Author Archives: Admin

Il Leone d’oro alla Biennale Danza LA RIBOT per la prima a volta a Roma, dal 19 al 21 giugno, alla Real Academia de España

Per la PRIMA VOLTA a ROMA
il LEONE D’ORO alla BIENNALE DANZA

LA RIBOT
DISTINGUISHED ANYWAYS 2021

Una performance site specific alla luce del tramonto,
nello splendido scenario della
REAL ACADEMIA DE ESPAÑA EN ROMA

19-21 giugnoingresso gratuito su prenotazione fino a esaurimento posti
prenotazioni@accademiaspagna.org

(c)BAK_Gregory Batardon

Un corpo che gioca con la luce del tramonto sul Gianicolo per portarci dritti a uno dei momenti “magici” dell’anno, il solstizio d’estate. Una performance che dialoga con l’architettura, la storia e perfino l’astronomia in uno dei luoghi più belli di Roma, la Real Academia de España, nell’ex monastero di San Pietro in Montorio. Arriva per la prima volta nella Capitale la danzatrice, coreografa e artista visiva La Ribot, Leone d’Oro alla Biennale Danza 2020. Artista transdisciplinare con l’attitudine punk e il gusto per la provocazione, La Ribot presenta dal 19 al 21 giugno Distinguished Anyways 2021, una nuova creazione site specific che rientra nel celebre Piezas distinguidas, ciclo di azioni sceniche iniziato nel 1993 e ancora oggi in continua evoluzione. La performance, a ingresso gratuito su prenotazione fino a esaurimento posti, si svolgerà al tramonto e verrà eseguita nel pieno rispetto della normativa anti-covid vigente.

Spagnola di nascita, svizzera d’adozione e con alle spalle alcuni anni trascorsi a Londra, La Ribot ha ideato – per la prima volta nella sua carriera e in risposta all’invito rivolto dall’Accademia – queste nuove piezas in dialogo con un luogo specifico, con le sue linee architettoniche e con le stratificazioni della Storia che lo attraversano. Ma, soprattutto, con i movimenti del Sole che lo illuminano: come gli antichi obelischi presenti in tutta la città, come il Pantheon e alcune delle opere di Borromini, le nuove creazioni de La Ribot giocano infatti con le dinamiche astronomiche e con i cicli del tramonto e dell’alba. E sarà proprio la posizione concreta del sole nel cielo e il suo apparente ma implacabile spostamento a creare la drammaturgia, trasformando i colori in pure ombre, liberando i corpi dai segni e dai limiti imposti, facendo intravedere, grazie all’incedere della notte, la possibilità dell’altro.

Continua a leggere

Capone&BungtBangt due concerti per il Campania teatro festival. 19 e 24 giugno il ritorno live per la eco band

CAPONE & BUNGTBANGT
doppio spettacolo al CAMPANIA TEATRO FESTIVAL 2021

Capone & BungtBangt tornano con due live ricchi di energia e contenuti.
Sono i fondatori italiani della junk music, o musica ecologica, e i loro strumenti realizzati con materiali riciclati sono simbolo di creatività a costo zero: non c’è persona che non resti affascinata dalla Scopa Elettrica, una comune scopa con un elastico che suona come una chitarra elettrica, o dalla Buatteria, la batteria realizzata con bidoni di plastica e metallo dal suono anche più innovativo della batteria convenzionale. Il concerto di Capone & BungtBangt è una vera iniezione di energia positiva.

Due gli spettacoli inseriti nel cartellone del Campania Teatro festival 2021 diretto da Ruggiero Cappuccio:
sabato 19 Giugno presso l’Anfiteatro di Avella (Av)
giovedi 24 giugno presso Piazza umberto I di Montesarchio (Bn)
Inizio ore 21:00 biglietti euro 8,00 intero – euro 5 ridotto
prevendite https://campaniateatrofestival.it/spettacolo/come-suona-il-caos/

Con la regia di Raffaele Florio la band capitanata da Maurizio Capone propone due spettacoli dal titolo “Come suona il caos” una pièce musicale con i maggiori successi dello storico collettivo di musicisti eco-ambientalisti.

