BRUNORI, RUGGERI, MIRKOEILCANE E MOLTO ALTRO A VOCI PER LA LIBERTÀ 2018

Saranno quattro giorni pieni di musica di qualità e di attenzione ai temi dei diritti umani quelli dal 19 al 22 luglio a Rosolina Mare, in provincia di Rovigo, con la 21a edizione di “Voci per la Libertà – Una Canzone per Amnesty”. Brunori sasvincitore del Premio Amnesty Italia, sezione Big, sarà uno dei protagonisti di un programma ricco di eventi, che sosterrà la campagna di Amnesty International “La solidarietà non è reato” e vedrà tra gli ospiti Enrico RuggeriMirkoeilcane e la Med Free Orkestra.

Grandi artisti che si alterneranno sul palco di Piazzale Europa con otto band e cantautori provenienti da tutta Italia, da Bergamo a Pantelleria, da Venezia a Napoli, in concorso per il Premio Amnesty Italia, sezione Emergenti, dedicato ai migliori brani legati alla Dichiarazione universale dei diritti umani. Il contest proporrà le semifinali il 20 e 21 luglio e la finale fra i cinque migliori il 22 luglio.

Continua a leggere

XXII Edizione del Premio Internazionale Massimo Urbani a Camerino: i nuovi talenti del jazz italiano

di Clementina Abbamondi

Si è svolto a Camerino l’8 e il 9 giugno 2018 la xxII edizione del Premio Internazionale Massimo Urbani ,il più importante concorso per solisti jazz italiano.E’ stato istituito da Paolo Piangiarelli,produttore della casa discografica “Philology”ed è intitolato a Massimo Urbani geniale sassofonista romano prematuramente scomparso .Il Premio ha l’obiettivo di valorizzare i giovani jazzisti emergenti ,contribuendo allo sviluppo della loro carriera artistica. Dopo il terremoto del 2016 l’organizzazione ha pensato che fosse stato importante “portare in giro per l’Italia il Premio Massimo Urbani”anche con l’obiettivo di accendere un riflettore sulle terre martoriate. Così ad aprile a Torino e a Roma si sono svolte le semifinali dove si sono messi in luce 10 talentuosi giovani.:

Vittorio Cuculo sax-Claudio jr De Rosa sax-Gabriel Francesco Marciano  sax-Andrea Paternostro sax-Attilio Sepe sax-Leonardo Roselli sax-Vittorio Esposito piano-Tommaso Perazzo piano-Ottavia Rinaldi arpa-Federica Muscas.che hanno partecipato a Camerino alla fase finale .Il primo giorno presso i Licei di Camerino il gruppo Alberto Napolioni Trio con la guest Maurizio Urbani al sax ha dato il via alla manifestazione con un concerto durante il quale si potevano degustare i prodotti del territorio :salumi e formaggi,pasta e bere birra e vini dei produttori locali.Subito dopo si sono esibiti i 10 finalisti davanti al pubblico e alla giuria composta da Fabrizio Bosso,Rosario Giuliani ,Ada Montellanico ,gli altri giurati Massimo Moriconi ,Massimo Manzi ed Andrea Pozza hanno accompagnato con i loro strumenti i concorrenti che hanno presentato due brani a testa.Finito l’ascolto la giuria ha deliberato assegnando prima le borse di studio quella      di Nuoro jazz al sassofonista Gabriele Francesco Marciano e quella di Umbria jazz al pianista Vittorio Esposito.Il premio social è stato assegnato al sassofonista Vittorio Cuculo e il premio della critica e del pubblico al vincitore del Premio Internazionale Massimo Urbani il pianista Tommaso Perazzo che aveva incantato pubblico e giuria proponendo due bellissimi brani “GoldenEarrimg” di Victor Young e “Oleo” di jonny Rollins.E’ invece arrivato secondo il sassofonista      Claudio jr De Rosa che ha ricevuto i complimenti di Ada Montellanico,membro della giuria, per la sua bellissima esibizione e un augurio per una splendida carriera .Claudio jr De Rosa si era già presentato sul palco di Umbria jazz Spring a Terni con il suo gruppo dove aveva presentato il suo ultimo cd “Groovin’ up”ricco di bellissimi brani originali composti da Claudio ed alcuni standard interpretati splendidamente con un sound di grande impatto.Terzi classificati al Premio a pari merito  i sassofonisti Vittorio Cuculo e Andrea Paternostro. Continua a leggere

Concerto del Cuore Evento benefico a favore della ricerca per le malattie cardiovascolari con Gigi D’Alessio

Sono aperte le prevendite per il Concerto del Cuore con Gigi D’Alessio, che si terrà sabato 29 settembre al Teatro degli Arcimboldi di Milano.

