Musica per Roma appuntamenti 19 – 26 maggio Auditorium e Casa del Jazz

Per la prima volta in un tour dal vivo, apre con un live imperdibile la settimana dell’Auditorium Giorgio Moroder, il “padre delladisco music”, se non addirittura il fondatore della dance elettronica, premio Oscar e pluripremiato ai Grammy Awards. A Celebration of the 80’s vedrà il cantautore, produttore e DJ italiano esibire i momenti salienti della sua prolifica carriera in uno spettacolare show teatrale al fianco della sua band. Ancora grande musica internazionale con l’arrivo di Alice Merton, l’artista rivelazione di quest’anno che arriva in Auditorium con il nuovo attesissimo tour che sta registrando numerosi sold out sui palchi più prestigiosi di tutto il mondo. Ma la settimana dell’Auditorium sarà ricca soprattutto di grandi big italiani, a partire da Simone Cristicchi, finalmente in concerto a Roma dopo aver incantato il pubblico del Festival di Sanremo con Abbi cura di memusicista, compositore, autore e attore capace di creare uno spettacolo perfetto con parole e suoni che trattano argomenti importanti, spinosi, poco o mai affrontati, con delicatezza, ma anche con ironia e sardonico sarcasmo. Lunedì 20 sarà la volta  di Roberto Vecchioni, che torna in Auditorium con uno spettacolo dedicato ai brani del nuovo album e ai suoi grandi classici, in una narrazione che tiene insieme la musica, la parola e l’immagine. La stessa sera sul palco della Sala Santa Cecilia sarà in concerto Paola Turci: grinta, talento, fascino e determinazione oltre a una splendida voce da contralto sono le caratteristiche che rendono sempre magici i suoi live. E ancora attesissimi i grandi ritorni di Fiorella Mannoia, con Personale TourElisa che presenterà il nuovo album Diari Aperti e riproporrà i suoi brani più celebri, e Noa una delle voci internazionali più emozionanti, un’artista unica capace di cambiare ed evolversi in ogni progetto, che torna con il nuovo progetto discografico, Letters to Bach.

Alla Casa del Jazz per la rassegna Giovani Leoni presenterà il suo primo album First Name Oona la cantautrice Oona Rea, che si è avvalsa per il disco registrato proprio alla Casa del Jazz di importanti artisti quali Luigi Masciari, alla chitarra e agli arrangiamenti, Alfredo Paixão al basso, e Alessandro Marzi, che ha aggiunto una batteria e Danilo Rea al pianoforte. Infine sabato 25 maggio la Emme Record Label festeggia i suoi 50° e 51° album in catalogo e lo fa con Emmanuel Losio Group e The Sycamore. Un quintetto capitanato dal chitarrista argentino Losio e il sestetto dei The Sycamore, saranno i protagonisti di questa festa con alcuni tra i più interessanti talenti Jazz della nuova generazione.

Leggi altro

FUERA – Esce oggi 17 maggio “La mosca pazza”, nuovo singolo e settimo estratto dall’album-playlist, “Nuovo Vintage”. Annunciata la tappa napoletana del tour: live il 6 giugno presso la Rotonda Belvedere

Esce oggi 17 maggio “La mosca pazza”, nuovo

 singolo dei FUERA e settimo estratto

dall’album-playlist “Nuovo Vintage”

 Napoli, 17 maggio – Si espande il perimetro di un album ‘liquido’ come “Nuovo vintage”, la play-list di inediti in continuo aggiornamento, firmata FueraOggi, infatti, tocca a “La mosca pazza” atterrare su tutte le piattaforme streaming con il suo apparentemente fastidioso ronzio: in realtà, su un groove dal gusto Anni ’90 prendono forma sonora inaspettate influenze jazz-rock. La giovane band di Nola, dunque, continua a dar voce alla sua creatività ‘fuori dal coro’, in attesa della partecipazione – il 24 maggio – al MI AMI Festival e del “Nuovo Vintage” Tour, di cui è stata annunciata la prima tappa napoletana: il 6 giugno presso la Rotonda Belvedere, infatti, i Fuera si esibiranno per l’Hellheaven11, format che dà spazio agli emergenti rap/trap/urban.  