Un ritorno alla vita, è questa la sensazione che abbiamo nel tornare a fare concerti. Non a caso si dice “suonare dal vivo”, e noi saremo vivi come non mai. – dichiara maurizio Capone – “Abbiamo lavorato tanto a questo nuovo concerto con l’obbiettivo, e la speranza, di poter fare un lungo tour. Saranno due concerti nei quali vogliamo ritrovare il contatto tra le nostre canzoni e la nostra anima da performer concependoli come una festa dove tutti si potranno divertire in modo spensierato e consapevole. Vogliamo che il pubblico assista a qualcosa di unico che solo noi con le nostre caratteristiche possiamo creare. Sarà la nostra firma su un’estate di rinascita che auguriamo a tutta l’Italia ed all’intero pianeta!

Recentemente, in occasione della Giornata mondiale dell’ambiente promossa dall’ONU, Capone&BungtBangt ha pubblicato il brano inedito “Io Sono…”, un singolo che riporta sulla scena discografica una delle band più originali del panorama musicale nazionale ed internazionale e che in sole tre settimane ha superato 600 mila streaming sulle piattaforme digitali.

Continua a leggere

I KOOKS ARRIVANO IN ITALIA PER UNA DATA UNICA: 20 MARZO 2022 @ FABRIQUE MILANO

Logo
VINCITORI DI UN MTV EUROPE MUSIC AWARD E DI UN BRIT AWARDUN TOUR PER CELEBRARE I 15 ANNI DELL’ALBUM DI DEBUTTO 4 VOLTE DISCO DI PLATINO INSIDE IN / INSIDE OUT CHE LI HA CONSACRATI NEL PANORAMA MUSICALE MONDIALE CON SINGOLI COMENaiveShe Moves In Her Own Way e Ooh La
ARRIVANO IN ITALIA PER UNA DATA UNICA
THE KOOKSSPECIAL GUEST: THE SNUTS
DOMENICA 20 MARZO 2022
MILANO – FABRIQUE
PREZZO BIGLIETTI Posto Unico – € 30,00 + diritto di prevendita
BIGLIETTI DISPONIBILI IN PREVENDITA MY LIVE NATION
DA GIOVEDI’ 17 GIUGNO 2021 ALLE ORE 10
VENDITA GENERALEDA VENERDI’ 18 GIUGNO 2021 DALLE ORE 10
SU TICKETONE, TICKETMASTER E VIVATICKET
The Kooks, la band indie-rock britannica capitanata da Luke Pritchard, torna in Italia per un nuovo appuntamento il 20 marzo 2022 al Fabrique di Milano.Il gruppo di Brighton, dopo una serie di successi discografici dal 2006 ad oggi, ha deciso di tornare a ricalcare i palcoscenici in occasione del quindicesimo anniversario del loro album debutto Inside In / Inside Out, le cui canzoni come Naive, She Moves In Her Own Way e Ooh La li hanno consacrati nel panorama musicale mondiale dando a generazioni di giovani una colonna sonora degna del panorama indie inglese.

