Category Archives: Comunicati

Carlo Aonzo e Bruno Canino – Concerto Auditorium G. Rossini – Modena – 14 gennaio 2023

CARLO AONZO E BRUNO CANINO

“Lo Splendore del Classico”

duo mandolino e pianoforte

sabato 14 gennaio 2023

Auditorium Corale Gioacchino Rossini – Modena

Sabato 14 gennaio alle ore 18:00, nell’ambito della XI edizione della rassegna “Protagonista il Mandolino” organizzata dall’Associazione Ensemble Mandolinistico Estense presso l’Auditorium Corale Gioacchino Rossini di Modena, si terrà una prima assoluta del duo formato dal mandolinista di fama internazionale Carlo Aonzo e dal prestigioso Maestro Bruno Canino, uno dei massimi cameristi e pianisti dei nostri tempi.

Il programma, appositamente costruito per questo evento, propone musiche di Ludwig van Beethoven (Sonatina in Do maggiore – Adagio ma non troppo in Mib maggiore – Sonatina in Do minore – Andante con variazioni in Re maggiore), Franz Schubert (Sonatina op. 137 n. 1 in Re maggiore – I. Allegro molto II. Andante III. Allegro vivace) e Raffaele Calace (Fantasia Poetica op. 56).

Il concerto è parte della rassegna Modenese interamente dedicata al mandolino che vede alla direzione artistica il Maestro Roberto Palumbo, l’ingresso è libero ed è prevista la prenotazione (plettro@mandolinoestense.it).

Un duo inedito, tutto da ascoltare, per il quale il Maestro Aonzo ha dichiarato: “Ho avviato recentemente una importante collaborazione con il prestigioso pianista Bruno Canino, una leggenda vivente. Il maestro nella sua lunga carriera ha accompagnato i più grandi violinisti della storia della musica e questa è la sua prima vera collaborazione con un mandolinista. Sono orgoglioso di rappresentare per lui questa nuova esperienza.”

Continua a leggere

Joyce Yuille ritorna al Winehouse

A grande richiesta, ritornano il 19 gennaio Joyce Yuille & Elio Coppola al Winehouse!
Direttamente da New York, l’entertainer Joyce Yuille in 4etDopo aver affascinato il pubblico con la sua eleganza e il suo stile coinvolgente, Joyce Yuille ritorna a grande richiesta sul palco del Winehouse per una seconda imperdibile data! Il 19 gennaio, la cantante di New York si esibirà con Elio Coppola, batterista napoletano, conosciuto e affermato nel panorama nazionale e internazionale della musica jazz e non solo. L’energia e la passionalità di Joyce ti aspettano per una serata tinta di jazz, soul e blues.
 ­Prenota il tuo tavolo!­
Winehouse Jazz Club & Restaurant
Via Nuova Marina 5, 80133, Napoli

PREMIO D’APONTE PER CANTAUTRICI: ON LINE IL BANDO DI CONCORSO

PREMIO D’APONTE PER CANTAUTRICI: ON LINE IL BANDO DI CONCORSO

LE FINALI IL 27 E 28 OTTOBRE 2023 AD AVERSA

La premiazione di Moà  nel 2022 - foto di Giorgio Bulgarelli

Sono aperte le iscrizioni per la 19a edizione del “Premio Bianca d’Aponte – Città di Aversa”, il contest che intende promuovere le nuove cantautrici italiane dando loro la possibilità di esprimere la propria creatività, creando anche momenti di incontro, di approfondimento e di confronto con importanti artisti e addetti ai lavori. Non ci sono preclusioni di genere musicale.

La scheda di iscrizione e il nuovo bando di concorso sono disponibili su www.premiobiancadaponte.it . La partecipazione è come sempre gratuita, la scadenza è fissata al 24 aprile 2023.

Le finaliste del Premio, che si avvale della direzione artistica di Ferruccio Spinetti, saranno come sempre selezionate da un ampio e prestigioso Comitato di garanzia, composto da cantanti, autori, operatori del settore e giornalisti musicali.

Molti dei componenti del Comitato faranno parte anche delle due giurie, quella generale e quella della critica, che assegneranno i premi nelle serate finali.

