Recensione: Richard Jewell: la denuncia di Eastwood al Sistema

di Alessio Bosi

Trama: è la storia vera di Richard Jewell, la guardia di sicurezza che scoprì l’ordigno esploso al Centennial Park di Atlanta, in occasione delle Olimpiadi del 1996, che causò la morte di due persone e il ferimento di altre 100 ma che avrebbe potuto avere conseguenze ben peggiori senza il suo coraggioso intervento.
Dall’essere un eroe a diventare il primo sospettato, però, il passo è brevissimo, specie se si uniscono due poteri forti…. il governo e i media.

 

______________________________________________________________

Quando due tra i poteri più forti del mondo ti accusano non c’è scampo, la tua vita è finita. Questa è la feroce denuncia di Clint Eastwood nei confronti del Sistema, quel Sistema che prima ti celebra come eroe nazionale poi, in un lampo, ti travolge con tutta la sua violenza soprattutto psicologica additandoti, agli occhi dell’opinione pubblica, come un mostro, senza uno straccio di prova, senza darti la possibilità di capire cosa ti stia succedendo. Il film è potente, intenso, ben recitato dai tre protagonisti principali, con Kathy Bates forse un pelino sopra gli altri ma anche un ottimo Sam Rockwell ed un Paul Walter Hauser calato perfettamente nei panni di Richard Jewell.   A dispetto dei suoi quasi 90 anni, Clint dietro la macchina da presa ci sa ancora fare.

Da vedere.

I ‘nodi’ di Jorge Eielson in mostra a Roma: alla Sala Dalí dell’Instituto Cervantes, “Arte come nodo, nodo come dono II” a cura di Martha Canfield e Antonella Ciabatti. Fino al 29 febbraio

Jorge Eduardo Eielson

Arte come nodo/nodo come dono II

Dal 23 gennaio al 29 febbraio 2020

Instituto Cervantes di Roma – Sala Dalí

Piazza Navona, 91 – ingresso gratuito

Info: tel. 06 6861871 – cenrom@cervantes.es

Giovedì 23 gennaio alle ore 18.30 si inaugura alla Sala Dalí dell’Instituto Cervantes di Roma (piazza Navona, 91) la mostra “Jorge Eielson: Arte come nodo, nodo come dono II”, a cura di Martha Canfield e Antonella Ciabatti. L’esposizione, organizzata da Centro Studi Eielson e Instituto Cervantes, in collaborazione con Istituto Italo Latinoamericano (IILA) e la Real Academia de España, resterà a Roma fino al 29 febbraio 2020 e si potrà visitare gratuitamente dal mercoledì al sabato dalle ore 16 alle 20.

Jorge Eduardo Eielson (Lima 1924 – Milano 2006) è un caso eccezionale di precocità e di altissimo livello creativo sia nelle arti plastiche che nella letteratura. A soli 21 anni vince il Premio Nazionale di Poesia del Perù con la sua prima raccolta, Reinos. Ma nel 1949 lascia il paese e non tornerà più, se non per incontri artistici e mostre. Dopo importanti esperienze a Parigi e a Ginevra, nel 1951 si stabilisce a Roma dove rimarrà fino al 1965, entrando a far parte del gruppo L’Obelisco insieme a Mimmo Rotella e Piero Dorazio. Ma la sua residenza definitiva sarà a Milano, dove vivrà il resto della sua vita insieme al suo compagno, l’artista sardo Michele Mulas. Tuttavia è proprio a Roma, dopo varie sperimentazioni di collage con terre e sabbie e infine con tessuti strappati e ricomposti, dove arriva a configurare il segno fondamentale della sua arte: il nodo.

Leggi altro

GHEMON // FUORI OGGI “QUESTIONI DI PRINCIPIO

 

GHEMON

FUORI OGGI “QUESTIONI DI PRINCIPIO” 

IL PRIMO BRANO ESTRATTO DA 

“SCRITTO NELLE STELLE” 

IL NUOVO DISCO DI INEDITI

Da oggi è fuori “Questioni di Principio” il primo assaggio del nuovo disco di inediti di Ghemon “Scritto nelle stelle” che uscirà il prossimo 20 marzo (Carosello Records / Artist First).

