”
Edizioni MEA – PUNTO VENDITA
www.edizionimea.it

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA
Posti Disponibili: 80
Evento con sottoscrizione di 15,00 €

PARCHEGGIO
Via Foria o zone limitrofe
Parcheggio più vicino disponibile Piazza Cavour

PER PRENOTARE:
392.3915529 – 081.0331974
prenota@zurzoloteatrolive.it

« Vecchi articoli