Author Archives: Admin

X Edizione Pozzuoli Faber Jazz Festival Campi Flegrei: Artemide & La Tenuta Il IV Miglio presenta Standard Jazz Trio

Artemide & la Tenuta Il IV Miglio, In occasione della X Edizione del Pozzuoli Jazz Festival,
Vi invitano ad una serata di Standard, ovvero alcuni dei brani jazz più conosciuti.
Ma perchè si chiamano Standard? Ce lo spiegheranno i nostri musicisti:
Francesco Galatro al contrabbasso
Federico Milone al sax
Luca Mignano alla batteria
con un concerto “pianoless” da non perdere.
Presenta Arturo Delogu
Leggi altro

THE LIBERATION PROJECT feat. Phil Manzanera, N’Faly Kouyate, Cisco Belotti in concerto al Maschio Angioino di Napoli per l’anteprima della XXIV edizione del Festival Ethnos, venerdì 12 luglio

ETHNOS FESTIVAL

ANTEPRIMA XXIV edizione

 presenta

 THE LIBERATION PROJECT

Featuring

Phil Manzanera, N’Faly Kouyate, Cisco Belotti

Venerdì 12 luglio 2019 ore 21

Cortile del Maschio Angioino

NAPOLI

 

Arriva a Napoli per l’anteprima della XXIV edizione del Festival Ethnos, venerdì 12 luglio, The Liberation Project. Nel cortile del Maschio Angioino va in scena il “Friendship and Solidarity Tour” del collettivo di musicisti del Sud Africa ideato da Dan Chiorboli a cui si aggiungono di volta in volta diversi artisti provenienti da vari Paesi. Questa band, che in Italia vede la straordinaria partecipazione di Phil Manzanera (Roxy Music e Pink Floyd), N’Faly Kouyate (Afro-Celt Sound System e Peter Gabriel), Cisco Bellotti (ex Modena City Ramblers) e Roberto Formignani (The Bluesmen), si pone l’obiettivo di portare in tutto il mondo il messaggio di libertà e armonia tra i popoli attraverso i canti che hanno ispirato le più importanti lotte di liberazione di Italia, Cuba e Sudafrica. Il gruppo e il concept sono approvati dall’ambasciatore del Sudafrica in Italia, Shirish Soni e ha il pieno appoggio del Dipartimento di Arte e Cultura e il sostegno del Governo Sud Africano, oltre ad essere è supportato dall’Ambasciata di Cuba a Roma.

Leggi altro

Spazio ZTL – “La Finestra” di Michele Santeramo Spettacolo teatrale – Martedì 9 luglio

Martedì 9 LUGLIO 2019 Ore 21.00

Spazio ZTL – ZurzoloTeatroLive

Via Giuseppe Piazzi n° 59

80137 – Napoli

 

“La Finestra”

Racconto di Michele Santeramo

Spettacolo del Laboratorio Estivo di Teatro per ragazzi

A cura di

Manuela Renno

Maria Grazia Cappabianca

Con la partecipazione di: Adriano Zannetti, Alina Aiello, Alessandro Riccio, Annamaria Di Febbraro, Daphne Marciano, Flora Polcari, Gabriele Galliano, Giorgio Saggiomo, Leone Valentino, Lucrezia Cantalino, Matteo Grimaldi, Marta Miraglia, Mirta Vecchia, Nadir Massimino, Sebastiano Sica, Sofia Zurzolo

L’enorme successo del Festivaldera 2019, svoltosi a Pontedera dal primo al 16 giugno, ha visto il musicista Marco Zurzolo come compositore, arrangiatore ed esecutore della colonna sonora di tutti gli spettacoli e il drammaturgo e scrittore Michele Santeramo come autore dei testi che hanno animato le storie raccontate in questo festival. Da questo incontro tra musica e scrittura e dal connubio di due grandi artisti nasce il progetto del “Laboratorio Estivo per ragazzi” svoltosi alla ZTL dal primo luglio e che avrà la sua conclusione nello spettacolo che si realizzerà Martedì 9 luglio 2019 alle ore 21.00 allo ZurzoloTeatroLive, alla presenza di Marco Zurzolo, Michele Santeramo e degli organizzatori del Festivaldera. Leggi altro

Foja: nuovo singolo, tour italiano a settembre e canadese ad ottobre/novembre. Con il cantautore nord-americano Shaun Ferguson continua il percorso di contaminazione musicale

meets Shaun Ferguson
in “ENSEMBLE (TUTT’E DUJE)” TOUR 2019
Foja in tour in Italia e in Canada.
Special guest l’artista canadese Shaun Ferguson.
Per l’occasione on line il nuovo video-singolo
“Ensemble (Tutt ‘e Duje)”.

