Category Archives: CD

PAOLO FRESU: il 7 ottobre esce Ferlinghetti

Tǔk Music

FRESU – RUBINO – DI BONAVENTURA – BARDOSCIA

FERLINGHETTI

cover ok ferlinghetti.jpeg

 Ferlinghetti è la colonna sonora del docufilm “The Beat Bomb” del regista Ferdinando Vicentini Orgnani che racconta la meravigliosa storia di Lawrence Ferlinghetti. Poeta, pittore, e attivista, nel 1953 Ferlinghetti ha fondato la libreria City Lights a San Francisco, che, grazie ai suoi rapporti di stretta amicizia con molte delle figure di spicco della beat generation, tra cui Allen Ginsberg, Gregory Corso e Jack Kerouac, ben presto divenne anche la casa editrice di riferimento del movimento.

Per la registrazione Fresu mette assieme due formazioni sempre più presenti nel proprio orizzonte musicale: il trio con Dino Rubino al pianoforte e Marco Bardoscia al contrabbasso, attivo dal 2018, anno del fortunato “Tempo di Chet”, e il duo con il fidato collaboratore Daniele di Bonaventura al bandoneon, un incontro ed un confronto tra generazioni diverse. La colonna sonora sarà pubblicata il 7 ottobre su cd e digitale dalla Tǔk Music nella sezione Tǔk Movie, dedicata alle musiche per il cinema.

Continua a leggere

Enrico Rava e Fred Hersch: esce oggi l’album “The Song Is You” ECM

The Song is You

l’album Enrico Rava e Fred Hersch

uscito per ECM venerdì 9 settembre

E’ uscito venerdì 9 settembre“The Song is You”, l’album di Enrico Rava e Fred Hersch, pubblicato dall’etichetta ECM e disponibile in CD e digitale, e a novembre in LP.

Registrato a Lugano nel novembre 2021, “The Song is You” sugella l’incontro tra due giganti del jazz, l’incrocio di due storie musicali diverse e straordinarie che finalmente si incontrano, unendo le loro esperienze in un dialogo dai risultati inaspettati e sorprendenti.

Flicorno e pianoforte, Rava ed Hersch, un senso affinato dell’improvvisazione jazzistica come arte del narrare, esplorano insieme un repertorio che comprende, oltre a due brani con la loro firma Child’s Song di (Hersh) e The Trial (Rava), anche alcuni standard come Mysterioso e ‘Round Midnight di Thelonious Monk, The Song Is You di Jerome Kern, Retrato em Branco e Preto di Jobim e I’m Getting Sentimental Over You di George Bassman.

Ci conosciamo da poco più di un anno – racconta Enrico Rava – abbiamo suonato la prima volta a Pescara la scorsa estate. Poi, la magia, ed eccoci ancora qui. Quando suono con Fred ho la sensazione di essere trasportato su un tappeto volante, sul quale vai ad esplorare il mondo scegliendo traiettorie e destinazioni sempre nuove.

Dopo il primo concerto nell’estate 2021, Rava ed Hersch hanno continuato a suonare in tutta Italia. Il 30 ottobre a Piacenza, il 1 novembre a Forlì e il 2 a Udine le prossime date.

Enrico Rava è senza ombra di dubbio il jazzista del nostro Paese più conosciuto e apprezzato a livello internazionale, un musicista senza tempo, passato attraverso le diverse stagioni della storia del jazz sempre da protagonista. La sua poetica immediatamente riconoscibile, la sonorità lirica e struggente sempre sorretta da una stupefacente freschezza d’ispirazione, risaltano fortemente in tutte le sue avventure musicali. Rava, oltre ad aver collaborato con il Gotha del jazz mondiale, da diversi anni svolge anche un fondamentale ruolo di Talent Scout, grazie al quale molti musicisti hanno potuto ottenere un adeguata attenzione e riconoscimento.