 

La mosca pazza

“La mosca pazza” è una chiara dimostrazione del modo in cui i Fuera amano giocare con la musica e con le parole, un divertito e divertente esercizio di stile che si presenta a tutti gli effetti come una assoluta novità della playlist-album, “Nuovo Vintage”.

Il producer Jxmmyvis serve una strumentale tutta groove e breakbeat dal gusto 90’s che allontana per un attimo la band dalla cassa in quarti e dall’elettronica più spinta, a vantaggio di un suono influenzato dal jazz-rock in una forma sperimentale. Il nuovo viaggio lisergico dei cantanti ed autori, Same e Diak, ha luogo questa volta nel corpo di una mosca fastidiosa e molto difficile da scacciare via.

In fondo dare fastidio, provocare e volare liberi in qualsiasi direzione sono caratteristiche che accomunano fortemente i Fuera all’insetto in questione: “Il nostro istinto creativo non è nato per andare in un’unica direzione ma si muove con scatti improvvisi e imprevedibili anche per noi. Nella nostra vita ci è capitato di pensare spesso che si dovesse calcolare ogni singola mossa per proseguire nel proprio percorso e realizzarsi, sia lavorativamente che come individui. È importante darsi degli obiettivi senza mai tralasciare, però, l’istinto e la parte di noi in apparenza più folle e irrazionale. Una mosca pazza, appunto, se ne frega di tutto e nessuno potrà mai immaginare il suo prossimo passo. Ecco, noi siamo quella mosca!

 

 

NUOVO VINTAGE TOUR

(date in aggiornamento)

24 MAGGIO – MI AMI FESTIVAL – MILANO

6 GIUGNO – ROTONDA BELVEDERE – NAPOLI

8 GIUGNO – CORE FESTIVAL – TREVISO

14 GIUGNO – TRAPICANA BY TOUCH THE WOOD – BUTTERFLY – ROMA

29 GIUGNO – KONCA MUSIC FEST – MONTEPULCIANO (SI)

4 LUGLIO – TANTA ROBBA FESTIVAL – CREMONA

12  LUGLIO – RIOT CONCEPT – RIETI 

20 LUGLIO – GOA BOA FESTIVAL – GENOVA

10 AGOSTO – SEALAND MUSIC FESTIVAL – PORTO SANTO  STEFANO (GR)

 

 Nuovo Vintage

Il flusso di immagini e pensieri rappati, cantati o urlati da Same e Diak sulle strumentali elettroniche di Jxmmyvis raccontano il punto di vista di tre giovani campani (nello specifico, di Nola in provincia di Napoli), che si sentono per certi versi estranei al mondo che li circonda, e ne cercano una chiave di lettura attraverso la musica. La loro crescita personale, infatti, va di pari passo con quella artistica: i Fuera si lasciano guidare dall’istinto puro e da una curiosità innata che li porta continuamente a dubitare, indagare e sperimentare.

E’ con questa attitudine che la band produce “Nuovo Vintage”, una raccolta di brani che vengono periodicamente rilasciati sull’omonima playlist, come tasselli di un puzzle che vuole, nel suo insieme, mostrare uno spaccato del nostro tempo: insoddisfazione, ansia socialmente generalizzata, emarginazione, ma anche voglia di riscatto, amore e umanità. La giungla di suoni che gli fa da scenario attinge elementi dal big beat e dalla deep house così come dalla new wave e dalla musica ambient, il tutto rimescolato con un’attitudine pop inedita per il gruppo. Mentre in “The Black Racism”, album di debutto pubblicato nel maggio del 2017, le produzioni di Jxmmyvis volevano quasi sempre trasportare l’ascoltatore fuori dalla propria coscienza, questa volta l’impatto è più diretto e deciso grazie a giri di basso killer e, in generale, ad un’accurata sintesi dei suoni portanti. Lo stesso vale per i testi, sì densi di introspezione e riflessioni come nel disco precedente, ma più a fuoco e concreti nei contenuti.