L’evento benefico avrà luogo nella Giornata Mondiale per il Cuore, quale momento conclusivo della Campagna di sensibilizzazione e prevenzione sulle patologie cardiovascolari Love the Beat, che intende sostenere il Progetto COR del Gruppo ospedaliero San Donato Foundation.

Cantautore, autore, compositore, Gigi D’Alessio accompagnato dal suo pianoforte e dalla sua band ci farà “battere il cuore” in una speciale serata musicale interamente dedicata al sostegno della ricerca sul cuore della GSD Foundation e del progetto COR, nato per migliorare le cure e prevenire le malattie cardiovascolari, ancora oggi prima causa di decesso al mondo.

Il cantautore del cuore, come molti amano definirlo, salirà sul palco insieme alla sua inseparabile famiglia musicale: Alfredo Golino alla batteria, Giorgio Savarese e Lorenzo Maffia alle tastiere, Roberto D’Aquino al basso, Maurizio Fiordiliso e Pippo Seno alle chitarre. Continua a leggere

ONLINE IL VIDEO LOL DEI ROULETTE CINESE

Un viaggio alla ricerca dell’equilibrio tra ideale e reale su un filo sottilissimo che diventa percorribile solo quando si individua attraverso il silenzio, l’ascolto, la lentezza e addirittura il “non fare” a tutti i costi, l’azione più decisa. Con “Lol”, terzo singolo contenuto nel recente lavoro discografico dei Roulette Cinese LP (Elle Pi), pubblicato dalla Soter e distribuito dalla Believe Distribution Service, il presente prende forma perché si smette di dargliene una preconfezionata.

Il videoclip, realizzato da Alchemical Body, vede alla regia e al montaggio il videomaker Gianluca Zenone e alla fotografia la visual-artist Simona Giuggio. Gli artisti coinvolti, Joe Raggi, Betty Cembrola, Max Tona e Francesco Perugini, hanno realizzato una testimonianza di quella che è stata una sorta di performance concettuale generata dall’unione delle personalità che si sono messe in gioco.

Continua a leggere

Due nuove mostre fotografiche a Passaggi Festival della Saggistica LETIZIA BATTAGLIA E ANDREA BARBATO Le ‘rielaborazioni’ della fotografa palermitana e le foto inedite che ritraggono il grande giornalista tra lavoro e vita privata

Fano, 12 giugno 2018 – Non chiamatela fotografa di mafia perché vi risponderà che è “un’etichetta insopportabile”. Letizia Battaglia, nata a Palermo 83 anni fa, è la più famosa e importante fotoreporter italiana, prima donna ad essere assunta con questo incarico in un giornale. Il giornale era L’Ora di Palermo, anno 1974, e Letizia aveva già 40 anni. Da quel momento ha fotografato di tutto, come deve un fotografo di cronaca. Solo che lei le foto scattate per documentare i morti di mafia degli anni di piombo a Palermo, le ha utilizzate “per raccontare alla gente quanto brutta, sporca e cattiva fosse la mafia”, per dirla con le sue parole.

Le fotografie di questa donna dalla vita e dalla carriera straordinarie saranno esposte nella mostra Punctum Donna nell’ambito di Passaggi Festival della Saggistica, in programma a Fano dal 27 giugno al primo luglio (Palazzo de Pili, Casarredo, dal 27 giugno al 10 agosto, ingresso gratuito). La mostra riunisce alcune delle foto della documentazione dei fatti di mafia scattate in circa venti anni, rielaborate, “rivitalizzate”, come spiega l’autrice, mettendo un “punctum” diverso: davanti alla foto di un uomo che spara, o di un morto ammazzato, la Battaglia ritrae un’immagine femminile, come il ventre nudo di una donna, “che dà vita”, o quella di donne bagnate, “perché l’acqua pulisce”. E così attraverso il soggetto a lei più caro – la donna –la Battaglia sostituisce la morte con la vita, lavorando sull’essenza dell’immagine, il punctum, che Roland Barthes nel suo “La camera chiara” definisce “quella fatalità che” in una fotografia “mi punge (ma anche mi ferisce, mi ghermisce)”.