Continua a leggere

Overjoyed è il nuovo singolo di Fabrizio Bosso : omaggio a Stevie Wonder

Overjoyed è il nuovo singolo di Fabrizio Bosso

Uscito in digitale venerdì 13 maggio per Warner Music in occasione del compleanno di Stevie Wonder

Fabrizio Bosso rende omaggio a Stevie Wonder nel giorno del suo compleanno, interpretando con il suo quartetto Overjoyed, il nuovo singolo in uscita venerdì 13 maggio per Warner Music. A settembre l’album interamente dedicato al musicista e compositore statunitense, che verrà presentato ufficialmente a Milano giovedì 29 in occasione del JazzMi.

Fabrizio Bosso © Roberto Cifarelli

Fabrizio Bosso interpreta uno dei brani più famosi di Stevie Wonder, suo idolo sin da quando ha cominciato a suonare le prime note alla tromba. E non ha scelto a caso nell’ampio repertorio di Stevie Wonder, perché Overjoyed è anche un brano che parla di sogni che si realizzano. È infatti un Fabrizio Bosso “felicissimo” quello che qui rinnova la scelta fatta quando era poco più che adolescente, ovvero, diventare musicista.

Dopo “State of the Art” (2017) e “We Four” (2020), l’uscita di Overjoyed e poi del nuovo album a settembre conferma nuovamente la complicità umana e artistica con il composto da Julian Oliver Mazzariello al piano, Jacopo Ferrazza al contrabbasso e Nicola Angelucci alla batteria.

Formazione:

Fabrizio Bosso, tromba

Julian Oliver Mazzariello, piano

Jacopo Ferrazza, contrabbasso

Nicola Angelucci, batteria

Sito www.fabriziobosso.eu

Instagram www.instagram.com/fabriziobossomusic

Facebook www.facebook.com/fabriziobossomusic

Spotify https://open.spotify.com/artist/1Y8kr8EHj08yZJHAWyQxoQ?si=YIVYkHfLSdqq0V5NL4YeIw

Gaito Ufficio Stampa e Promozione

Guido Gaito info@gaito.it

| + 39 06 45677859

Via Vincenzo Picardi 4C 00197 Roma

ENRICO PIERANUNZI: il 20 maggio e’ uscito The Extra Something – live at the Village Vanguard

ENRICO PIERANUNZI

THE EXTRA SOMETHING

LIVE AT THE VILLAGE VANGUARD

TheExtraSomething-cover.jpg

Il 20 maggio la Cam Jazz pubblicherà “The Extra Something – Live at the Village Vanguard” di Enrico Pieranunzi, terzo album registrato nel leggendario club di Manhattan dopo “Live At The Village Vanguard” (2013) e “New Spring” (2016).

Il disco è il frutto delle registrazioni effettuate in occasione dei concerti del 2016 alla guida di un quintetto composto da Diego Urcola (tromba e trombone), Seamus Blake (sax tenore), Ben Street (contrabbasso) e Adam Cruz (batteria).

Dopo il primo invito personale ricevuto da Lorraine Gordon, il pianista ha suonato ben 8 volte nello storico locale dove si sono compiuti capitoli fondamentali della storia del jazz. Pieranunzi è il primo ed unico musicista italiano e uno dei soli 3 europei assieme ai pianisti francesi Martial Solal e Michel Petrucciani ad essersi esibito come leader e ad aver registrato dischi dal vivo al Village Vanguard.

Ed è proprio alla memoria di Lorraine Gordon, scomparsa nel 2018, che questo album è dedicato. Pieranunzi la ricorda così: “Alcuni giorni dopo aver messo piede nel club il cui nome avevo letto così tante volte su album fantastici che non mi stancavo mai di ascoltare, mi disse: “Avevo ascoltato qualcosa di tuo alla radio, e mi era piaciuto, quindi chiesi a Paul Motian di cercarti e di portarti a suonare qui.” Questo può suonare normale, ma non lo è. Per un musicista europeo e italiano suonare da leader nel tempio del jazz, con fantastici musicisti americani, è qualcosa di straordinario. E’ una di quelle emozioni che è praticamente impossibile esprimere a parole, ed è un dono che ho ricevuto da lei.”