 

L’ossimoro “Nuovo Vintage” è un esempio di come i Fuera giochino con le contraddizioni, i contrasti e le associazioni tra vecchio e nuovo, tra realtà ed immaginazione. In loro non manca l’arroganza (figlia dell’inclinazione rap e urban con cui il gruppo si è formato) nel pensare di avere qualcosa di originale da dire e di farlo in un modo nuovo, così come la volontà di coinvolgere il pubblico in un progetto musicale che vuole essere, senza mezzi termini, la rivelazione di oggi e il culto di domani.

 

 

ASCOLTA “NUOVO VINTAGE” SU SPOTIFYhttps://spoti.fi/2I1bByj

 

GUARDA “MANDARINO” SU YOUTUBEhttps://bit.ly/2Mz0rz3

 

 

FUERA SONO:

Jxmmyvis – LUIGI VISCONTI (produttore);

Same – MICHELE DE SENA (autore – cantante);

Diak – ANTONIO GENOVESE (autore – cantante).

 

SEGUILI SU:

Facebook – https://bit.ly/2D28rHp

Instagram – https://bit.ly/2HuiG99

 

Ufficio Stampa

Chiara Ricci

+393395923443

ricci.communication@gmail.com

ARS NOVA NAPOLI – Esce oggi “La catalana”, il singolo che anticipa il nuovo album “E senza acqua la terra more”. SOLD OUT, l’appuntamento live del 23 maggio all’Auditorium Novecento

ARS NOVA NAPOLI

 Esce oggi 17 maggio “La catalana”

 https://www.youtube.com/watch?v=_XGHNDv8dcg

 Il singolo che anticipa il nuovo album, “E senza acqua la terra more”, in uscita il 24 maggio per Apogeo Records

 

Napoli, 17 maggio 2019 – Esce oggi “La catalana”, il singolo – accompagnato da un videoclip live – che anticipa il nuovo disco degli Ars Nova Napoli: la dimensione dal vivo, infatti, meglio esprime il potenziale performativo di una band, compiuto esempio di contaminazione musicale, che da realtà “busker” si avvia ad una nuova fase, più matura e consapevole. Non stupisce, quindi, che l’appuntamento con il concerto di “Secret Release Party” sia andato sold-out nel giro di 48 ore circa, dall’annuncio dello stesso sui social: gli Ars Nova si esibiranno, giovedì 23 maggio alle ore 21, presso l’Auditorium Novecento di Napoli. A dieci anni dalla nascita del gruppo, dunque, uscirà per l’etichettaApogeo Records il nuovo album, “E senza acqua la terra more”, disponibile dal 24 maggio su CD e su tutte le piattaforme digitali. Il secondo lavoro in studio della giovane ensemble raccoglie la ricerca musicale degli ultimi due anni, culminata per la prima volta nella realizzazione di inediti.

 

La catalana

‘La catalana’ – racconta il fisarmonicista del gruppo, Marcello Squillante – è un brano di Davide Puffo Chimenti, scritto una ventina di anni fa, durante un suo viaggio con gli storici Scetavajasse, tra la Svizzera e il Piemonte. Per la composizione del pezzo si fece inspirare da un ritmo molto diffuso in Spagna e Portogallo, il Paso Doble, che Davide aveva ascoltato da un vinile ritrovato nella spazzatura a Ginevra, di musiche tradizionali iberiche suonate da gitani.

Nella versione degli Ars Nova figurano come ospiti Lorella Monti Cristina Vetrone, voci delle Assurd, che prima di loro avevano eseguito il brano ma mai inciso, Alessandro de Carolis ai flauti, e l’autore stesso, Davide Chimenti.

 

CREDITS SINGOLO

Parole e musica di Davide Chimenti

Arrangiamenti degli Ars Nova Napoli

Registrato e missato da Fabrizio Piccolo presso l'”Auditorium Novecento” di Napoli

Masterizzato da Max Carola presso la Maxsound

 

Prodotto ed edito da Upside srl per Apogeo Records

Distribuito da Altafonte Network

 

 

Gli Ars Nova Napoli sono:

 Antonino Anastasia – Tapan, tamburi a cornice, percussioni

Bruno Belardi – Contrabbasso, chitarra battente

Michelangelo Nusco – Violino, mandolino, baglamas

Marcello Squillante – Voce, fisarmonica, chitarra

Vincenzo Racioppi – Mandolino, charango

Gianluca Fusco – Voce, organetto, chitarra, gaita

 