 

Un nuovo ponte culturale parte da Napoli e a costruirlo è ancora una volta la band capitanata da Dario Sansone. Dopo le collaborazioni con la francese Pauline Croze, con gli spagnoli La Pegatina e con gli statunitensi Black Noyze i Foja ritornano a collaborare con l’artista canadese Shaun Ferguson con il quale si erano esibiti dal vivo in occasione di un secret concert il 14 febbraio scorso, giorno di San Valentino. Infatti il raffinato singer-songwriter e virtuoso del violoncello, suonato come una chitarra-basso; durante il suo soggiorno napoletano ha registrato con i Foja un nuovo brano.
La canzone dal titolo “Ensemble (Tutt ‘e Duje)” da oggi è disponibile su tutti i digital-store mentre sul canale Youtube della band è possibile ascoltare e vedere il video-singolo registrato durante le recording-sessions del brano avvenute nello storico studio Auditorium900 (Phonotype records) di Napoli.
La regia del videoclip è di Tato Strino e Yulan Morra.
“Ensemble (Tutt ‘e Duje)” è la colonna sonora che porterà i Foja e Shaun Ferguson in giro per l’Italia e successivamente in un lungo tour canadese tra ottobre e novembre.

Ascolta il brano su Spotify 


“Il continuo incontro con culture e linguaggi diversi resta in cima alla nostra ricerca artistica – dichiara Dario Sansone -.
Dopo aver girato l’Europa  in lungo e largo, ed esserci affacciati negli States, è il momento di attraversare per un intero mese il Canada, un paese che si sta dimostrando attento alla cultura musicale e in prima linea per quel che riguarda lo scambio artistico. La registrazione di Ensemble (Tutt’e duje) con il cantautore Shaun Ferguson è stata un’esperienza naturale ed intensa per noi, realizzata senza sovraincisioni, in presa diretta rispettando l’incontro tra i nostri due mondi musicali, portando alla luce un altro tassello del nostro progetto di contaminazione musicale che parte dalle nostre radici napoletane.
Fare ricerca e tessere la rete di collaborazioni internazionali, puntando a fondere la cultura napoletana con quella di altri popoli con in comune la forza della passione; è l’obiettivo artistico del combo partenopeo che è sempre più convinto che attraverso lo scambio è possibile trovare nuovi stimoli; come attuare un processo di internazionalizzazione dell’attuale sound prodotto a Napoli, città sempre più esplosiva e crocevia di razze e tradizioni.”

Il tour italiano inizierà da Taurasi (Avellino) e condurrà i Foja a condividere il palco con gli amici romani de Il Muro del Canto
presso il Parco Tittoni di Desio (MB): i due gruppi si ritrovano in occasione della rassegna di concerti Hello Folks World Session in una serata che si preannuncia ad alto tasso adrenalinico. I giorni successivi Dario Sansone & co. continueranno la tournée a Torino e Siena – sempre in compagnia di Shaun Ferguson – prima della partenza per il Canada.

QUESTE TUTTE LE TAPPE DEL TOUR ITALIANO
07 settembre Taurasi (Av), Piazza
11 Settembre Desio (Monza) + Muro del Canto, Parco Tittoni
12 Settembre Torino, Off Topic
13 Settembre Colle Val D’Elsa (SI), Bottega Roots
Ottobre e Novembre in tournée in Canada. Calendario To be Announced!

Leggi altro

Spettacoli, Danza | Serata di Gala della V Edizione di L’Abella Danza

V Edizione L’Abella Danza, le esibizioni e i Premi Anfiteatro d’Oro della serata di Gala di sabato 13 luglio 2019.