Continua a leggere

TRIANON VIVIANI, i concerti di FLO, FINARDI e CONVERSO – dal 13 al 15 gennaio

fondazione

direzione artistica Marisa Laurito

Trianon Viviani, i concerti di Flo, Finardi e Converso

I tre appuntamenti del week end, dal 13 al 15 gennaio

Nel week end della settimana, i recital dei cantautori Flo e Eugenio
Finardi e il concerto desimoniano di Raffaello Converso sono gli
appuntamenti proposti dal Trianon Viviani, nel cartellone firmato da Marisa
Laurito.

Flo in “Brave ragazze” – venerdì 13 gennaio, ore 21

Con “Brave ragazze” la cantautrice Flo racconta la musica e la vita di
donne straordinarie, che, “armate” di canzoni, hanno lasciato un segno
indelebile nella cultura latina: storie di coraggio e rivoluzione che ci
restituiscono una visione contemporanea e allargata della prospettiva
femminile e del carattere latino.

Le brave ragazze – autrici o ispiratrici di questo recital – sono donne
divise tra grandi successi e grandi solitudini, pietre miliari della nostra
musica e della nostra cultura. Come Gabriella Ferri e Violeta Parra,
entrambe simboli di passione incontenibile e mal di vivere. Come la Lupe,
l’artista cubana che incantò Hemingway, Tennessee Williams e Marlon Brando,
che, dopo l’enorme successo in America, conobbe l’oblio in sedia a rotelle e
la vita da senza tetto. Come Leda Valladares, la cantante ricercatrice del
Tucuman, che con il suo registratore raccoglieva sul campo canzoni antiche e
urla solitarie, che andavano via via scomparendo: a lei che recuperava la
memoria, l’ironia macabra della sorte la condannò a finire i suoi giorni in
una clinica per malati di Alzheimer. Come, infine, Gilda Mignonette, la più
famosa cantante napoletana d’America, la Regina degli emigranti che morì in
mare, durante la traversata da New York a Napoli, dopo aver espresso il
desiderio di morire nella propria amata città natale: sul suo certificato di
morte verranno riportate le coordinate del punto in cui si spense, da
migrante per sempre.

Continua a leggere

Sabato 14 Gennaio 2023 al Teatro Summarte: Rosaria de Cicco in “I Giorni Dell’Abbandono”


La fine di un amore. I territori impervi dell!abbandono, nei quali si finisce per essere scaraventati da un addio imprevisto, imprevedibile, assolutamente inevitabile. Una storia universale, declinata al singolare, ma nella quale ciascuno finisce per veder riflessa l’ombra delle proprie paure o dei propri ricordi.


La storia di Olga, di un matrimonio apparentemente felice che naufraga tra le onde inarrestabili di un desiderio nuovo, prepotente, devastante.
Rimasta con i due figli e il cane, profondamente segnata dal dolore e dall!umiliazione, Olga, dalla tranquilla Torino dove si ètrasferita da qualche anno, è risucchiata tra i fantasmi della sua infanzia napoletana, che si impossessano del presente e la chiudono inuna alienata e intermittente percezione di sé. Comincia a questo punto una caduta rovinosa che mozza il respiro, un racconto che cattura e trascina fino al fondo più nero, più dolente dello strazio.


Un lacerante viaggio al centro dell!anima, nei gironi infernali delle paure e dell’insicurezza, del dolore e del passato.

Le parole delle Ferrante sono schegge di vitache dilaniano la carne, frammenti di domande che pretendono riposte impossibili da trovare, rigurgiti di rimpianti che chiedono voce per ritrovare il senso di un percorso. Per mettere in scena un libro così, non potevamo che affidare ad una sola, potente, voce i chiaroscuri di questa storia, che è la storia
eterna dell’amore negato.


Di Elena Ferrante con
Rosaria De Cicco
adattamento e regia Annamaria Russo


Acquista qui il tuo ticket: https://www.summarte.it/
products/rosaria-de-cicco-i-giorni-dellabbandono

Recensione: Fabrizio Bosso in “We Wonder” all’Auditorium Parco della Musica di Roma

di Annamaria De Crescenzo
Foto di SpectraFoto (www.spectrafoto.com)

Un Fabrizio Bosso , visibilmente emozionato e commosso, ha avuto il meritato affetto e partecipazione del pubblico che lo ama da decenni e che gli ha tributato lunghissimi applausi e un meritatissimo sold out, sabato 7 gennaio, per la presentazione dal vivo del suo ultimo lavoro discografico “WE WONDER” tributo alla musica del grande cantautore americano Stevie Wonder, pubblicato lo scorso settembre dalla Warner Music e disponibile in cd, vinile e digitale.