 

SEGUILI SU:

Facebook

Instagram

 

 

Ufficio Stampa

Chiara Ricci

+393395923443

ricci.communication@gmail.com

Presso l’Istituto Italiano per gli Studi Filosofici di Napoli il cantautore R. M. Giordi presenta l’album “Il Sogno di Partenope

Roberto Michelangelo Giordi

Il Sogno di Partenope”, il quarto album del cantautore napoletano di stanza a Parigi, pubblicato dalla label francese Disques Dom Forlane e prodotto da Piero De Asmundis, verrà presentato nell’ambito dell’incontro
Se i giacobini tornassero… Partenope tra canto, sogno e resistenza.
Lunedi 20 Maggio ore 18.30, ingresso libero.
Presso Istituto Italiano per gli Studi Filosofici
Via Monte di Dio 14, Napoli

Rievocare il canto di Partenope tra mito e modernità, tra storia e innovazione, tra oppressione e resistenza.

Interverranno: Gino Aveta (autore televisivo RAI e responsabile dell’Archivio Sonoro della Canzone Napoletana), Alfredo d’Agnese (Docente di Comunicazione e linguaggi musicali – Università Suor Orsola Benincasa e giornalista). Coordina Nicola Capone (dottore di ricerca in Filosofia del diritto presso l’Università di Salerno).


Il cantautore napoletano, dall’indiscutibile fascino vocale, riformula nuovi orizzonti per la canzone partenopea rimescolando la tradizione con il jazz e la world music.
Roberto Michelangelo Giordi è vincitore della XIII edizione di “Botteghe d’Autore” ed è in finale a Musicultura 2019 con il brano ““Cronache globali degli anni Zero”
Guarda la sua esibizione http://bit.ly/2UazbcD

[ATTENZIONE link da non divulgare per favore]
https://bit.ly/2U5jVxC
Download press kit per Recensione Album

Guarda il videoclip di “Fenesta vascia” feat. Daniele Sepe
https://youtu.be/t80tohw_Ayg
dal minuto 39 podcast – Radio Rai3
https://www.raiplayradio.it/audio/2019/04/Zaz195160—Sud-atomico-13e038f6-3a2d-4da5-934b-43fde9c01cc0.html
Ascoltalo su Spotify
https://open.spotify.com/album/2ALqkgTMGQcXAX4ynHAa9p?si=cedqQ3S3SPiC7a1EQfZc8A Leggi altro

BLUSANZA l’album d’esordio di SETAK

BLUSANZA

l’album d’esordio di Setak

videoclip Marijehttps://youtu.be/hamlGq67YYg

in uscita venerdì 17 maggio 2019

concerto di presentazione

domenica 26 maggio ore 21, Auditorium Parco della Musica di Roma

Si chiama “Blusanza”, l’album d’esordio del cantautore Nicola Pomponi, in arte Setak, in uscita venerdì 17 maggio in Italia.  Originario di Penne, un piccolo paese in provincia di Pescara, ma da anni residente a Roma, Setak raccoglie queste prime 11 canzoni in un album corale, intimo e sincero, in cui gli incontri, le esperienze, le visioni e i personaggi descritti vengono cantanti con arte e sapienza, in una sorta di “Spoon River” nostrana.

Setak aveva già fatto parlare di sé un anno fa, quando pubblicò su youtube il video del brano Marije, riscontrando subito l’attenzione di pubblico e critica. A questo, sono poi seguiti i video di Dumane ha ‘ggià ‘rrivatee Alè Alessa’, fino alla pubblicazione di questo atteso primo album che verrà presentato domenica 26 maggio, all’Auditorium Parco della Musica di Roma.

Il nome “Blusanza”, ovvero blues e transumanza, sentimento e appartenenza, vuole intendere una condizione dell’anima, uno sguardo sul mondo, la ricerca delle radici e gli spostamenti continui, nella ricerca continua di un nuovo futuro. Attraverso questo “meticciato dell’anima”, Setak riesce a scavare nei ricordi, trovando emozioni potenti e senza tempo grazie alle quali, anche gli ascoltatori, possono orientarsi e riconoscersi.