L’Ente organizzatore della manifestazione “L’Abella Danza”, la Artis Suavitas presieduta dall’Avv. Antonio Larizza, e i direttori artistici Francesco Imperatore e Rosa Varriale hanno ufficializzato i nomi degli ospiti nazionali e internazionali ai quali sarà assegnato il Premio Anfiteatro d’Oro per l’Arte della Danza, durante il Gran Galà conclusivo del Festival dedicato all’Arte Coreutica, che si svolgerà sabato 13 luglio 2019 alle ore 21:00 nell’Anfiteatro Romano di Avella, e sono: Josuè Ullate, Primo ballerino della compagnia Victor Ullate ballet di Madrid in Spagna; Mara Galeazzi, Principal del Royal Ballet di Londra; Vito Mazzeo, Etoile del Dutch National Ballet in Germania; Alessia Gay, già Prima ballerina all’Opera di Roma; Luigi Iannone ed Eszter Adria Herkovics, Solisti e Primi Ballerini nella Compagnia Gyori Balett in Ungheria; Benedetta Imperatore, interprete cantante e ballerina di musical; Carlotta Di Monte e Samuele Gamba, giovani promesse del Teatro alla Scala di Milano; Raffaele Diligente, danzatore all’English National Ballet; la Ivir Danza, diretta da Irma Cardano; il Corpo di Ballo del Teatro di San Carlo, rappresentato per l’occasione dai Primi Ballerini Claudia D’Antonio, Salvatore Manzo e Sara Sancamillo, il premio sarà conferito per la produzione de “Il Lago dei Cigni”, spettacolo realizzato con le coreografie del Maestro Ricardo Nunez, al quale è dedicata la serata di Gala.

I Maestri che riceveranno il Premio Anfiteatro d’Oro, senza esibizione, sono Victor Ullate, Maestro e coreografo internazionale spagnolo; Antonio Desiderio, produttore di spettacoli internazionali di danza; Emanuela Tagliavia, coreografa e Maestra di danza contemporanea alla scuola di ballo del Teatro alla Scala di Milano; Dance Hall News, rivista on line di Danza curata da Francesco Borelli; Giovanni Napoli, coreografo emergente; Domenico Iannone, Maestro, coreografo e direttore artistico del Festival “Abeliano Danza” di Bari; Roma Danza Contest, manifestazione di Teresita Del Vecchio al Teatro Orione di Roma; Liceo Coreutico Alfano I di Salerno, primo polo campano per la divulgazione della danza a livello statale. Leggi altro

Napoli Pizza Village_ Ancora 2 settimane per votare le ultime 2 pizzerie

Oltre 6.000 like per il contest WeWantYou,

il rush finale per partecipare al Napoli Pizza Village 2019

 

Napoli, 3 luglio 2019 – Mancano 15 giorni alla conclusione del contest NPV We Want You, la sfida tra le pizzerie che, a scelta del pubblico, parteciperanno al grande happening del Napoli Pizza Village (13/22 settembre). Sulla pagina Facebook dell’evento sono oltre seimila i like, conquistati dalle undici pizzerie in gara, ad indicare il successo della sfida lanciata dagli organizzatori per consentire agli appassionati della pizza di scegliere la pizzeria che vorrebbero partecipasse alla manifestazione sul lungomare partenopeo.

Giunto a metà percorso il Contest, che terminerà alla mezzanotte di sabato 20 luglio, vede al momento in vantaggio due pizzerie napoletane, delle 7 in gara, che hanno già superato abbondantemente le mille preferenze, mentre alle loro spalle, con quasi 300 preferenze in meno, la prima delle 4 che giungono dalla provincia.

Leggi altro

SKUNK ANANSIE: nuovo singolo “What you do for love” in concerto il 9 luglio Arena Flegrea

FUORI OGGI A SORPRESA IL NUOVO SINGOLO

“WHAT YOU DO FOR LOVE”

 

DOPO AVER RICEVUTO
L’HALL OF FAME AWARD AI KERRANG AWARDS 2019

 

PORTANO IL 25LIVE@25 TOUR

IN ITALIA PER 6 IMPERDIBILI DATE

 

Tornano gli Skunk Anansie, l’iconica rock band Britannica con il nuovo singolo “What You Do For Love” (Carosello Records) fuori oggi in streaming, download e in radio.

