Monthly Archives: Maggio 2018

Festa della Tammora 2018: Presentazione programma martedi 22 maggio Caffe’ Gambrinus

 “Tammurriata Stampa”  è la conferenza stampa della “Festa delle Tammorra 2018” con flash mob e corteo in costume  di “ballatori e tammorre” per presentare in musica, canti e danze la  tre giorni che si terrà dal 25 al 27 maggio a Carinaro (Caserta). La “Festa della Tammorra” è un  appuntamento con la storia, la musica e percorsi enogastronomici  in una festa dai colori e suoni indimenticabili immersi nelle bellezze paesaggistiche dall’indiscutibile suggestività e magia.

Alla conferenza stampa che si terrà a Napoli martedì 22 maggio alle ore 11.30 presso il Gran Caffè Gambrinus in Via Chiaia 1/2,    interverranno Marianna Dell’Aprovitola, Sindaco di Carinaro; Bruno Capoluongo, Vice Sindaco di Carinaro; Bruno Lamberti direttore artistico della kermesse;  Gianni Simioli, maestro presentatore e gli artisti del cast della “Festa della Tammorra 2018”  tra cui Marcello Colasurdo, Luca Rossi, Peppe ‘O Mericano, Vianova, Suddaria, Popolo Vascio, I Vico, Giovanni Mauriello, Luna Rossa Band, Matteo d’Onofrio Quartetto Classico, Alla Bua, Scuola di Tarantella di Montemarano, I Figli di Cibele e ancora i componenti dell’associazione culturale Rievocatorie Fantasie d’Epoca che daranno vita al corteo in costume “ballatori e tammorre”.
 
Dopo la conferenza stampa, sempre nelle sale del Gran Caffè Gambrinus, si terrà un rinfresco. 
Ufficio stampa per Jesce Sole
Manuela Ragucci
338/3116674

 

 

Magip – il nuovo capitolo discografico firmato GB Project firmato Gilberto Mazzotti

Di Giorgio Borrelli

Magip rappresenta il nuovo capitolo discografico a firma di Gilberto Mazzotti, pianista eclettico e viscerale.
La formazione risulta essere costituita da: Alessandro Scala (sax soprano e sax tenore), Gilberto Mazzotti (pianoforte e piano elettrico), Piero Simoncini (contrabbasso), Michele Iaia (batteria) e dallo special guest Simone Zanchini (fisarmonica).
Magip è un album composto essenzialemente da otto brani tutti scaturiti dalla vena creativa di Gilberto Mazzotti.
Emerge in maniera lapalissiana il viaggio intrapreso nel lavoro discografico. Si naviga nello spazio e nel tempo. Il tutto risulta godibile e fresco poichè pur solcando il modern jazz il lavoro è arricchito da forti influenze derivanti dal contemporary jazz.
Estremamente comunicativo, Magip è declinabile in svariate trame.
Mazzotti articoli voci e linguaggi che dai colori di una danza appena sussurrata, scivola in ritmi caraibici e nelle tonalità tipiche del tango, al punto tale da innalzarsi verso una lirica poetica e superba.
E’ chiara l’intenzione dell’autore di intrattenere l’ascoltatore con un’unica voce narrante, gli strumentisti, validi alfieri di questo progetto, riescono a descrivere luoghi e paesaggi diversi tra loro senza mai confondersi e sorreggono, poderosi, le idee del pianista.
L’album è edito dall’etichetta Alfa Projects e merita d’essere acquistato e, soprattutto, ascoltato in religioso silenzio.

Giorgio Borrelli.

“24 Live in studio” – l’album d’esordio di Sebastiano Esposito – registrato interamente in presa diretta

Di Giorgio Borrelli

“Non conosco il motivo che spinge un musicista a diventare tale, il mio è stato quello di vivere per sempre in ogni nota”.
Sebastiano Esposito, giovane chitarrista e compositore partenopeo esprime così il suo personale viaggio nel mondo musicale con cui documenta la sua scelta di vita e le sue emozioni.
“24 – live in studio” è un album autoprodotto, masterizzato da Giovanni Versari de la “La Maestà Mastering Studio”, mixato presso gli “Starlight Studios” da Renato De Carlo e Giuseppe Polito, nonchè registrato presso “The Vessel Recording Studios” da Stefano Soggiomo e Nicola Tranquillo ed infine nei locali del “Black Eight Studios” di Ciro Galante e Nico Esposito.
Il giovanissimo chitarrista è accompagnato da altrettanti valenti musicisti. Ritroviamo alla batteria Elio Severino mentre Giovanni Macchiaverna sostiene la sezione ritmica col suo basso.
Sebastiano ci introduce in paesaggi musicali raccontando con la sua voce storie di vita, di amicizia, d’amore e di tristezza, di passione e di sconforto entrando nel cuore dell’ascoltatore con il suo tocco poetico e aggressivo allo stesso tempo ma sempre sincero, diretto, lineare. Continua a leggere