Continua a leggere

Il nuovo disco di Alessandro Tedesco “Magma”

ALESSANDRO TEDESCO

MAGMA

L’esperienza del concerto con Dave Douglas la scorsa estate sul gran cono del Vesuvio in occasione di Pomigliano Jazz è stata così intensa che Alessandro Tedesco ne ha tratto ispirazione per il nuovo album “Magma”, il secondo per la Tǔk Music, in uscita il 6 maggio 2022.

È dunque un concept album sul vulcano, luogo centrale nelle vicende che il musicista vive come uomo e artista nato in Campania e che si lega indissolubilmente alle storie di vita e di musica che lo attraversano e lo vedono protagonista.
Lo stesso si può anche intendere come metafora dell’atto creativo, che sgorga irrefrenabile e prende direzioni imprevedibili.

Con Tedesco al trombone e all’elettronica ci sono Federico Luongo alla chitarra elettrica, Mario Nappi alle tastiere, Angelo Funaro alla Tuba e Vittorio Riva alla batteria per un disco musicalmente variegato e dalle molteplici sfaccettature.

Il sound caratteristico del gruppo di Tedesco questa volta vede l’utilizzo del tuba che sostituisce il basso elettrico, dando così un nuovo colore acustico che si miscela con gli strumenti elettrici. 
Il lavoro si sviluppa fluido tra brani con incastri ritmici e melodie avvincenti come “Atrio del cavallo” e “Eruzione”, soffermandosi a riflettere attraverso avvolgenti morbide come “Il golfo al tramonto”, per poi liberare tutta l’energia con composizioni come “Scappa Via” o “Terremoto”.

Continua a leggere

Filippismo” il nuovo album del pianista Claudio Filippini

Filippismo è il nuovo album del pianista Claudio Filippini

pubblicato venerdì 6 maggio

(Sun Village Records 2022 – distribuzione I.R.D.)

Link videoclip brano Rebirth

“Filippismo” è il nuovo album del pianista Claudio Filippini, in uscita venerdì 6 maggio per la Sun Village Records. Anticipato dal singolo Cuore Mio, pubblicato il 29 aprile su tutte le piattaforme digitali, “Filippismo” rappresenta la sintesi più completa della creatività musicale di uno dei pianisti più interessanti della scena jazz contemporanea.

Filippini, classe 1982, giunge qui al suo diciassettesimo album come leader, realizzando un’opera decisamente trasversale. Già al fianco di Wynton Marsalis, Dee Dee Bridgewater, Palle Danielsson, Perigeo, Mike Stern e Fabrizio Bosso, per la prima volta abbandona i panni del pianista jazz, mettendosi in gioco come producer e riaffermando il suo spiccato interesse per i linguaggi musicali.

Continua a leggere

My Standards il nuovo album di Francesco Mascio

Esce il 21 marzo l’album My Standards del chitarrista Francesco Mascio accompagnato da un quintetto di tutto rispetto.
A giorni sarà in prevendita sui maggiori store digitali (e per le orecchie più sopraffine, anche in HiRes), è pubblicato dalla Birdbox Records, la nuova etichetta discografica che si è già distinta per il particolare dinamismo nei lunghi e difficili mesi della pandemia, riuscendo con la rassegna Jazz Just Like This a portare 22 nomi della musica jazz
internazionale su piattaforme digitali.


Nonostante il titolo, l’album non contiene Standards, tutti i 10 brani sono scritti da Francesco Mascio, un artista che ci ha da sempre abituato ad una certa poliedricità tipica del suo “jazz crossover”, che anche in questo album si manifesta attraverso il sapiente utilizzo di numerose influenze di stile quali latin, world, soul, free, classica. Con disinvoltura si passa dal bellissimo tema in guitar solo di “Notes from the Heart” molto vicino alla tradizione folk americana, al prepotentemente etnico di “Eshare’fs Moment”, al soul di “Black Mama”, mentre il brano “Soul of New York” porta il jazz contenuto in questo progetto verso una libertà armonica e sonora post free.