Il trombettista torinese in quartetto, con Julian Oliver Mazzariello al pianoforte e tastiere, Jacopo Ferrazza al basso e contrabbasso, Nicola Angelucci alla batteria e special guest Nico Gori al clarinetto e sax, , sono i protagonisti assoluti di un tributo alla musica di uno degli artisti più iconici della musica internazionale. Non è stato facile per il musicista selezionare i brani da una discografia così ampia e che ha influenzato gran parte della musica del secolo scorso, contribuendo alla nascita di nuovi generi musicali ma Fabrizio Bosso è stato capace di creare un autentico gioiello preziosissimo nella musica sia con questo disco che è una vera chicca musicale da non perdere assolutamente e sia  proponendo  in scaletta una selezione di brani che attraversano la carriera di Stevie Wonder dalla fine degli anni Sessanta fino all’ultima pubblicazione del 2004.

Elegantissimo nel suo completo grigio ha esordito subito con brani memorabili della discografia di Stevie Wonder come “I Wish”, “Moon Blue”, e la straordinaria interpretazione di “My Cherie” e di “Another Star”. In pubblico in sala, gremitissima in ogni ordine di posto dalla platea alla galleria dell’importante Sala Sinopoli, in un religiosissimo silenzio, si gode ogni nota del genio musicale di Fabrizio Bosso e di tutti gli altri musicisti che condividono il palco con lui.

Appena prende la parola per presentare il suo progetto e i suoi fidatissimi musicisti   che ormai, come lui stesso dichiara, “sono i miei fedelissimi compagni di viaggio, ci conosciamo da cosi tanto tempo che ormai tra noi c’è un sodalizio artistico di grandissimo livello ai quali si aggiunge stasera come nel disco stesso un grandissimo musicista che mi ha onorato del suo talento come Nico Gori”, ironizza sul titolo pubblicato in un recente articolo che lo definiva, nonostante una bella foto in primo piano con la sua amatissima tromba, un sassofonista di grande talento.

Continua a leggere

FABRIZIO BOSSO QUARTET SPECIAL GUEST NICO GORI all’Auditorium Parco della Musica di Roma

“WE WONDER”, L’OMAGGIO AL GENIO
MUSICALE DI STEVIE WONDER

Il quartetto di Fabrizio Bosso rende omaggio al genio musicale di Stevie Wonder. L’energia e la vitalità che caratterizzano lo stile inconfondibile di Stevie Wonder, la forza espressiva delle sue più celebri ballad, insieme alla tecnica e al lirismo unico della tromba di Fabrizio Bosso, la cura degli arrangiamenti e la personalità musicale di ciascun musicista del quartetto, sono tutti elementi che renderanno unico e irripetibile il concerto del 7 gennaio  2023 all’Auditorium Parco della Musica Ennio Morricone. Il repertorio prevede alcune delle canzoni più significative di Wonder, attingendo a un repertorio molto ampio che abbraccia un periodo che va dalla fine degli anni sessanta fino all’ultima pubblicazione del 2004: “Another Star”, “Isn’t She Lovely”, “My Cherie Amour”, ma anche “Sir Duke” e “Moon Blue” sono solo alcuni dei brani che verranno interpretati dal vivo. Non mancherà ovviamente Overjoyed, pubblicato come singolo su tutte le piattaforme digitali e che anticipa il nuovo album in uscita a fine settembre per Warner Music. Non è stata questa una scelta a caso, perché Overjoyed parla anche di sogni che si realizzano. È, infatti, un Fabrizio Bosso “felicissimo”, quello che interpreta la musica di Stevie Wonder, suo idolo sin da quando ha cominciato a suonare le prime note alla tromba, ma che rinnova con questo nuovo progetto anche la scelta fatta quando era poco più che adolescente, ovvero, diventare musicista. La tromba di Fabrizio Bosso, il pianoforte di Julian Oliver Mazzariello, il basso e il contrabbasso di Jacopo Ferrazza, la batteria di Nicola Angelucci, insieme al clarinetto di Nico Gori qui in veste di special guest, sono i protagonisti assoluti di un omaggio alla musica di uno degli artisti più iconici di tutti i tempi. 