Brunello Canessa, Gianni Guarracino, Marco Gesualdi ed Enzo Caponetto in “Four Guitars” a Villa Di Donato

di Clementina Abbamondi

Bellissimo e coinvolgente il concerto “FOUR GUITARS” svoltosi nella incantevole settecentesca Villa di Donato il cui ricavato sarà completamente devoluto alla comunità di Padre Amos in Tanzania per la costruzione di una Hospitality House per assistere i bambini albini vittime di vessazioni.

Quattro chitarristi d’eccezione quali Brunello Canessa, Gianni Guarracino, Enzo Caponetto e Marco Gesualdi si sono esibiti sul palco allestito nel bellissimo giardino della Villa. Come ha raccontato Brunello Canessa, l’unione dei quattro chitarristi “FOUR GUITARS” è nata quasi per caso sul palco del Teatro Trianon quando durante un concerto tributo a James Taylor si incontrarono i quattro artisti con le loro differenti caratteristiche :il country di Brunello, la jazz fusion di Gesualdi, il flamenco di Guarracino ed il blues di Caponetto creando un sound unico e particolarissimo. Dice Canessa “FOUR GUITARS è l’insieme di quattro amici, tutti chitarristi che si ritrovano sul palco ognuno col suo strumento, ognuno col suo percorso musicale ma tutti con la stessa voglia di condividere un momento di “musica e basta”.

Il concerto è iniziato con un brano di James Taylor al quale sono seguiti  “From the Beginning “di Emerson Lake &Palmer e “Teach your cildren” di Crosby Stills Nash&Young. Emozionante il brano dei Beatles “Here comes the sun“interpretato da Brunello Canessa con la sua bellissima voce.

Si sono poi susseguiti gli assoli di Marco Gesualdi che ha suonato un pezzo jazz  scritto “quando era appena maggiorenne” per la sua amica Maria Pia De Vito e poi Enzo Caponetto che ha coinvolto il pubblico cantando un pezzo “scaramantico” dove si parla del Mojo, un sacchetto di ossa portafortuna che corrisponde al nostro “cuorno”.

Il concerto si è concluso con l’esecuzione di alcuni brani del grandissimo Pino Daniele”:Quanno chiove“, “I say i’ stoccà“, e “Nun me scoccia’

Villa di Donato, la location del concerto, abbandonata per 30 anni, è stata restaurata dalla Famiglia De Mennato e restituita alla sua funzione originaria di polo di attrazione di eventi musicali e culturali che vengono organizzati dalla padrona di casa Patrizia De Mennato che accoglie i suoi ospiti con gentilezza, affabilità e grande competenza.

Un concerto unico, magico e irripetibile come ha tenuto a precisare Brunello Canessa che dice “quando mi chiedono che repertorio faremo ripeto sempre che decideremo i brani al momento per cui ogni concerto è unico e, sottolinea Gianni Guarracino, il titolo del concerto è “l’amicizia”.

DOPHIX® si presenta sul mercato dal 2015, sotto il nome Dolphin, con una linea HAND MADE di effetti per chitarra ed effetti per basso

DOPHIX® si presenta sul mercato dal 2015, sotto il nome Dolphin, con una linea HAND MADE di effetti per chitarra ed effetti per basso.

Guitar Club Marzo 2018 raggi x su DOPHIX
Guitar Club Aprile 2018 come nasce un pedale
Video presentazione aziendale