Verrà suonato l’intero lavoro discografico d’esordio, assieme a hit che hanno segnato il percorso decennale della band.“Dopo una così lunga ibernazione siamo felici di annunciare finalmente un tour nel 2022 per celebrare i 15 anni del nostro primo lavoro “Inside in/Inside out”. Volevamo suonare tutte le canzoni dell’album, assieme a qualche preferita dai fan racchiudendo tutta la nostra carriera, per ringraziare il nostro pubblico che ha saputo mantenere questo album vivo”. Così dice Pritchard riguardo al tour di anniversario. La band non sale su un palco dall’ultimo LP Let’s Go Sunshine uscito nel 2018, e a tal proposito sempre il frontman del quartetto inglese ha dichiarato: “Siamo molto euforici di suonare di nuovo e non posso aspettare per questo salto nel passato. Prendete i biglietti e venite a festeggiare con noi!”.Dopo un tour sold out nel Regno Unito, ad accompagnare i The Kooks la band The Snuts, promessa musicale della scena indie rock inglese, con il loro primo album W.L. uscito ad aprile 2021. Il loro progetto discografico di debutto, al primo posto della UK Albums Chart, ha riportato una band scozzese in cima alla classifica con album di debutto dopo quasi quindici anni.The Kooks è una delle band indie-rock più amate, con alle spalle milioni di copie vendute, oltre 1 miliardo di stream su tutte le piattaforme digitali e concerti sold-out nelle arene.I biglietti saranno disponibili in anteprima per gli utenti My Live Nation dalle ore 10 di giovedì 17 giugno.
Per accedere alla presale basterà registrarsi gratuitamente su www.livenation.it. La vendita generale dei biglietti è aperta a partire da venerdì 18 giugno alle ore 10.00 su www.ticketmaster.it, www.ticketone.it www.vivaticket.com.Media Partner: Virgin Radio – https://www.virginradio.it/VINCITORI DI UN MTV EUROPE MUSIC AWARD E DI UN BRIT AWARDUN TOUR PER CELEBRARE I 15 ANNI DELL’ALBUM DI DEBUTTO QUATTRO VOLTE DISCO DI PLATINO INSIDE IN / INSIDE OUT CHE LI HA CONSACRATI NEL PANORAMA MUSICALE MONDIALE CON SINGOLI COMENaiveShe Moves In Her Own Way e Ooh LaARRIVANO IN ITALIA PER UNA DATA UNICATHE KOOKSSPECIAL GUEST: THE SNUTS20 MARZO 2022MILANO – FABRIQUEPREZZO BIGLIETTIPosto Unico – € 30,00 + diritto di prevendita

Peppe Vessicchio/ Art Village: comunicato post conferenza stampa

“L’Arte è lavoro. La Musica è lavoro”.
Il Maestro Peppe Vessicchio dirige la Sezione Musica dell
hub culturale e Accademia più grande dItalia: Art Village.

In soli due anni è divenuto l’Accademia artistica più grande d’Italia e hub culturale di eccellenza: è l’Art Village di Roma, un luogo di fermento professionale con concerti, spettacoli, produzioni, casting e formazione, dove transitano grandi volti della danza, della musica e dello spettacolo – da Roberto Bolle a Rossella Brescia, Giorgio Pasotti, Leonardo Pieraccioni, Lucio Presta, Virginia Raffaele, Vinicio Marchioni, Diana Del Bufalo, Cinzia Leone e Virginio.

Un progetto visionario e di successo della Fabrizio Di Fiore Entertainment, che ha affidato la direzione artistica a Luciano Cannito, noto regista e coreografo a livello internazionale (Metropolitan di New York, Teatro alla Scala di Milano, Teatro San Carlo di Napoli, Teatro Massimo di Palermo, Bol’shoj di Mosca, Orange County Performing Arts Center di Los Angeles, Place des Artes di Montréal, Grand Theatre de Bordeaux), divenuto negli ultimi anni anche un amato volto televisivoUna scelta vincente, non solo per i progetti e gli spettacoli realizzati ed esportati sul territorio italiano, ma anche per l’alta qualità della sezione Accademica che, nonostante la drammaticità della pandemia (soprattutto per il settore dello spettacolo) è riuscita a tutelare didattica e opportunità professionali per i suoi studenti, anche durante il lockdown.

Luciano Cannito: “Considero l’Art Village una vera e propria rivoluzione culturale: a partire da una qualità artistica di altissimo livello, l’impronta di ogni attività è all’insegna dell’etica, della meritocrazia, e dell’introduzione al mondo del lavoro. Perché, più che mai in questo momento è importante ribadirlo, l’Arte è Lavoro.”

Un auditorium, 14 aule e sale prova, 2 studi di registrazione, sala relax con computer ed appartamenti per ospitare fino a 30 artisti:tutto in un’unica immensa sede di 2500 mq, in ulteriore ampliamento, in via Aurelia 477.        

  Fabrizio Di Fiore: “Sono i numeri più importanti, perché raccontano la possibilità di dare spazio all’Arte, alla Cultura, alle produzioni, di dare un futuro ai giovani attraverso la creazione artistica, di continuare a fare innovazione e ad onorare il nostro patrimonio culturale.”