Non è una novità, nella discografia di Ghemon, la centralità della parola, ma per “Questioni di Principio” il “verbo” è per l’appunto principio, fondamenta del brano. Uscendo intatto – o per meglio dire rafforzato – dalle tempeste dell’appartenenza al rap game e all’esposizione mediatica del Festival di Sanremo, Ghemon scrive una sorta di preghiera, un brano motivazionale rivolto a sé stesso, ma non solo. Negli anni la figura pubblica dell’artista è stata vista affiancata a personaggi che hanno raggiunto traguardi grazie alla loro forza di volontà, “Questioni di Principio” è una ricetta che vede nell’equilibrio di parole chiave proprio lo sprono per andare avanti. Leggi altro

Rareş “Spalle più” è il nuovo singolo che anticipa l’uscita dell’album di esordio a marzo

RAREŞ

 “SPALLE PIÙ”  

È IL NUOVO SINGOLO CHE ANTICIPA L’USCITA DELL’ALBUM DI ESORDIO A MARZO

Una voce calda e matura a dispetto della giovane età, un timbro dall’identità forte e decisa che si muove in bilico fra soul e funky. Basso, chitarra, batteria e rhodes, per una canzone soul scritta di getto, intrisa di malinconia e profondità e generata con piglio pop e tanta verità. Una melodia che cattura al primo ascolto.

Esce oggi “Spalle più” , nuovo singolo di Rareş, ventiduenne nato in Romania e cresciuto tra il Veneto e l’Emilia, dove si è trasferito per studiare musica elettronica al Conservatorio di Bologna.

Rareş vince a marzo la prima edizione di Freschissimo, contest dedicato ai talenti dell’Emilia-Romagna, che lo porta a settembre 2019 a suonare al festival bolognese Tutto Molto Bello.  A settembre esce il primo singolo “Io non ho parole in più”, a novembre esce “Calma” che entra al terzo posto della playlist “nuovo indie” di Spotify. Il suo album di esordio uscirà marzo.

Ufficio stampa GDG press

www.gdgpress.com

Giulia Di Giovanni: giulia.digiovanni@gdgpress.com

Michela Rossettigdgpress@gmail.com

Recensione: Domenica 12 Gennaio al Centro Culturale Candiani di Mestre Roberto De Nittis ha presentato il suo progetto “DADA”

Recensione e Foto di: Gabriele Lugli (www.gabrielelugli.com)

Domenica 12 Gennaio al Centro Culturale Candiani di Mestre Roberto De Nittis ha presentato il suo progetto “DADA” Stupire di questi tempi non è facile, ma Dada, un disco che non ti aspetti, lo ha fatto da subito. Già il titolo e il consistente elenco di strumenti e strumentini utilizzati parlano più di mille parole. L’estrosa esuberanza di De Nittis è fatta della materia dei sogni dei bambini, con tanti giocattoli da suonare e percuotere a piacimento. La musica ha sempre guardato al divertimento, al gioco, alla dimensione onirica e ludica della vita, al sogno. Ma forse nessuno aveva prima d’ora utilizzato soltanto strumenti giocattolo in un progetto musicale non indirizzato in via esclusiva ai bambini.

 

Questa presentazione richiede JavaScript.

Leggi altro

La Terza Classe – GRANDE FESTA: Sabato 1 Febbraio all’ex Asilo Filangieri, unica ed ultima data a Napoli prima della ripartenza canadese

La Terza Classe – GRANDE FESTA!

Sabato 1 Febbraio all’ex Asilo Filangieri, unica ed ultima data a Napoli prima della partenza canadese

Napoli, 13/01/2020 – Si apprestano a salutare i loro fan in vista di una ripartenza per il Canada: sabato 1 febbraio, dalle ore 21 in poi, presso il Teatro dell’ex Asilo Filangieri (vico Giuseppe Maffei, 4) La Terza Classe nella sua formazione al completo celebrerà l’anno appena trascorso, fatto di intensi viaggi e successi oltreoceano. Reduci, infatti, da un’esperienza canadese che ha riservato loro non poche soddisfazioni, il gruppo di bluegrass tra i più noti in Campania ha deciso di farvi ritorno a breve, non prima, però, di abbandonarsi a grandi festeggiamenti insieme a fan ed amici musicisti. Tanti gli ospiti, non a caso, che si esibiranno per l’occasione, tutti uniti da un’inossidabile passione: quella per la musica folk.

Leggi altro

Camera Jazz Club Bologna : Programmazione eventi 16/17/18/ Dicembre

La programmazione di uno dei Club piu’ belli di Italia per i giorni 16, 17 e 18 Dicembre a Bologna.

Da non perdere !

____________________________

Giovedì 16 Gennaio

House Band

Piero Odorici, Matteo Sabatini, Michele Vignali sassofoni Diego Frabetti tromba Nico Menci pianoforte Stefano Senni contrabbasso Stefano Paolini batteria

Concerto ore 21.45 contributo €8 Ridotto 


Venerdì 17 Gennaio

Young Talent 4et

Canio Coscia sax tenore Filippo Galbiati pianoforte Filippo Cassanelli contrabbasso Dario Rossi, batteria

L’idea alla base di questo progetto è di combinare l’imprescindibile tradizione jazzistica e la sperimentazione di nuovi territori sonori attraverso la scrittura di brani originali. Nonostante sia un gruppo nato da poco, i quattro musicisti già collaboravano insieme in altri contesti: l’inizio di questo percorso insieme, quindi, è stato determinato dalla condivisione di una stessa idea di fare musica. L’obiettivo principale consiste, in prima battuta, nel dare una propria visione del repertorio tradizionale dei grandi compositori del jazz, da G. Gershwin a C. Porter, da Coltrane a Joe Henderson o Cedar Walton. Da qui si prendono le mosse per la scrittura di musica originale, ispirata irrimediabilmente a questo linguaggio musicale inesauribile ed eterno.