Il brand negli anni è cresciuto, fino ad approdare alle più importanti fiere di settore in U.S.A. Questa grande maturazione è stata segnata con una evoluzione nel nome e nel marchio, dando vita a DOPHIX®.
La nostra ricerca del suono è maniacale. La musica deve incendiare!
Perciò puntiamo a ricreare un suono “caldo”, che torna indietro nel tempo, riscoprendo e valorizzando le sonorità degli anni ‘70.
Il fascino del suono si percepisce anche nell’estetica. La bellezza dei prodotti sta nel fatto a mano, nella cura delle saldature punto a punto. La linea degli effetti è caratterizzata dalla robusta struttura del box, dei potenziometri, dello switch.
Dal punto di vista grafico siamo riconoscibili per le “trilogie”. I nostri prodotti sono raggruppati in triadi: “Three naked men”, “Dante trilogy, “Da Vinci experience”, “Chimera trilogy. Dietro ad ogni collezione cerchiamo di riportare le nostre radici toscane, che vengono carpite e ridisegnate da artisti italiani.
Gli effetti DOPHIX® sono estremamente silenziosi, escludono i rumori di fondo.
Un elemento distintivo della nostra produzione, comune a tutti gli effetti, è la presenza di un LED alla base. Non solo bello da vedere, ma anche utile per dare maggiore visibilità al musicista sul palco.
L’attuale gamma effetti è composta da: overdrive, fuzz, distorsioni, boost, compressore, booster, tremolo, chorus/phaser, blender. Gamma in piena espansione sia come tipologia di modulazione suono sia come ricerca di materiali.
DOPHIX® produce oggetti di alta qualità secondo la filosofia universalmente conosciuta del “MADE IN ITALY”, dalla concezione stessa dell’idea iniziale fino a raggiungere la raffinatezza sonora che contraddistingue i nostri effetti.
DOPHIX® è presente nelle fiere di riferimento mondiale di settore.
Dietro ad ogni effetto ci sono tre volti umani:
Stefano: la mente esperta del gruppo, artefice del suono di ogni effetto.
Andrea: un vulcano di idee vocato all’area commerciale e PR.
Federica: cuore femminile del gruppo, responsabile dell’area marketing.

IL “SUPEREROE” DI CEPPE VOLA IN RETE

Ha raggiunto su Facebook 30.000 visualizzazioni in pochi giorni. Numeri da supereroe quelli di Giuseppe Casciano, in arte Ceppe. Il giovane poliedrico artista, musicista e videomaker, ancora emergente, sbaraglia la concorrenza con il video del nuovo singolo “Supereroe” che fotografa Napoli con uno sguardo brioso ma sincero e, spinto da un amore sano e costruttivo, soffre dei problemi che affliggono la città e cerca una soluzione, trovandola in un atipico supereroe, il piccolo Sasy, bambino prodigio.

“Vivo in una delle città più belle del mondo – racconta Ceppe – ma spesso lo dimentico perché qui purtroppo pare ci sia un prezzo da pagare per avere 15 gradi in pieno inverno e la pizza margherita con doppia mozzarella. Forse Napoli è come Gotham City: ha bisogno del suo supereroe che metta a posto le cose, qualcuno da poter chiamare in caso di necessità”.

In realtà, il messaggio è più profondo. Nella canzone, dalla melodia fresca e attraverso le magie del piccolo protagonista, diviso tra la normalità di tutti i giorni e la vita volante con il mantello, appare chiaro che se solo lo volessimo, ognuno di noi potrebbe compiere questo miracolo, salvando la città.

https://www.facebook.com/ceppepasciano/videos/1871360246247381/?hc_ref=ARTQHiV4utZ5jAFSV9uh_IAS_x6baGXD516kLATQItBRAuEW5zTY_JZ52MEWbbbvkt4&fref=nf

Somma Vesuviana (NA), ritorna l’appuntamento culinario di “Baccalà food experience” da lunedì 14 maggio.

Somma Vesuviana, patria della cucina a base di stoccafisso e baccalà, ritorna da lunedì 14 maggio l’appuntamento culinario con “Baccalà food experience” a cui aderiscono ben otto ristoranti della zona specializzati nella preparazione di queste pietanze.
Ad attendere gli amanti del baccalà una gradita novità: a differenza dello scorso anno, infatti, la promozione avrà durata permanente: i ristoranti associati proporranno un menù a base di baccalà e stoccafisso al prezzo di 30€ dal lunedì al giovedì, offrendo di volta in volta originalità culinarie in cui i prodotti ittici tipici del vesuviano saranno gli indiscussi protagonisti.

I menù subiranno periodicamente variazioni per rispondere alle esigenze delle stagioni in corso e della creatività degli chef e saranno consultabili sul sito www.baccalafoodexperience.it.
Allo stesso indirizzo web sarà altresì possibile prenotare il proprio pranzo o la propria cena presso i ristoranti aderenti: Hungry People, Treqquarti, Tenuta San Sossio, Osteria Summa Terra, La Lanterna, ‘800 Borbonico, Locanda Nonna Rosa e Zoppicone; una scelta vastissima e proposte culinarie dei ristoranti  a cui è impossibile rinunciare: noi vi consigliamo di provarli tutti.