Continua a leggere

Fantasia il nuovo album di Jacopo Ferrazza

Fantàsia

Il nuovo album di Jacopo Ferrazza

concerto di presentazione sabato 5 marzo alla Casa del Jazz di Roma 

“Fantàsia” è il nuovo album di Jacopo Ferrazza, in uscita venerdì 25 febbraio per Teal Dreamers Factory. Alla Casa del Jazz di Roma, sabato 5 marzo, il concerto di presentazione.

Dopo l’esperienza in solo di Wood Tales, pubblicato a febbraio 2021, Jacopo Ferrazza, alla guida questa volta di un quintetto con due guest come Fabrizio Bosso (tromba) e Marcello Allulli (sax), interpreta visioni fantastiche e oniriche, delineate dalla fusione organica di jazz moderno, musica cameristica ed elettronica.

Nelle nove tracce che compongono “Fantàsia”, si susseguono episodi immaginifici e apparentemente sconnessi, così come si presentano i sogni. Ecco, quindi, ritratti gli ultimi pensieri di un soldato pochi istanti prima di cadere durante lo sbarco in Normandia (La Course) e le considerazioni sulla ciclicità del tempo ispirate da Siddharta (River Theater); o ancora il racconto surreale di un vortice spazio-temporale (Blue Glow). Ma anche percezioni sinestetiche, viaggi interstellari e una rinascita finale, tema caro a Jacopo Ferrazza, dopo “Rebirth” (Cam Jazz 2017). 

La ricerca del contrabbassista di origini romane, qui nelle vesti anche di paroliere, prende vita grazie ad una formazione permeata da un sound acustico e dalle sonorità elettroniche, affidate principalmente ai synth di Enrico Zanisi. Una sceneggiatura in cui ciascuno dei componenti riveste ruoli determinanti, alla batteria di Valerio Vantaggio è assegnata, ad esempio, la pulsazione emotiva. Alessandra Diodati, qui alla sua prima esperienza discografica, rappresenta la guida che accompagna l’ascoltatore tra i diversi piani sonori e dimensionali. Il violoncello di Livia de Romanis manifesta il fuoco e l’impeto feroce tipico delle visioni notturne più vivide.

La tromba di Fabrizio Bosso è lo strappo all’interno di un mondo costituito e il timbro shorteriano di Marcello Allulli ha un ruolo liberatorio e celebrativo nella parte finale del disco.

A tirare le fila della narrazione musicale è il contrabbasso di Jacopo Ferrazza che si affianca puntualmente a ognuno dei componenti rafforzandone la funzione.

“Fantàsia” è un album che testimonia la vitalità creativa di Ferrazza, che si manifesta anche nell’esplorazione non solo dell’immaginifico ma anche di quelle piccole zone d’ombra del nostro quotidiano in cui si cela una sottile linea di magia.

Tracklist

1) Fantàsia

2) The Explorers

3) River Theater

4) Old Souls

5) Land Of Time

6) La Course

7) Blue Glow

8) Step By Step

9) The Tree Of Life 

Formazione

Jacopo Ferrazza, contrabbasso

Alessandra Diodati, voce

Enrico Zanisi, pianofprte, sintetizzatori e live electronics

Livia De romanis, violoncello

Valerio Vantaggio, batteria

Ospiti:
Fabrizio Bosso, tromba (Fantàsia e Old Souls)

Marcello Allulli, sassofono soprano (The Tree Of Life)

Prodotto da Teal Dreamers Factory

Registrato nel dicembre 2021 a La Strada Recording Studio

Engineering e mastering di Enrico Furzi

Copertina e design grafico di Sophia Zaccaron

Foto di Federica Di Benedetto 

Recensione: “Drops” il disco d’esordio dei “Brew 4tet” per Losen Records

di Clementina Abbamondi 

Drops” è il disco d’esordio dei “ Brew 4et” pubblicato per l’etichetta norvegese “Losen Records” che uscirà il 18 febbraio.  I “Brew4et” nascono nel 2016 ed i suoi membri Gianluca Manfredonia al vibrafono, Luca Varavallo al contrabbasso, Giuseppe Giroffi ai sassofoni e Alex Perrone alla batteria hanno in comune la passione per la musica e per il jazz che amano contaminare con sonorità nuove sempre con lo sguardo rivolto alla tradizione.