Oltre al protocollo di intesa con l’Accademia delle Belle Arti di Roma per stimolare collaborazioni creative con gli studenti di scenografia e costume, all’interno dell’Art Village vi sono due compagnie di danza professionali, il Roma City Musical e il Roma City Ballet Company: premiata compagnia di artisti internazionali che ospita star della danza mondiale, con cui Art Village ha realizzato la produzione di diversi spettacoli tra cui “Lo Schiaccianoci” e “Cenerentola”, portati in tour nei teatri italiani collezionando molti sold out.   
All’interno dell’hub anche il Centro di Danza Balletto di Roma: dal 1960, una delle storiche scuole d’Italia dove si sono formati grandi nomi del panorama della danza italiana ed internazionale. Oggi il suo corpo docenti è tra i più qualificati ed il rigore e la disciplina che si respira nei bellissimi studi, rendono questa scuola tra le più accreditate a livello professionale e formativo. Non solo perfezionamento artistico e creativo, ma anche manageriale: è il caso del Diploma Accademico in Performing Arts, con certificazione internazionale Pearson, che include materie dedicate agli aspetti legali, manageriali e alle strategie promozionali.     


Oltre alla formazione, l’Art Village ospita ogni mese performance, produzioni, prove di teatro e tv, concerti e casting – il prossimo si terrà il19 e 20 giugno per il musical “7 spose per 7 fratelli” con la regia di Luciano Cannito e le musiche dal vivo di Peppe Vessicchio, che nel 2022 sarà in tour in tutta Italia a partire dal Teatro Brancaccio di Roma.Sarà proprio il Maestro Vessicchiocompositore e direttore d’orchestra, vera e propria icona della musica italiana, a ricoprire il ruolo di Direttore Musicale dell’Art Village: sono già in cantiere produzioni e importanti novità sul fronte della didattica e del lavoro, alcune delle quali sono state annunciate durante la conferenza stampa all’Art Village di martedì 15 giugno.

Continua a leggere

ERJ Orchestra “Live @Camera Jazz Club” on 25/06/21

Venerdì 25 Giugno ore 21:45

“ERJ ORCHESTRA” IN CONCERTO

Disponibile il nuovo CD “Cedar”s Blues” della ERJ Orchestra


La ERJ Orchestra è formata da noti musicisti professionisti jazz dell’Emilia Romagna e integrata con alcuni dei migliori giovani talenti della regione, è diretta dal trombonista e arrangiatore Roberto Rossi e dal direttore artistico Piero Odorici.Barend MiddelhoffCanio CosciaFrancesco MilonePiero Odorici, (sassofoni) Davide Ghidoni Diego Frabetti (trombe) Roberto RossiGiancarlo Giannini (tromboni) Marco Bovi (chitarra) Emiliano Pintori (pianoforte) Stefano Senni (contrabbasso) Stefano Paolini (batteria) 
Il progetto nasce dalla passione dei vari componenti di costituire un gruppo affiatato e compatto con lo scopo di ricreare un’orchestra Jazz e un laboratorio di arrangiamento di brani originali, La conoscenza della scena jazz, nazionale ed internazionale, posseduta  dai direttori e fondatori, nonché dagli altri partecipanti agevola il coinvolgimento di un elevato numero di musicisti regionali e raccoglie la partecipazione di artisti di rilievo e di notorietà internazionale. Scenario ideale per dar luogo a nuovi progetti, nuove collaborazioni, scambi artistici di notevole interesse e importanza.
Il progetto ERJ Orchestra viene sostenuto grazie al contributo della Regione Emilia Romagna “Legge Musica” L.R. 2/18

Prenotazione obbligatoria disponibilità massima 50 posti
reservations@camerajazzclub.com  
WhatsApp 391 1682442

Contributo concerto €12 a sostegno dei musicisti e delle attivita culturali dell’associazione “Jazz Club Bologna”

Esce il 18 giugno il nuovo singolo del trio della vocalist Elisabetta Guido che reinterpreta “Summertime” fra soul e jazz