Continua a leggere

Pablo Ziegler e Marco Albonetti Trio: un Grammy Award al Ridotto del Teatro Masini di Faenza per il SaxArts Festival 2018

Giovedì 14 e venerdì 15 giugno 2018, il SaxArts Festival 2018 arriva a Faenza un doppio appuntamento che avrà come protagonisti il grande pianista argentino Pablo Ziegler, vincitore del Grammy Award 2018 comeBest Latin Jazz Album con il suo disco Jazz Tango e storico collaboratore di Astor Piazzolla, e il Marco Albonetti Trio, formato da Marco Albonetti al sax soprano, al sax contralto e al sax baritono, da Aya Shimura al violoncello e da Virgilio Monti al contrabbasso.

Entrambi i concerti si terranno al Ridotto del Teatro Masini di Faenza, con inizio alle 21.15, e il biglietto di ingresso avrà il prezzo di 10 euro.

L’incontro tra Pablo Ziegler e il trio formato da Marco Albonetti, Aya Shimura e Virgilio Monti nasce dalla grande stima reciproca che unisce il pianista argentino e il sassofonista italiano. Durante il concerto, i quattro musicisti affronteranno brani di Astor Piazzolla e dello stesso Ziegler: gli arrangiamenti curati dal pianista riportano tutto il sentimento e le suggestioni del Nuevo Tango e della lunga collaborazione che ha visto Ziegler fare parte per oltre dieci anni del quintetto di Piazzolla. Tutta la vicenda del tango rivive e si esalta nelle note del quartetto: il percorso di una musica partita dai bassifondi e poi elevata a musica d’identità nazionale, con le suadenti melodie e le improvvisazioni, fino ad arrivare allo status di musica colta. Il disegno proposto da Ziegler, Albonetti, Shymura e Monti aggiunge, infatti, con estrema coerenza e fluidità tanto gli spunti classici che le attitudini più vicine al jazz alla musica argentina e riesce a plasma così nuovi scenari emotivi.

Continua a leggere

La Maratonina dell’arte La prima esperienza di atletica leggera che coinvolge la terza Municipalità del Comune di Napoli 1° Edizione 17 Giugno 2018 8:30 partenza da Piazza Sanità

Il Comitato Provinciale C.S.I. e la Rete San Gennaro indicono la 1° Edizione della “MARATONINA DELL’ARTE”,gara podistica su strada di  10 km che si terrà il 17 GIUGNO 2018 alle ore 8:30. La maratonina si disputa su un percorso ad anello con partenza ed arrivo in Piazza Sanità.

La Maratonina dell’arte è un evento unico nel suo genere perché unisce sport,arte,cultura e legalità. Sarà un momento d’incontro che diventa strumento per riappropriarsi dei luoghi lasciati all’incuria.

La Maratonina sarà accompagnata da momenti musicali e teatrali.
Si alterneranno dj-set di Maximilian Heart e Domenico Minichino e sketch teatrali di Umberto Del Prete che omaggerà il grande Totò. La Apogeo Records  si occuperà della gestione del service e
lo speaker della gara sarà Gennaro Varrella.

Continua a leggere

È ONLINE “BRIVIDO LIBERO” DI RJO

Da vent’anni protagonista delle scene live music sul territorio nazionale, Rjo, fortemente influenzato dalla discomusic, dalla disco dance e dalla hold music, accoglie l’estate presentando il video dell’inedito “Brivido libero” che anticipa il suo primo lavoro discografico. Con la partecipazione straordinaria di Paola Mercurio il brano racconta, senza cadere nel banale, l’imprevedibile strada percorsa da un brivido d’amore in cui tutti possono riconoscersi, attraverso la voce baritonale di Rjo che ricorda quelle di Barry White e Mario Biondi.

