Sabba e gli Incensurabili al Teatro Bolivar : l’omaggio alla musica di Lucio Battisti

Venerdi 10 novembre l’inaugurazione, con il concerto di “Sabba e gli Incensurabili suonano Battisti” del cartellone dei “concert show” che si terranno al Teatro Bolivar fino ad aprile 2018, rassegna curata dal Direttore Artistico settore musicale Michelangelo Iossa e che prevede una serie di concerti tutti dedicati ai grandi nomi della musica italiana come Domenico Modugno, Pino Daniele, Mina, Mimmo di Francia, Lino Vairetti oltre a quelli internazionali come i Beatles e le colonne sonore dei film di James Bond.

Sabba e gli Incensurabili sono una delle band più conosciute nella nostra città e non solo per il loro repertorio che attinge al blues e al rock indipendente, guidati da Salvatore Lampitelli, in arte Sabba, musicista da sempre, due dischi al suo attivo, e che vanta collaborazioni in progetti e band importantissime come i “Sud Express” di Franco Del Prete, e “Anema e Core” celebre locale di Capri, vincitore del talent show di Canale 5 “The Winner is” condotto da Gerry Scotti.

Il concerto, presentato dallo stesso Michelangelo Iossa, intervenuto più volte sul palco del Teatro Bolivar durante la serata con una serie di racconti e aneddoti sulla carriera artistica di Battisti, è stato, appunto un insieme di musica e di parole, non un semplice omaggio come solitamente ci viene presentato da una tribute band, ricalcando fedelmente la musica dei loro idoli, ma piuttosto una reinterpretazione, alla maniera degli Incensurabili, della musica di Battisti, riarrangiata secondo musicalità moderne e secondo lo stile personalissimo del gruppo.

Iniziato con un’ intensa interpretazione di “Mi ritorni in mente” (canzone preferita dallo stesso Salvatore Lampitelli oltre che del padre, anch’egli musicista e presente in sala con la moglie), è continuato con i successi di sempre del grande Artista come “Un’Avventura”, “Eppur mi sono scordato”, “Il tempo di morire” “E penso a te “, “Il mio canto libero” “Amarsi un po” , “Io vivrò”, “Prendila cosi “, “I giardini di marzo “ solo per citarne alcuni, insieme a canzoni meno conosciute del repertorio artistico di Battisti ma ugualmente di enorme bellezza come “Comunque bella”.

Salvatore Lampitelli, a volte solo voce a volte accompagnandosi con la sua inseparabile chitarra, ha conquistato letteralmente il pubblico in sala. La sua voce calda, dagli inconfondibili toni blues ha dato a queste canzoni che fanno parte della storia della canzone italiana una versione diversa ma altrettanto emozionante come quella dello stesso Battisti.

Con “Nessun dolore “ e soprattutto “10 ragazze per me “ Sabba ha chiesto al pubblico di potersi scatenare con loro, prontamente accontentati da tantissime persone che in sala hanno iniziato a ballare e cantare.

Il concerto si è concluso con “Una Donna per amico” applauditissima dal pubblico in sala.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.