MILANO – Uscirà venerdì 18 giugno, per Smart Life Records (Ed. Italian Way Music), il nuovo singolo del trio della vocalist Elisabetta Guido, apprezzata cantante e autrice jazz salentina che vanta collaborazioni con artisti del calibro di Renzo Arbore, Javier Girotto, Fabrizio Bosso, Ares Tavolazzi e Flavio Boltro: si tratta di una reinterpretazione, tra jazz e soul, di “Summertime”, il celeberrimo evergreen di George Gershwin (tratto dall’opera “Porgy and Bess”), arrangiato per l’occasione dal chitarrista Martino Vercesi. La nuova incisione dell’Elisabetta Guido trio, formazione che include anche il sassofonista Mirko Fait, è stata registrata presso lo studio Artesuono di Stefano Amerio, a Cavalicco (Udine), e sarà disponibile su tutte le piattaforme digitali e su Youtube. Le immagini della copertina del singolo sono state scattate da Roberto Cifarelli, tra i più noti fotografi italiani di jazz.

A inizio luglio verrà lanciato anche un videoclip, girato presso gli scenografici spazi post-industriali del Moebius Milano e diretto da Antonio Occhiuto. Afferma Elisabetta Guido: «Con questo trio mi esibisco ormai da un paio d’anni e abbiamo decine di concerti alle spalle. Avevamo l’intenzione di riproporre un grande classico del jazz alla vigilia dell’arrivo della bella stagione e, dunque, quale brano è più indicato di “Summertime”? Questo nuovo singolo fa seguito alla reinterpretazione di un’altra pietra miliare che abbiamo registrato in quintetto lo scorso autunno, “What a Wonderful World” di Louis Armstrong, sempre per la stessa etichetta. Nei prossimi mesi continueremo a proporre altri capolavori del jazz, alla nostra maniera, cioè seguendo uno stile che si sta sempre più facendo strada nel mondo musicale americano, che mescola le caratteristiche vocali e armoniche del jazz con la vocalità e i melismi soul. Ne sono un esempio artisti quali Jazmine Sullivan e Jacob Collier».

Durante e dopo il lockdown, la versatile e poliedrica Elisabetta (è anche pianista, arrangiatrice, docente e direttrice di coro e, come cantante, si cimenta spesso con repertori gospel e soul, non disegnando neppure incursioni nell’ambito della lirica) non si è fermata un istante: lo scorso maggio, infatti, ha registrato insieme a Martino Vercesi e Mirko Fait il suo nuovo album, intitolato “Arabesque”, che includerà anche brani originali da lei composti, uscirà all’inizio del 2022 e vedrà la presenza di vari ospiti, fra i quali il trombettista Fabrizio Bosso come special guest. 

Continua a leggere

Alla ricerca di nuovi talenti della musica, tra Monza, Lecco e Bergamo, con le borse di studio delle Accademie Lizard (dal 15 giugno al via le iscrizioni)

Lizard Accademie Musicali, la più grande organizzazione di didattica in Italia, offre due borse di studio ai residenti nelle province di Monza e Brianza, Lecco e Bergamo per frequentare i corsi di scuola superiore di musica. Dal 15 giugno si apriranno le iscrizioni per presentare le domande  

MONZA – Due borse di studio riservate ai musicisti residenti nelle province di Monza e Brianza, Lecco e Bergamo, di cui una destinata ai residenti in Barzanò, che intendano ampliare le loro conoscenze e migliorare la loro formazione frequentando i corsi S.S.M. di Scuola Superiore di Musica delle Accademie Lizard di Barzanò (Lc), Azzano San Paolo (Bg) e Lissone (Mb). 

È l’iniziativa messa a punto dall’associazione culturale Flat Five, presieduta dal chitarrista e docente Nicola Fassi, per l’anno accademico 2021/2022: una proposta con la quale i promotori e gli insegnanti intendono “archiviare” la pandemia tornando a fare lezione in presenza e festeggiare i 40 anni di attività del network Lizard, la più grande organizzazione di didattica musicale in Italia, che nel nostro Paese conta ben settanta scuole (la sede centrale è a Fiesole) e che è presente un po’ in tutto il mondo, dalla Cina alla Spagna, dalla Russia all’Inghilterra fino agli Stati Uniti.Per accedere alle borse di studio si potrà far domanda a partire dal 15 giugno, esclusivamente via email (all’indirizzo info@lizardmonzaleccobergamo.net). Le iscrizioni chiuderanno il 15 settembre. 