Continua a leggere

Sebastiano Esposito parte da 24 in direzione futuro

Di Manuela Ragucci

Sebastiano Esposito: l’Italia non è un paese per musicisti, eppure in passato i grandi come Mozart venivano qui per imparare l’arte.

A quasi un anno dall’uscita del suo primo disco “24”, il chitarrista Sebastiano Esposito tira fuori il singolo “Direct Impact” dal forte impatto sonoro, una forza che trasferisce anche nel videoclip del brano, curato dal regista Tony Ruggiero. Il videoclip prodotto dalla NoMods Film con la produzione esecutiva dell’associazione Musicando e il patrocinio della Regione Campania, sembra essere quasi un corto sia per il minutaggio che per la scelta dei tagli nel montaggio a cura di Mario D’Arienzo. ( https://youtu.be/z2ZQBArC8Lc ). Reduce dal premio Malafemmena, ecco cosa ci ha raccontato Sebastiano a proposito del suo disco, del nuovo videoclip e della musica che gli gira intorno.

Come nasce 24 il tuo primo progetto discografico? Tu sei giovanissimo, quando si è pronti per questo passo? Quali sono i meccanismi che fanno scattare la molla che fa dire… “E’ questo il momento giusto” ?

– Credo che il momento giusto probabilmente non esista, esiste però un momento in cui le cose da dire diventano più chiare e numerose e tenerle dentro sembra quasi una costrizione. Durante il mio percorso personale ho avuto la fortuna di affiancare numerosi artisti e da loro imparare che realizzare un disco significa, ogni volta, mettersi in gioco con se stessi e con il pubblico. Personalmente ho sentito il bisogno di cambiare la mia vita e non potevo farlo senza prima fotografarne il momento artistico e personale.

Continua a leggere

Conferenza stampa per la presentazione della programmazione 2018/2019 del Teatro Cilea di Napoli

Grande attesa e trepidazione per la conferenza stampa venerdì 1 giugno relativa alla presentazione del cartellone 2018/2019 del Teatro Cilea di Napoli, largamente ricompensata dall’altissima qualità degli spettacoli che il direttore Artistico del Teatro Nando Mormone (patron della Tunnel Produzioni) insieme al suo socio Mario Esposito, il direttore artistico della Cilea Academy nonché punto di riferimento per tutto quanto concerne l’organizzazione del Teatro Lello Arena, metteranno in scena nella prossima stagione del Teatro Cilea.
Anche la stessa conferenza stampa è stata organizzata in grande stile, curandone ogni piccolo particolare, compreso l’allestimento di un gustosissimo buffet a fine conferenza all’entrata del Teatro che è stato molto gradito da tutti gli ospiti e pubblico intervenuto alla presentazione. Condotta da Francesco Mastrandrea, una delle voci più conosciute ed apprezzate di Radio Marte, ha intervistato non solo il direttore artistico e tutto lo staff ma anche molti degli artisti che saranno i protagonisti del nuovo anno intervenuti alla presentazione. Il tutto con una verve e un’ironia davvero inimitabili che hanno fatto di tale conferenza uno spettacolo nello spettacolo. Prima di iniziare, tutti si sono concessi alle telecamere di tante emittenti televisive napoletane e non solo come “We can dance” di Dino Piacenti, e ai tantissimi giornalisti e fotografi presenti, riservando ad ognuno il giusto spazio per interviste e fotografie, per poi salire sul palco del Teatro per la presentazione ufficiale, anticipata da un spassosissimo siparietto tra Nando Mormone e Francesco Mastrandrea accompagnato dal tradizionale “rullo di tamburi” come sottofondo nel momento della scoperta del cartellone sul palco. L’emozione di Nando Mormone e Mario Esposito è palpabile, come la loro grande soddisfazione, come ha affermato lo stesso Mormone, nell’aver raggiunto nella scorsa edizione risultati davvero strabilianti che hanno raddoppiato se non triplicato le vendite dei biglietti degli spettacoli e, altro particolare non trascurabile, abbassato l’età media degli spettatori di 12 anni, il che significa che molti più giovani, grazie anche a spettacoli di comicità come quelli di tanti attori e cabarettisti provenienti da Made in Sud, hanno seguito gli spettacoli proposti dal Teatro Cilea.

Continua a leggere