Concerto ore 21.45 contributo €8 Ridotto €5 a studenti e docenti del Dipartimento Jazz del Conservatorio “G. B.Martini” di Bologna

Leggi altro

Irene Grandi // con “Finalmente Io” al Festival di Sanremo

IRENE GRANDI 

AL FESTIVAL DI SANREMO CON

“FINALMENTE IO”

LA CANZONE SCRITTA PER LEI DA VASCO ROSSI

“Cantare questa canzone è un po’ come guardarmi allo specchio e vedere chi sono. Gli errori, i limiti, le mancanze della mia vita, schiaffate nero su bianco. 

E in mezzo a questa palude finalmente trovare il fior di loto. Il canto che è il mio talento, e il cantare, diventano il momento straordinario della mia esistenza. Finalmente io è una canzone che dà la carica perché invita a fare ciò che sentiamo giusto per noi. Invita alla consapevolezza”.

Così Irene Grandi descrive il significato di “Finalmente io” Il brano scritto per lei da Vasco Rossi (questa volta con Roberto Casini, Gaetano Curreri e Andrea Righi) che la cantante fiorentina presenterà al prossimo 70mo Festival di Sanremo, il quinto per lei dopo le partecipazioni del 1994 (Fuori), 2000 (La tua ragazza sempre), 2010 (La cometa di Halley), 2015 (Un vento senza nome). Leggi altro

RASSEGNA CONTROVENTO II EDIZIONE Dal 15 gennaio il teatro contemporaneo torna a Casa della Musica Federico I

RASSEGNA CONTROVENTO II EDIZIONE

Dal 15 gennaio il teatro contemporaneo torna a Casa della Musica Federico I

Dal 15 Gennaio presso il Complesso Palapartenope,  parte la seconda edizione della rassegna Controvento, che si propone di indirizzare l’attenzione del pubblico nei confronti della drammaturgia e della danza contemporanea intesa non solo come nuovi testi, ma anche come nuovi interpreti e nuove modalità espressive tutte rigorosamente al di sotto dei 35 anni di età.  Una programmazione di spettacoli quasi totalmente inediti per la Regione Campania e che recepisce il pullulare di creatività, di proposte, di movimenti, di fermenti intellettuali, di prosa, di musica, di danza e di tutto ciò che il mondo teatrale nazionale è portatore. La creazione di una rete regionale e nazionale che, promuove un’azione di sostegno per i giovani teatranti italiani. L’articolazione del programma e la scelta degli artisti è determinata da diversi fattori: In primis CONTROVENTO vuole essere una vetrina per i giovani, in un panorama difficile, la rassegna vuole andare assolutamente contro-corrente; ricercando e sperimentando nuovi linguaggi e la loro multidisciplinarità, nuovi allestimenti, e applicando una politica di contenimento dei prezzi. L’incipit per affrontare questo percorso è stato il voler scuotere lo scetticismo del sistema teatro e del pubblico verso le novità e la sperimentazione, non solo per i giovani, ma anche per quegli adulti che giovani lo sono stati, e che hanno dimenticato quanto sia importante dare attenzione, spazio e curiosità all’operato dei giovani artisti.   Leggi altro

MUJERES CREANDO IN CONCERTO AL PICCOLO BELLINI

BEQUIET – CONCERTI AL PICCOLO BELLINI

presenta

MUJERES CREANDO IN CONCERTO

ospiti della serata

Blindur, Dolores Melodia, Fabiana Martone, O’Rom
Giovedì 16 gennaio il penultimo appuntamento con la rassegna BeQuiet – Concerti al Piccolo Bellini avrà come protagoniste le Mujeres Creando in un imperdibile concerto. Per l’occasione diversi gli ospiti che affiancheranno la band partenopea: Blindur, Dolores Melodia, Fabiana Martone, O’Rom. L’open act è affidato alla cantautrice Lena A. .

Quest’anno Apogeo Records, oltre a produrre la rassegna in collaborazione con Upside Production, ha affiancato il BeQuiet nella direzione artistica portando sul palco del Piccolo Bellini, le più interessanti proposte della canzone d’autore. L’ultimo appuntamento, che si terrà il prossimo 27 febbraio, sarà una serata dedicata alle giovani promesse di Apogeo Records New Generation.

Leggi altro

« Vecchi articoli