Alla ZTL – Zurzolo Teatro Live : Sabato 19 maggio ore 21.30 Antonio Onorato “Guitar Solo”

Il “guitar solo” del chitarrista e compositore napoletano Antonio Onorato è un vero e proprio viaggio che parte da Napoli per andare in giro per il mondo, attraverso la musica, contaminando la cultura napoletana e italiana con quella dei nativi americani, con l`Africa sub sahariana, con il medio-oriente, con il Brasile, con l`India, con il jazz e la musica afro-americana. Onorato utilizzerà In questo concerto diverse chitarre, come la breath guitar (chitarra a fiato), la chitarra sitar, la “guitar angel” e diverse chitarre acustiche con accordature particolari.

VI ASPETTIAMO!

!LOCALE CLIMATIZZATO!

Mostra Artistica di Pasquale Manzo

“PCI… ovvero

Pulcinella Circense Incantatore”

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA

Posti Disponibili: 80

Evento con sottoscrizione di 12,00 €

PARCHEGGIO

Garage Via Foria (di fronte la Caserma Garibaldi)

Dite dello Spazio ZTL

Chiusura prevista alle 01.00

PER PRENOTARE:

392.3915529 – 081.0331974

prenota@zurzoloteatrolive.it

Alla scoperta di Fano, tre itinerari per conoscere la città VISITE GUIDATE di PASSAGGI FESTIVAL

Fano, 15 maggio 2018 –  Un’iniziativa di Passaggi Festival dedicata ai turisti che non conoscono la città e ai fanesi che vogliono conoscerla meglio. Il successo delle visite guidate delle precedenti edizioni, curate dalla guida turistica professionista ed esperta di storia locale Manuela Palmucci, ha convinto gli organizzatori del Festival della Saggistica, in programma a Fano dal 27 giugno al 1 luglio, a riproporre itinerari rinnovati, alla scoperta di una Fano affascinante e poco nota.

Passaggi è sempre più “libri vista mare” e non solo, con iniziative pensate anche per i turisti che hanno deciso di trascorrere a Fano le loro vacanze estive. Tre infatti le visite nel programma 2018 del Festival, la prima è una sorta di ‘fuori festival’, perché fissata per martedì 26 giugno, destinazione Fano Romana: un intrigante itinerario che si snoda tra vicoli, cunicoli, gallerie sotterrane alla scoperta dei suggestivi luoghi di una Fano di oltre duemila anni fa.

Secondo appuntamento venerdì 29 giugno alla volta della Fano da Scoprire: passeggiata lungo le vie del centro alla ricerca delle radici storiche della città e del suo ricco patrimonio, una preziosa opportunità per scoprire angoli insoliti e di grande fascino.
L’ultima tappa è per gli amanti delle due ruote: domenica 1 luglio è la volta di Fano in Bicicletta. Pedalando pedalando Manuela Palmucci guiderà i partecipanti in una visita ecologica e divertente alla scoperta dei segreti della città, prediligendo gli scorci più caratteristici, fornendo informazioni utili e curiosità, storie di ieri e notizie di oggi.

Ogni visita avrà una durata di circa un’ora e mezzo. La prenotazione è obbligatoria (346.6701612 – lelaste@gmail.com) e il costo è di 5 euro a persona.

http://www.passaggifestival.it

Passaggi Festival

Ufficio Stampa Andreina Bruno

333.2930951 / bruno.andreina@gmail.com

ISHA, MAGAZINE AL FEMMINILE. DAL 16 MAGGIO ON-LINE

Conferenza stampa di presentazione e uscita web: mercoledì 16 maggio ore 11.11

Il magazine prende il nome di ISHA, appellativo che affonda le sue origini nella storia della tradizione ebraica ed aramaica e che ha come significato principale “Lei”: la Donna, la Signora; mensile on-line tutto al femminile, edito da I Segreti di Sophia, scuola Ermetica per il benessere e l’evoluzione umana, in partnership con Alauda, associazione per la Cultura e le Arti. La rivista si avvale di un  format totalmente unico e innovativo,  reso evidente da un fil rouge che collega le varie autrici e le loro diverse forme espressive: l’amore per l’Arte Sapienziale e la necessità di trasferire a lettrici e lettori ideali di valore.

Continua a leggere

« Vecchi articoli Recent Entries »