Continua a leggere

Anteprima Meeting del Mare, XXV edizione: dal 13 al 27 giugno a Marina di Camerota arriva “MdM Camp”, residenza artistica per giovani autori, con tutor Eugenio Cesaro e Kruger. Il 17 giugno incontro con Aboubakar Soumahoro, Franco Arminio e don Gianni Citro

Anteprima XXV edizione Meeting del Mare

MdM Camp, dal 13 al 27 giugno a Marina di Camerota

Una residenza artistica per giovani autori under 35

Realizzata con il sostegno di SIAE- Per Chi Crea

Giovedì 17 giugno 2021, incontro Costruire Mondi

Aboubakar SoumahoroFranco Arminiodon Gianni Citro

Venerdì 25 giugno: concerto Kruger

Sabato 26 giugno: concerto Eugenio Cesaro

Domenica 27 giugno: concerto Orchestra sperimentale OEOAS

Grotta di Lentiscelle – Marina di Camerota (SA)

Ingresso gratuito 

Il Meeting del Mare compie 25 anni. Il festival ideato e diretto da don Gianni Citro, giunto alla XXV edizione, ritorna dal 22 al 25 luglio 2021 con quattro serate di musica, danza, incontri e performance artistiche in riva al mare del Cilento. Headliner di questa edizione, che ha come tema “il corpo”, saranno tre nomi tra i più apprezzati della scena italiana contemporanea: ArieteIosonouncane e Venerus. Senza dimenticare le esibizioni di oltre 40 artisti emergenti e nuove realtà della musica indipendente, che animeranno la terrazza del molo grande di Marina di Camerota (SA).

Ad anticipare il festival – dal 13 al 27 giugno – ci saranno le attività del MdM Camp, un laboratorio artistico a 360 gradi con workshop, showcase e occasioni d’incontro per 8 giovani autori. Grazie al contributo di SIAE, attraverso il progetto Per Chi Crea, l’MdM Camp diventa una residenza artistica che accoglie progetti musicali di artisti e creativi under 35 provenienti da tutta Italia, con due tutor d’eccezione: Eugenio Cesaro (degli Eugenio in Via Di Gioia) e Lorenzo Kruger.

Gli artisti selezionati – GuendalinaTōruRossana De PaceSpinaLe Api RandagieL’ennesimoVergine e Vins – lavoreranno alla scrittura di un brano inedito e a un percorso formativo nelle due settimane di residenza a Marina di Camerota. Per poi esibirsi a luglio al Meeting del Mare 2021, sul main stage.

Continua a leggere

Recensione: Teresa De Sio ospite di “Open Festival III Edizione “

Di Annamaria De Crescenzo
Foto by SpectraFoto© http://www.spectrafoto.com

Terza ed ultima serata della III Edizione di “Open Festival” domenica 13 giugno svoltasi in due location diverse del territorio di Ercolano, Settecento Frivolezze (da un’idea di Gigi Di Luca) con una performance teatrale alle 19 a Villa Campolieto della Compagnia Teatro dell’Osso “Regine Sorelle” con Titti Nuzzolese scritto e diretto da Mirko Di Martino seguito poi dal concerto conclusivo del Festival di Teresa de Sio al Parco urbano del Miglio d’Oro.

Una serata davvero particolare e unica nel suo genere  che ha concluso un’edizione che, ancora una volta, ci porta ad affermare che le scelte artistiche e culturali di Gigi Di Luca sono davvero  frutto di una ricerca e di un’attenzione ai particolari e all’esigenza di fare cultura dando risalto non solo alla bellezza e alla storia  luoghi del territorio che ospitano i suoi Festival o le sue rassegne sempre interessantissime come Pugliano, Villa Campolieto, Parco Archeologico di Ercolano, Basilica di Pugliano, il centro storico di Ercolano, ma anche alla scoperta e alla valorizzazione di espressioni artistiche che variando da un genere all’altro e da una forma all’altra dell’essere Artista rappresentano intensamente l’obiettivo stesso di “Open Festival” che, come dice il nome è apertura totale senza alcuna barriera ad ogni forma di Arte e di Cultura.