Gianluca Manfredonia ,laureato presso il conservatorio di Latina “O.Respighi” approfondisce lo studio delle percussioni presso il Conservatorio Superiore di Musica “J.Rodriguez” di Valencia (Spagna).Collabora con Ars Ludi,BlowUp,Malta Philarmonic Orquestra,OIC(Orchestra Italiana del Cinema),Piovra Project,Lovecats e Brew4et.Dopo aver lanciato l’uscita del suo progetto in solo “Piovra Project”incide anche l’album con i Brew4et per l’etichetta “Losen Records” con la quale sta ora lavorando alla realizzazione del secondo disco. Nel 2021 sempre col gruppo “Brew4et” Gianluca Manfredonia ha partecipato al Contest organizzato dal “Val d’Angri Jazz” ricevendo dalla giuria il premio come miglior musicista e ha ricevuto meritatamente i complimenti del Sindaco di Castelforte, paese nativo del musicista, per il suo grande talento che ha conquistato con passione, impegno e sacrificio.

Giuseppe Giroffi classe ’88,è un musicista, compositore ed arrangiatore correntemente stabilito a Caserta. Nel 2013, dopo aver conseguito la laurea in Sassofono Classico presso il Conservatorio Nicola Sala di Benevento, si trasferisce a Napoli presso il Conservatorio S. Pietro a Majella. Qui consegue la laurea in Musica Jazz nel 2017.Musicista stabile di PS5-Unconscius Collective di Pietro Santangelo e dei Brew4et, dal 2015 è inoltre parte del Collettivo ISMA, stabilito a Parigi ed impegnato nella diffusione del progetto Musique Sanse Frontiere.Oltre all’attività concertistica, lavora come insegnante di musica e strumento e sta recentemente conseguendo la laurea in Clarinetto.

Continua a leggere

Elena Somarè pubblica il nuovo album “Respiro”

“Respiro”

Il nuovo album di Elena Somarè

Si chiama Respiro il nuovo album di Elena Somarè, la principale interprete del fischio melodico in Italia e nel mondo. In questa terza opera, dopo le grandi melodie napoletane in Incanto del 2016 e il repertorio sudamericano di Aliento del 2019, in Respiro, Elena Somarè decide di interpretare un repertorio di brani celebri di fine anni’ 60 e 70. Brani che sono passati alla storia come Blackbird dei Beatles, Moonchild dei King Crimson o By this River di Brian Eno.

Tanti gli ospiti presenti, da Morgan Agren, ultimo batterista di Frank Zappa, al sound designer berlinese Bernhard Woestheinrich, ma anche la cantante Ada Montellanico, il bassista romano Fabrizio Sciannameo e, infine, Pat Mastelotto dei King Crimson, con un simbolico omaggio in Blackbird.

Operazione delicata e fascinosa, e anche una sfida, raccolta dal chitarrista svedese Mats Hedberg, che del disco è arrangiatore e missatore, dall’arpista Lincoln Almada che ne è supervisore artistico e dal pianista Gianluca Massetti che ha arrangiato le tastiere.

Il fischio è il nostro suono più ancestrale e il repertorio di questo album è stato scelto proprio per la connessione dei brani con la natura. Il tentativo di Elena Somaré è di trovare, quindi, un legame, un richiamo ancestrale e autentico con l’ambiente attraverso una voce più autentica.

