Crossroads 2019 – Jazz e altro in Emilia-Romagna

Il giro del mondo in…100 giorni: quelli del festival Crossroads, che celebra la sua ventesima edizione con una cifra tonda e altisonante, coinvolgendo oltre 500 artisti in più di 70 concerti, sparsi su tutto il territorio dell’Emilia-Romagna. Un vero festival itinerante non solo nelle scelte artistiche ma anche nel continuo spostamento da un estremo all’altro della regione passando per oltre venti comuni. Dal 28 febbraio al 7 giugno, star e nuove leve del jazz, del latin, delle contaminazioni etniche e delle più varie musiche improvvisate saranno on the road lungo le strade emiliano-romagnole. Simbolo altisonante degli incroci tra stili, culture e geografie è il duetto di pianoforti che riunisce due stelle come Stefano Bollani e il cubano Gonzalo Rubalcaba, che suoneranno assieme in prima assoluta a Piacenza (27 marzo, Teatro Municipale): una prima mondiale che è anche la loro unica data italiana.

Il programma completo è visibile su www.crossroads-it.org

Crossroads 2019 è organizzato come sempre da Jazz Network in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura della Regione Emilia-Romagna e con il sostegno del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e di numerose altre istituzioni.

PEPPINO GAGLIARDI “LIVE!” mercoledì 27 febbraio ore 21 – Teatro Sannazaro- Napoli

SUONI DELLA CITTA’ presenta
PEPPINO GAGLIARDI “LIVE!”
l’artista sarà insignito del premio alla carriera 
mercoledì 27 febbraio ore 21
Teatro Sannazaro- Napoli
Dopo  sette anni dal suo ultimo spettacolo nella città partenopea, torna a esibirsi a Napoli il cantante e musicista Peppino Gagliardi con lo spettacolo “Live!”. L’attesissimo concerto, che si inserisce nella programmazione della rassegna “suoni della città” organizzata dal Teatro Sannazaro e dalla Jesce Sole, si terrà mercoledì 27 febbraio alle ore 21 presso il Teatro Sannazaro in via Chiaia, 157.  ( ingresso 12 euro più d.d.p).
L’artista proporrà al pubblico buona parte del suo repertorio, antichi successi e classici della canzone napoletana. La sua forza è rappresentata dalla particolarità della voce,  definito il divo dall’ amore nervoso, per le sue interpretazioni sempre cariche di sentimento e passione, l’autore di  “Come le viole”  (secondo a Sanremo nel 1992, riportato in auge dalla cover di Giuliano Palma nel 2006) in questo spettacolo sarà accompagnato dalla  sua storica band costituita dal figlio Massimiliano al piano, Marco Sinopoli alla chitarra, Toto Giornelli al basso e Daniele Di Ruocco alla batteria.
Nel corso della serata la città di Napoli, nelle persona  del primo cittadino Luigi De Magistris e dell’assessore alla Cultura e al Turismo del comune di Napoli, Nino Daniele consegnerà il premio alla carriera a Peppino Gagliardi che sarà insignito anche del premio alla carriera dall ‘ A.F.I. ( Associazione Fonografici Italiani).
Cenni biografici
Cantautore e musicista italiano, nasce a Napoli ,nel quartiere Vasto, nel 1940. Sin da bambino manifesta la sua passione per la musica iniziando a suonare la fisarmonica per poi passare alla chitarra e al pianoforte. Studia al conservatorio e poi fonda il complesso “Gagliardi”, ma il suo successo arriva nel 1963 con il primo 45 giri “T’amo e t’amerò”. Negli anni ’70 Gagliardi diventa nazional-popolare. Con i brani “Settembre” e “Come le viole” (secondo a Sanremo nel 1992, riportato in auge dalla cover di Giuliano Palma nel 2006), il cantante napoletano ha ottimi riscontri da pubblico e critica, riuscendo in seguito a coinvolgere per i propri lavori musicisti di livello mondiale (citiamo Bill Conti, premio Oscar per la colonna sonora di Rocky). Gagliardi si defila in seguito dalla intensa produzione musicale, e negli anni ’80 e ’90 preferisce girare il mondo per proporre musica. Inizia una stretta collaborazione artistica con il figlio Massimiliano, che porterà alla realizzazione della prima raccolta ufficiale, pubblicata nel 2003.“
 