 

https://orcd.co/whatyoudoforlove

Diretto, emozionante e dal carattere politico, la traccia indaga fino a che punto si è disposti a spingersi per amore e tutto ciò che di discutibile viene fatto per ottenere il potere. Con il suo inciso potente e cinematografico, tipico del sound della band, diventerà uno dei pezzi preferiti dal pubblico durante i  live estivi degli Skunk, che saranno in tour in tutta Europa quest’estate.

Leggi altro

SKUNK ANANSIE, 9 luglio Arena Flegrea

Noisy Naples Fest

presenta

SKUNK ANANSIE

Special guest: ALLUSINLOVE

Martedì 9 luglio 2019 ore 21

ARENA FLEGREA

Viale John Fitzgerald Kennedy, 54 – Napoli

Info: tel. 081.562.80.40 – info@etes.it

 

 

Gli Skunk Anansie inaugurano la quarta edizione del Noisy Napleas Fest, martedì 9 luglio 2019 all’Arena Flegrea (apertura porte ore 19, inizio concerti ore 21).  Il gruppo britannico ritorna per la terza volta nel capoluogo partenopeo a distanza di 8 anni esatti dal’ultimo live in città (9 luglio 2011 a Bagnoli). Opening act della serata saranno gli  Aallusinlove, quartetto di Leeds che ha da poco pubblicato il nuovo album, “It’s OK to Talk”.

 

SkinAceCass Lewis e Mark Richardson festeggiano 25 anni di carriera con un tour e un nuovo album tutto dal vivo – “25live@25 “pubblicato il 25 gennaio per Carosello Records  – che documenta i migliori momenti della band sui palchi di tutto il mondo.

Il doppio live contiene le canzoni politicizzate degli esordi come “Little baby swastikkka”, “Selling Jesus”, “Intellectualise my blackness”, “Yes it’s fucking political”, brani ancora rilevanti e attuali come ha dichiarato Skin in occasione della presentazione del disco.

<<Trump ha ridato energia alla destra in tutto il mondo che ora usa l’immigrazione per impaurire le persone. La destra usa la violenza, le menzogne e la paura per governare. Sono spaventava per quello che sta succedendo, anche in Italia. Ma dobbiamo continuare a lottare, mantenere i nostri valori intatti, agire >>. Leggi altro

Recensione: “Le donne del Jazz” il nuovo progetto dell’Associazione Artemide

di Annamaria De Crescenzo 
Foto di SpectraFoto

Da diversi anni seguiamo concerti, progetti, rassegne jazz con una passione e un interesse che parte da lontano e ci impegna con tutte le nostre energie e le nostre forze. Tanti sono i musicisti che abbiamo ascoltato, applaudito e fotografato e spesso ci siamo resi conto che è una fortuna appartenere a questo mondo del jazz per gli incontri che abbiamo fatto, le emozioni che abbiamo provato.

Uno di questi incontri speciali si è realizzato domenica scorsa, alle Cantine dell’Averno con il concerto “Le donne del Jazz” un nuovo progetto realizzato dall’Associazione Artemide basato sul racconto in parole e musiche della vita, delle sofferenze, delle rinunce e dei successi di alcune delle donne più rappresentative del mondo jazz internazionale che seppero seguire la loro passione per la musica jazz e a non farsi fermare dalle convenzioni sociali e dalle regole imposte da un ambiente essenzialmente maschilista. Sette donne del mondo jazz dagli anni ’20 ad oggi, da amabilmente raccontate da Luisa Perfetto, cofondatrice di Artemide, insieme ad Arturo Delogu che ne è la “voce narrante” oltre ad esserne autore dei testi ed il regista del progetto stesso, e “raccontate in musica” dalla voce straordinaria di Ileana Mottola, e le note della chitarra di Eleonora Strino e quelle del contrabbasso di Beatrice Valente che ha deliziato il pubblico per alcuni brani anche con la sua voce semplicemente perfetta per le atmosfere jazz che ha interpretato.

Il concerto inizia con “Nobody knows you when you’re down and out” di Bessie Smith, anticipato dal racconto di alcuni momenti particolari della vita della cantante cosi come sarà fatto per ogni Artista rappresentata, con tutte le loro passioni, emozioni, sentimenti e spessissimo, difficoltà (sembra proprio che le donne del jazz siano donne che hanno dovuto lottare molto contro la vita e contro il mondo spesso dominato da uomini egoisti e violenti) insormontabili ma che loro stesse hanno affrontato e vinto.