Leggi altro

CESARE CREMONINI: guarda il VIDEO del grande ritorno negli stadi nel 2020

IL GRANDE RITORNO DI
CESARE CREMONINI   NEGLI  STADI     
GUARDA IL VIDEO QUI: 
https://lne.box.com/s/ep65jaw0mobg4nqxhwqtukq0cka4j794
Ecco le prime città di #Cremonini2C2CSTADI!

domenica 26 maggio, nuove grande notizie! #2C2C

Lignano • Stadio G. Teghil
Milano • Stadio San Siro
Torino • Stadio Olimpico
Padova • Stadio Euganeo
Roma • Stadio Olimpico
Firenze • Stadio A. Franchi
Bari • Stadio Arena Della Vittoria

Arriva il Roma Summer Fest il festival musicale della capitale

ARRIVA IL ROMA SUMMER FEST

IL FESTIVAL MUSICALE DELLA CAPITALE NELLA CAVEA DELL’AUDITORIUM

DAL 23 GIUGNO FINO AL 2 AGOSTO OLTRE UN MESE DI MUSICA DAL VIVO

 

UN CARTELLONE PENSATO PER UN PUBBLICO DI TUTTE LE ETÀ

PER BALLARE ANCHE QUEST’ANNO NELLA CAVEA IN VERSIONE STAND UP

 

Il 23 giugno inaugura la nuova stagione estiva della Fondazione Musica per Roma all’Auditorium Parco della Musica, più di un mese di concerti dal vivo molti dei quali sarà possibile ascoltare in piedi. Dopo l’apertura con il doppio concerto dei Maneskin il 23 e il 24 giugno, la cavea ospiteràun festival nel festival, RETAPE, una woodstock dedicata alla scena musicale romana con ospiti speciali come Fabrizio Moro, Roberto Angelini, Ainè (28 giugno).

E fino al 2 agosto il Roma Summer Festival sarà il nuovo palcoscenico dell’estate romana con ospiti internazionali come Thom Yorke, Steve Hackett, Skunk Anansie, Tears for Fears, Thirty Second To Mars, Toto, Aurora, Diana Krall, Ben Harper, Take That, Apparat, The Cinematic Orchestra, Rufus Wainwright, Angelique Kidjo e molti altri per una stagione unica in Europa.

Tra gli artisti italiani novità come Gazzelle, Irama, Bowland, Maneskin e Il Volo, e grandi big daFiorella Mannoia a Massimo Ranieri, da Gigi Proietti ai Carmina Burana e a Federico Zampaglione dei Tiromancino e molti altri per un’esperienza straordinaria in una venued’eccezione.

 

 

 

 

Ufficio Comunicazione Strategica Fondazione Musica per Roma
Lucia Ritrovato, Responsabile Comunicazione
l.ritrovato@musicaperroma.it
Tel. +39 339 7864187
Giorgio Enea Sironi, Ufficio Stampa
Eleonora Donati, Ufficio Stampa
ufficiostampa@musicaperroma.it
Tel. +39 06 80241 228 / 583

The Taste of a 2nd Life – Il nuovo lavoro discografico di Gabriele Buonasorte // Time Lapse

“The Taste of a 2nd Life”

il nuovo album di

“Gabriele Buonasorte // Time Lapse”

in uscita il 24 maggio 2019

Un nuovo progetto realizzato con una nuova esplosiva formazione. Dopo 5 anni che lo hanno visto impegnato nella produzione artistica e come sideman, Gabriele Buonasorte torna sulla scena jazzistica con un nuovo lavoro discografico “The Taste of a 2nd Life” e lo fa affiancato da tre musicisti eccezionali, Greg Burk, Gabriele Lazzarotti e John B. Arnold.

 

L’uscita del disco, prevista per il 24 maggio, è preceduta dalla presentazione live, venerdì 17 maggio, sul palco del Boogie Club a Roma.