 
Prevendite https://goo.gl/Qtjkm7
Ingresso : 12 euro più d.d.p
Per info e prenotazioni:
Jesce Sole 0815520906 – jescesole02@gmail.com
Teatro Sannazaro 081411723

Ufficio stampa “Suoni della città”

Manuela Ragucci

manu3laragucci@gmail.com

338/3116674

 

 

 

OLIVIA SELLERIO nuovo album “Zara Zabara – 12 canzoni per Montalbano

Olivia Sellerio

Zara Zabara

12 canzoni per Montalbano

in uscita

Venerdì 22 febbraio 2019

 

Esce il 22 febbraio 2019, prodotto da Palomar/Rai Com e pubblicato da Warner Music Italia, l’album

Zara Zabara – 12 Canzoni per Montalbano – di Olivia Sellerio.

Coi due nuovi inediti, ’U curaggiu di li pedi, che commenta la scena dei migranti ne “L’altro capo del filo”, e Comu aceddu finici, che chiude l’episodio “Un diario del ‘43”, diventano 12 le canzoni da lei

scritte interpretate e cantate per Il commissario Montalbano e Il giovane Montalbano II

e finalmente potremo ascoltarle in cd e digital download

                                   Olivia Sellerio – Zara Zabara – 12 canzoni per Montalbano

Succede che Olivia sia nata e cresciuta fra i libri, e venga da un’isola in cui ancora risuona il richiamo lasciato all’umanità dalla tragedia greca, e che in questo posto incantato, crudo e meticcio abbia deciso di vivere; succede che abbia una voce, e una voce in capitolo, nel suo specialissimo capitolo, e cuore di carta e sangue d’inchiostro per scrivere canzoni, come queste pagine di vita, che adesso chiama a raccolta e canta nel nuovissimo album.

Dodici brani della cantautrice palermitana, ancora una volta capace di trasformare racconto e sentimento in musica, tra atmosfere mediterranee, sonorità dell’Atlantico, polvere d’Africa e folk americano, nella sua voce piena di reminiscenze e di parole attente a intrecciare storie al melos siciliano e a mille radici di altri modi e mondi, e fare spola tra la Sicilia e altrove. Leggi altro

ANDREA SANNINO AL LOS ANGELES FILM FESTIVAL

Andrea Sannino “sbarca” negli Stati Uniti . Il giovane artista  si esibirà, in qualità di ospite e rappresentante dell’Italia, nella serata di oggi al 14mo Los Angeles Italia – Film Fashion and Art Fest (17 – 23 febbraio) , kermesse cinematografica promossa da Pascal Vicedomini e che vede come madrina Maria Grazia Cucinotta.

Los Angeles, Italia 2019 sarà dedicato al grande Francis Ford Coppola, che compirà ottant’anni il prossimo 7 aprile, ed alla città di Matera, capitale europea della cultura 2019. Al Teatro Cinese di Hollywood, la classica manifestazione accenderà i riflettori sulle eccellenze nazionali ed italoamericane nei giorni che precedono la notte degli Oscar, il 24 febbraio con proiezioni gratuite, premiazioni, anteprime e concerti.

Il viaggio oltreoceano di Andrea Sannino proseguirà nelle prossime settimane, insieme ai musicisti Pippo Seno e Mauro Spenillo,  per le riprese del videoclip di due singoli : “Nuje stamme ancora ccà” e “Dimane è mò“, che sono presenti nell’ultimo album “Andrè“. Intanto il singolo “‘Na vita sana“, ha superato un milione di visualizzazioni nel giro di pochi mesi.

Encelado” è il nuovo album dei LUZ + video brano “SOYUZ!”

Encelado
il nuovo album dei LUZ
(Cd e LP, 22 febbraio 2019, Auand)
Il video del brano “Soyuz!”
https://youtu.be/kzkFbrfIUJg

 

I Luz tornano sulla scena musicale con un nuovo album dal titolo Encelado, in uscita il 22 febbraio per Auand. Luce e oscurità, spazio cosmico, deserti, poesia, scienza, mito: tutto questo è Encelado, secondo album in studio per i Luz, al secolo Giacomo Ancillotto (chitarra), Igor Legari (contrabbasso) e Federico Scettri (batteria).

Il tour di Encelado inizia il 28 febbraio a Il Cantiere di Roma e prosegue il 14 marzo a UnTubo Jazz Club di Siena, il 16 marzo allo Swing Bar di Conegliano Veneto (TV), il 17 alla Foresteria Campo Canoa di Mantova e il 18 marzo al Torrione Jazz Club di Ferrara.