Elena Somarè pubblica il nuovo album “Respiro”

Il suono della voce fischiante di Elena Somarè è delicato, spirituale e sentimentale al contempo, e con lei il fischio diventa un magnifico strumento dalle possibilità espressive inesplorate. Ma fischiare è anche un’arte. Riuscire a integrare questo suono insolito con quello degli strumenti, come fosse il cantato di un brano, richiede una tecnica e un controllo che per Elena Somaré sembrano essere le cose più naturali del mondo.

Dicono che sono una fischiatrice – dichiara Elena  ma a me sembra di cantare. Il mio fischio è una voce interiore, che diventa melodia senza bisogno di altroTranne lo studio, la ricerca, il perfezionismo e, naturalmente, alcuni grandi musicisti, che mi aiutano in questo percorso artistico.

Storia e tradizione non hanno reso la vita facile a questa forma di espressione artistica. Il fischio era identificato come la voce del diavolo, non a caso nel Mefistofele, di Arrigo Boito, il diavolo in persona entra in scena fischiando.

Eppure, qualcun altro, a rompere gli schemi, c’è stato. Spesso delle donne: l’italiana Daisy Lumini, cantante, compositrice e “solista di fischio”, ma, prima di lei, l’americana Alice Show, che tra Ottocento e Novecento, incarnando la rivolta delle suffragette,lasciò il marito e girò il mondo da solista del fischio, portando con sé i suoi tre figli.

Già a 6 anni fischiava le arie delle opere davanti agli amici della madre, ma il pubblico vero lo incontra solo quando l’amica Ada Montellanico la invita ad esibirsi sul palco dello storico Alexanderplatz di Roma. Dopo sono successe molte altre cose: dal Festival dei Due Mondi a Spoleto, continuando con tanti altri concerti in tutto il mondo, in Corea del Sud, alla New York University, all’Auditorium della Sorbonne ad Abu Dhabi, al Palazzo Metternich a Vienna, l’Ambasciata d’Italia di Nuova Delhi e al Tèatrè dès Variètes a Montecarlo

Elena Somarè ha collaborato, inoltre, alla colonna sonora del film di Paolo Sorrentino “Loro 2”, per il quale ha eseguito due brani di repertorio e uno originale, Sea Whistle, composto da Lele Marchitelli, che ha curato e firmato tutte le musiche del film. Elena è stata per me una bellissima sorpresa – dichiara Marchitelli – grande interprete, una sensibilità non comune e provvista di una tecnica sorprendente.

Sempre in ambito cinematografico, Elena Somaré ha doppiato con il suo fischio melodico anche un’attrice nel film “Euforia”, diretto da Valeria Golino, presentato al 71° Festival di Cannes nella sezione Un Certain Regard e interpretato da Riccardo Scamarcio, Valerio Mastandrea e Jasmine Trinca.

TRACKLIST

01 Riverman (Nick Drake)

02 By This River (Brian Eno)

03 Blackbird (Lennon/McCartney)

04 Moonchild (King Crinsom)

05 Waterman (Enja)

06 People are strange (The Doors)

07 Sorry Seems to be the hardest word (E. John)

08 Un Anno D’Amore (N. Ferrer)

09 iTroll

10 House of the Rising Sun (tradizionle)

11 Bathysphere (Somaré/Hedberg)

FORMAZIONE

Elena Somarè, fischio melodico

Mats Hedberg, chitarra classica, chitarra elettrica, banjolele ed ebow

Lincoln Almada, arpa e percussioni

Gianluca Massetti, tastiere

Morgan Agren, batteria

Ada Montellanico, voce

Bernhard Woestheinrich, sound design

Pat Mastelotto, percussione

Fabrizio Scannameo, basso

Arrangiamenti e mix, Mats Hedberg

Arrangiamenti tastiere, Gianluca Massetti

Supevisione artistica, Lincoln Almada

Per informazioni e interviste

GAITO UFFICIO STAMPA e PROMOZIONE

Guido Gaito guido@gaito.it

+39 329 0704981 | 06 + 39 06 45677859

Via Vincenzo Picardi 4C 00197 Roma

« Vecchi articoli