La serata conclusiva del Festival è stata anticipata dalle parole del Sindaco di Ercolano Ciro Buonajuto e dallo stesso Direttore Artistico Gigi Di Luca che hanno voluto non solo mettere in evidenza quanto sia determinante l’importanza di un evento come questo per l’intera Città di Ercolano che, prima della pandemia, si stava impegnando fortemente nel settore della Cultura, dell’Arte e del Turismo, forte delle enormi potenzialità che tale territorio ha grazie ai Beni Culturali , Archeologici ed Architettonici   della Città e dello spirito imprenditoriale dei cittadini che in pochi anni hanno creato tantissimi B&B e quindi decuplicando le potenzialità di ospitalità turistica della città stessa.

Dal lato artistico Gigi Di Luca ha sottolineato l’importanza di dare risalto non solo ad artisti noti al grande pubblico come Onorato, Tony Esposito e Teresa de Sio, ma anche realtà artistiche molto particolari come quelle rappresentate nelle performance artistiche, teatrali, circensi e di musica e di danza presentate nelle serate del Festival e l’ampio spazio dedicato ai più piccoli grazie a laboratori e momenti di aggregazione di grande successo. D’altronde è la formula vincente che lo stesso Di Luca applica anche per altri Festival da lui stesso diretti ed organizzati e che da tale formula scaturiscono eventi, rassegne e festival che non solo emozionano il pubblico ma lo rendono consapevole di aver partecipato ad eventi unici nel loro genere.

Continua a leggere

Recensione: Antonio Onorato New Quartet ospite di “Open Festival III Edizione”

Di Annamaria De Crescenzo
Foto by SpectraFoto© - http://www.spectrafoto.com

Finalmente la musica live torna a far parte delle nostre serate e delle nostre emozioni  grazie a “OPEN festival  III Edizione” una bellissima rassegna ideata da La Bazzarra e organizzata dal Comune di Ercolano, con la direzione artistica di Gigi Di Luca e cofinanziata dalla Regione Campania, rassegna che ha unito, con l’immancabile e raffinata alchimia come solo un Direttore Artistico come Gigi Di Luca sa fare, tutte i vari volti dell’Arte come la musica, il teatro, la danza, l’arte circense, con la valorizzazione delle bellezze architettoniche e culturali di una Città come Ercolano che da sempre è simbolo di Cultura, di Storia e di Arte in generale.

Iniziata venerdi 11 giugno con la visita guidata alla Basilica di Pugliano, il laboratorio circense  “Circobus” dedicato ai più piccoli, lo spettacolo “Zoe il principio della Vita”, è continuato sabato pomeriggio con “Synaulia  Luna Janara” uno spettacolo straordinario  tutto dedicato ai suoni, alle musiche e alle  danze dell’antichità per poi concludersi in serata con il magnifico concerto al Parco Urbano del Miglio d Oro,  di Antonio Onorato New Quartet e la straordinaria partecipazione di Tony Esposito.

Il concerto ha suscitato da subito uno straordinario interesse nel pubblico al punto tale che l’evento è risultato in sold out dopo solo pochissime ore dalla pubblicazione del link per la prenotazione dell’ingresso gratuito al concerto.

Antonio Onorato, musicista straordinariamente sensibile e con un animo da poeta della chitarra, oltre che essere un virtuoso di questo suo amatissimo strumento, è entrato di diritto nella storia della chitarra italiana con uno stile originale e in continua evoluzione, capace di unire sonorità jazz con quelle blues, la bossanova con sonorità della cultura degli Indiani d’America (dei quali ne è profondamente innamorato) fino ai travolgenti ritmi del Mediterraneo e dell’Africa in particolare. Ha suonato in tutto il mondo e ha collaborato con i più grandi nomi della musica come Pino Daniele, Franco Cerri, Toninho Horta, Jamese Senese, Gerald Cannon, Enrico Rava .

Continua a leggere

« Vecchi articoli Recent Entries »