Un album “interstellare” composto da 9 brani originali che richiamano una moltitudine di prospettive e riflessioni intorno agli astri e al cosmo. Il punto di vista privilegiato è quello dell’uomo che, dalla Terra, scruta il cielo alla ricerca del mistero dell’origine. Dalle navicelle spaziali in grado di portare l’uomo in orbita ai demoni senz’anima dell’Amazzonia, quella dei Luz è una narrazione a metà tra scienza e magia che non rinuncia anche a un pizzico di autoironia. E su questo contrasto tra opposti, tra realismo e magia, gioca anche la copertina dell’albumTres hombres con sillas regalata all’ensemble dal pittore cileno Juan Martinez Bengoechea, cui è dedicato uno dei brani dell’album. Leggi altro

FABRIZIO BOSSO CON ELIO COPPOLA BAND al Teatro Summarte (Somma Vesuviana) – 22 FEBBRAIO 2019

 

Come tutte le serate di questa rassegna, giunta ormai alla V edizione della rassegna di Jazz & Baccalà continua la formula al tavolo con assaggi di primi e secondi tutti a base di Baccalà.

Il pubblico presente,  affezionati e nuovi, hanno apprezzato molto e continuano ad accompagnarci con gli spettacoli che fanno parte di questa rassegna di Jazz.

  

FABRIZIO BOSSO

Fabrizio Bosso inizia a suonare la Tromba all’età di 5 anni e a 15 si diploma al Conservatorio Giuseppe Verdi di Torino. Nel 2000 pubblica “Fast Flight”, Il primo disco a suo nome. nel 2002 esce il primo Disco Degli High Five intitolato “Jazz For More”, al quale seguirà “Jazz Desire” nel 2004, per La prestigiosa Blue Note “Five For Fun”. Nel 2008 e “Split Kick” per Blue Note Japan nel 2010. Fin dall’inizio della sua carriera Fabrizio può vantare collaborazioni importanti come, fra i tanti, Gianni Basso, Enrico Pieranunzi, Rosario Giuliani, Charlie Haden, Carla Bley.Con La Blue Note, pubblica nel 2007 uno dei suoi Dischi più importanti, “You’ve Changed”, in Quartetto e 13 archi magistralmente arrangiati da Paolo Silvestri, con alcuni ospiti come Stefano Di Battista, Bebo Ferra, Dianne Reeves e Sergio Cammariere, al quale deve l’ingresso nel mondo del Pop e la sua prima apparizione al Festival di Sanremo.

Leggi altro

Blues, funky e soul: Francesco Piu in concerto allo Spazio Teatro 89 di Milano sabato 23 febbraio

MILANO – Esponente di spicco della scena blues nazionale, il cantante e chitarrista Francesco Piu sarà il protagonista del nuovo appuntamento della rassegna “Milano Blues 89”, in programma sabato 23 febbraio allo Spazio Teatro 89 di Milano (inizio live ore 21.30; ingresso 10-13 euro).

Nell’auditorium di via Fratelli Zoia 89, Piu festeggerà i 15 anni da solista e pescherà nel meglio del suo repertorio, eseguendo, tra gli altri, brani tratti dall’album “Peace & Groove”, caratterizzato da sonorità soul e rhythm’n’blues e realizzato in collaborazione con lo scrittore Salvatore Niffoi, e dal più recente “The Cann O’ Now Sessions”, in cui il soul si sposa con il blues. Con lui, sul palco, ci saranno Silvio Centamore (batteria ed elettronica) e Samoel Scotton (percussioni).

 

Leggi altro

Lampedusa con Donatella Finocchiaro e Fabio Troiano 21 FEBBRAIO CASA DELLA MUSICA

Lampedusa

di Anders Lustgarten

con Donatella Finocchiaro e Fabio Troiano

Regia di Gianpiero Borgia

21 FEBBRAIO ORE 21 – CASA DELLA MUSICA 

“Un’escursione coraggiosa nelle acque oscure della migrazione di massa” The Guardian

Il flusso migratorio che percepiamo come sempre più inarrestabile sarà il vero problema delle politiche comunitarie del prossimo decennio. La nostra Europa, che avevamo immaginato senza confini, rivendica adesso la geografia dei perimetri nazionali; il metissage multietnico proposto dalla mescolanza delle culture, viene allontanato in nome del rispetto della propria etnia e delle proprie tradizioni, il populismo avanza dileggiando soluzioni semplici a problemi altamente complessi. E i muri che pensavamo di avere abbandonato alla memoria della storia , tornano ad erigersi con prepotenza.