Seguono poi brani indimenticabili come “The man I Love” di Billie Holiday, “Nobody knows you when you’re down and out” di Bessie Smith, “Summertime” di Ella Fitzgerald, “Is you is or is you ain’t my baby” di Anita O’Day, “Why don’t you do right” di Peggy Lee, “Misty” di Sarah Vaughan, “My Baby just cares for me” di Nina Simone,

Il pubblico segue in un profondo silenzio e attenzione, come se fosse rapito non solo dalle voci di Ileana e di Beatrice e della loro musica, insieme al talento di Eleonora Strino, profondamente coinvolto dalle storie a volte molto sofferenti delle Artiste ma che non le hanno distolto dalla loro autentica passione per il jazz e il desiderio di portare la loro musica in tutto il mondo.

Il concerto si conclude con altri due brani che sono tra gli standard jazz più eseguiti come “I say a little prayer ” di Aretha Franklin e “The look of love” di una delle donne del jazz contemporaneo più famosa al mondo Diana Krall.

Dopo il concerto abbiamo avuto modo di poter intervistare Arturo Delogu sul progetto e su Artemide.

 

Leggi altro

Recensione : Premio massimo urbani 2019: al primo posto Elias  Lapia 

di Clementina Abbamondi 

In una  cornice incantevole  “ i giardini della Rocca Borgesca”,  con i  suoi alberi   secolari   e  un  superbo belvedere,   il  29 e 30  giugno 2019  si è svolta la  XXIII  edizione  del Premio internazionale Massimo Urbani  il premio è il più importante concorso per solisti  jazz,  ideato e fondato da Paolo Piangiarelli, storico organizzatore produttore e discografico maceratese  è  stato intitolato a Massimo Urbani geniale sassofonista  romano prematuramente scomparso.  Il premio ha l’obbiettivo di valorizzare i giovani   talenti del  jazz  emergenti, contribuendo allo sviluppo della loro carriera artistica.
   Dopo il terremoto del  2016 è nata  l’ esigenza  di portare in giro per   l’ Italia il premio Massimo Urbani anche con l’ obbiettivo di accendere un riflettore sul territorio, così  ad aprile, a Torino, Roma e Poggiardo (Le)  si sono svolte tre  tappe semifinali  del Premio dove si sono messi  in luce  dieci talentuosi finalisti.
 Nella serata finale del Premio  a Camerino si sono esibiti in nove :
Andrea Cardone  al sax  alto, di soli sedici anni che ha ricevuto  dalla giuria la borsa di studio Nuoro jazz
Antonio D’Agata  alla chitarra vincitore del premio del pubblico
Federica  Lo Russo al piano vincitrice della borsa di studio  Fara Music Festival
Matteo  Zecchi  al  sax  tenore
Simona  Trentacoste  voce, vincitrice del premio social
Mattia Parissi  al piano ha conquistato il terzo posto
Federico  Calcagno  al larinetto  basso piazzatosi  al  secondo posto  ed  ha ricevuto   il premio della critica
Vittorio Cuculo  sax  alto piazzatosi  ex equo   al secondo  posto
Elias  Lapia   al sax  alto  piazzatosi    al  primo posto
Il  vincitore è stato premiato dal  presidente della  giuria   Francesco Cafiso anche lui vincitore giovanissimo del Premio Internazionale Massimo Urbani  che, chiamato sul palco ha dichiarato  che il livello artistico dei concorrenti era veramente  molto alto e che quindi era stato molto difficile  decretare  il vincitore.  Dice  Cafiso “  il Premio Internazionale  Massimo Urbani rappresenta  una importantissima occasione  di confronto e di condivisione musicale e quindi deve essere uno stimolo  per voi giovani musicisti  di coltivare questa grande passione  per la musica jazz  e vi auguro una vita ricca di  musica” .  Elias  Lapia   ha  interpretato, nella serata finale del Premio, due  bellissimi brani “ Smile” di Charlie Chaplin e  “ On a Misty night” di Tadd  Dameron,  nato  a Nuoro nel  1995 ha studiato  prima  a Parigi e attualmente  vive  e studia  in  Olanda.

Leggi altro

« Vecchi articoli Recent Entries »