Leggi altro

Roberto Bolle all’Arena Flegrea lo show finale il 19 maggio

Dopo un’assenza di oltre 8 anni, torna finalmente a Napoli Roberto Bolle e lo fa con una delle sue creazioni cui tiene di più: OnDance, la grande festa della danza che l’anno scorso ha letteralmente travolto, alla sua prima edizione, la città di Milano e che quest’anno inizierà la sua allegra invasione proprio dal capoluogo partenopeo (18 e 19 maggio) da sempre entusiasta sostenitore dell’Étoile scaligera.

Una due giorni di danza diffusa che vedrà uno dei suoi centri nevralgici sul Lungomare in piazza Vittoria con open class tutto il giorno (dalle 9.00 alle 13.45 e dalle 16.00 alle 20.00) di yoga, danza bimbi, classica, modern, contemporanea, hip hop e tango. Qualificata la presenza della street dance – alle 18.00 di sabato in Piazza Dante – dell’attesissimo Red Bull Dance Your Style Qualifier, che decreterà i due finalisti che si uniranno ai 14 ballerini già confermati per la National Final di Milano del 26 maggio. Il Red Bull Dance Your Style è un evento dal format unico: sfide 1 vs 1, che vedono protagonisti ballerini e ballerine di tutte le discipline della Street Dance e in cui il pubblico è l’unico giudice.

Sempre il sabato, di sera, sono previsti due grandi ritrovi sotto le stelle nel cuore della città. Il primo alle 21.00 sarà al ritmo dello swing in Piazza del Municipio e il secondo, a partire dalle 22.00, nel suggestivo contesto del Maschio Angioino con il conturbante tango fino a notte fonda. 

Il sabato pomeriggio Roberto Bolle insieme con lo scrittore Maurizio De Giovanni, incontrerà i bambini del centro di Forcella titolato ad Annalisa Durante, giovane vittima della malavita, diventato simbolo del coraggio e della voglia di riscatto di un quartiere e di un’intera città.

La prima edizione di OnDance a Napoli si chiude poi la domenica sera con un grande show all’Arena Flegrea aperto a tutta la città.
Protagonista Roberto Bolle accompagnato da grandi ballerini e da amici provenienti dal mondo della musica e delle altre arti. C’è ancora riserbo su cast e programma della serata, anche se è già trapelato che tra i grandi numeri ospiti previsti, ci sarà anche un’inedita esibizione di Bolle con Andrea Bocelli e Stefano Bollano per la prima volta insieme sullo stesso palco.

I biglietti per il Final Show all’Arena Flegrea saranno disponibili – da mercoledì 8 maggio alle ore 12.00 – sul sito www.arenaflegrea.com, su   www.etes.it e in tutti gli ETES point (http://www.etes.it/puntiVendita.jsp).  Il valore del biglietto è di Euro 5 cad. e sarà interamente devoluto al Centro di Forcella titolato ad Annalisa Durante a sostegno di alcuni dei loro progetti.

Tutte le altre iniziative sono, come sempre e volutamente, gratuite con iscrizione tramite il sito www.ondance.it.

Lunedi 27 maggio Teatro dei Salesiani di Caserta con Enzo Anastasio

 

Un’orchestra pop di 76 elementi tutti alunni della scuola Salesiana (dai 7 ai 18 anni, elementari, medie e superiori). La sfida è partita dal basso: giovani non musicisti e non professionisti (al momento) ed i genitori con voglia di proiettare i figli in un contesto di rilievo culturale.

Alla direzione orchestrale, agli arrangiamenti ed a a selezionare i giovani alunni e seguirli musicalmente il prof. di musica della scuola Salesiana M.ro Enzo Anastasio,  già noto al mondo musicale e discografico (il suo ultimo cd “THROUGH THE SKY”, registrato anche in collaborazione con star d’oltreoceano, è subito balzato in vetta a varie classifiche internazionali). A sostenere e collaborare con Anastasio in orchestra c’è il docente Massimo Barone ed a raccogliere ed alimentare i sogni, il direttore dei Salesiani Don Gino Martucci.

Il connubio di voglie, professionalità e strategie è già in corso; i giovani saranno impegnati in questo mese in due importanti concorsi e concluderanno il ciclo annuale il 27 maggio con un gran concerto presso il teatro dei Salesiani a Caserta.

« Vecchi articoli