Su tutto, domina la paura dell’altro e lo spettro degli attentati nel cuore delle nostre città.

 

Leggi altro

Il Francesca Ajmar Quintet con la presenza prestigiosa di Hector “Costita” Bisignani in concerto al Rossini Jazz Club di Faenza

Francesca Ajmar Quintet feat. Hector “Costita” Bisignani

Francesca Ajmar. voce
Michele Franzini. pianoforte
Tito Mangialajo Rantzer. contrabbasso
Vittorio Sicbaldi. batteria
Hector “Costita” Bisignani. sax tenore

Rossini Jazz Club

Faenza. Piazza del Popolo, 22

Giovedì 21 febbraio 2019. ore 22
ingresso libero

web: www.bistrorossini.it
social network: facebook.com/rossini.jazzclubtwitter.com/rossinijazzclubinstagram.com/rossinijazzclub

Giovedì 21 febbraio 2019, la stagione musicale del Rossini Jazz Club di Faenza presenta il concerto del Francesca Ajmar Quintet feat. Hector “Costita” Bisignani: la formazione è composta da Francesca Ajmar alla voce, Michele Franzini al pianoforte, Tito Mangialajo Rantzer al contrabbasso, Vittorio Sicbaldi alla batteria e Hector “Costita” Bisignani al sax tenore. La rassegna diretta da Michele Francesconisi presenta in questa stagione con due cambiamenti sostanziali: il Bistrò Rossini di Piazza del Popolo è il nuovo “teatro” per i concerti che si terranno di giovedì. Resta immutato l’orario di inizio alle 22. Il concerto è ad ingresso libero. Leggi altro

Recensione: ” ThinkOfThree feat. Alfonso Deidda” per Live Tones

Di Clementina Abbamondi

Un nuovo successo il concerto organizzato dal “Live Tones” nella hall dell’Albergo delle Terme di Agnano: I“Think of Three” con Alfonso Deidda “ special guest”. Il trio è formato da Alessandro Castiglione alla chitarra,Antonio Napolitano al contrabbasso e Massimo Del Pezzo alla batteria.

Alfonso Deidda classe ’70 è figlio e fratello d’arte.Diplomatosi al Conservatorio di Salerno in sassofono ha svolto contemporaneamente un’intensa attività di concertista jazz esibendosi sia come sassofonista sia come flautista,pianista,tastierista e percussionista.Si diploma con lode in musica jazz presso il Conservatorio di Musica di Napoli.Dopo aver collaborato con moltissimi artisti italiani ha fondato una propria band “Cuban Stories” dalle contaminazioni più propriamente latin jazz proponendo un repertorio basato su sue composizioni.Nel 2015 presenta il primo disco,in veste di leader dal titolo”Lucky Man” ‘‘dedicato alla memoria dell’amico trombonista salernitano Fortunato Santoro”,dove Deidda dà sfoggio delle sue doti di compositore,leader e strumentista.

Alessandro Castiglione ,nato a Napoli negli anni ’70,inizia gli studi da autodidatta studia in seguito con Sandro Coppola e Corrado Paonessa per poi proseguire da solo il percorso di formazione musicale jazzistica.Nel 1994 inizia un’intensa attività di concerti accompagnando Tony Cercola,Enzo Gragnaniello,Marco Zurzolo.Nel 1995 entra nel gruppo degli Almanegretta,partecipa a numerosi festivals e rassegne collaborando con Pino Daniele,Litfiba,Lucio Dalla,Danilo Rea.Nel 1997 suona con Teresa De Sio e partecipa a svariati progetti teatrali .Nel 2008 incontra Dario Deidda col quale inizierà una amicizia ed una intensa collaborazione musicale che dà vita alla band “6 in jazz” con Sandro Deidda,Guglielmo Guglielmi,Pierpaolo Bisogno,Aldo Vigorito,Peppe La Pusata. Nel 2012 suona con Stefano Di Battista : Attuamente continua l’attività di insegnamento e di concerti in varie formazioni.

Leggi altro

« Vecchi articoli