SAB 7 GEN | 21:00 | SALA SINOPOLI

ACQUISTA BIGLIETTO

FABRIZIO BOSSO QUARTET SPECIAL GUEST NICO GORI

TRIANON VIVIANI, torna la sceneggiata a Natale con FRANCESCO MEROLA in “Guapparia”

Trianon Viviani, torna la sceneggiata a Natale con Francesco Merola

Il figlio ed erede spirituale di “re Mario” nel triangolo amoroso con due
donne: una fioraia (“Essa”) e un’usuraia (“‘a Malamente”)

“Canzona ‘e… GUAPPARIA”, diretta da Bruno Garofalo, dal 22 al 30 dicembre

Il Natale del Trianon Viviani sotto il segno della sceneggiata.

Domani, giovedì 22 dicembre, alle 21, in prima assoluta, il teatro della
Canzone napoletana porta in scena “Canzona ‘e… GUAPPARIA”, una sceneggiata
di stampo tradizionale con le scene e la regia di Bruno Garofalo, dopo
Spacciatore, diretta da Pierpaolo Sepe, che ha rivisitato questo genere con
i linguaggi della contemporaneità.

Prodotta dallo stesso Trianon Viviani, questa commedia con musiche di
Raffaele Esposito e Bruno Garofalo, che firma anche la regia e le scene,
vede come protagonista Francesco Merola, l’interprete figlio ed erede
spirituale di Mario, “Re della sceneggiata”.

La sceneggiata ruota attorno alla canzone “Guapparia”, scritta da Libero
Bovio e Rodolfo Falvo nel 1914, il brano che successivamente ha ispirato
tanti altri autori sulla figura del “guappo”. Ambientato nei primi del ‘900,
con l’orchestrina che tipicamente eseguiva all’epoca le musiche e i brani
scelti, il triangolo dei protagonisti si compone del guappo don Michele
(Isso), della fioraia Margherita (Essa) e dell’usuraia Regina, innamorata
del primo, nel ruolo della Malamente.

In scena, con Francesco Merola (don Michele), Antoine (Aniello), Mattia
Cioffi (Derubato | Oste),  Michele Costantino (Vincenzo | Brigadiere),
Marcello Cozzolino (Guappo | Pezzente | Ladro), Tiziana De Giacomo
(Margherita), Francesco Del Gaudio (Pezzente | Guappo), Oscarino Di Maio
(Pataniello), Raffaele Esposito (Giornalista), Laura Lazzari (Maria Stella),
Vittorio Menzione (Guappo), Marianna Mercurio (Regina), Maurizio Murano
(Giannino), Alessia Panico (Vedova), Alessio Sica  (Giornalista americano) e
Sara Testa (Moglie di Vincenzo).

Con gli arrangiamenti e le musiche originali di Pino Perris, partecipano i
musicisti Ciro Cascino (direzione musicale e pianoforte), Gaetano Campagnoli
(clarinetto e sax), Gennaro Desiderio (violino), Luigi Fiscale (batteria),
Diego Perris (tastiera), Claudio Romano (mandolino) e Luigi Sigillo (basso).

I costumi sono di Anna Giordano, i movimenti coreografici di Carolina
Aterrano, le luci di Gianluca Sacco e il suono di Daniele Chessa, con le
foto di scena di Pino Miraglia.

“Canzona ‘e… Guapparia” sarà in scena tutte le sere, da giovedì 22 a
venerdì 30 dicembre, tranne il giorno 24, sempre alle 21.

Biglietti e abbonamenti – I biglietti sono acquistabili presso il
botteghino del teatro, le prevendite autorizzate e online sul circuito
<https://azzurroservice.net/> AzzurroService.net. Il botteghino è aperto dal
lunedì al sabato, dalle 10 alle 13:30 e dalle 16 alle 19; la domenica, dalle
10 alle 13:30. Telefono 081 0128663.

Continua intanto la campagna abbonamenti della ricca stagione del Trianon
Viviani, che si compone di settanta titoli, tra spettacoli di teatro
musicale, danza, concerti, sceneggiate, serate evento, spettacolo «per
giovanissimi» e conferenze cantate. I varî tipi di abbonamento, con formule
“à la carte”, consentono al sottoscrittore la comoda scelta del proprio
“bouquet” personalizzato di spettacoli, a partire da 48 euro.

Informazioni sul sito istituzionale  <https://www.teatrotrianon.org/>
teatrotrianon.org.

Il Trianon Viviani si avvale del sostegno del Programma operativo
complementare della Regione Campania (Poc 2014-2020) e il patrocinio di Rai
Campania.

  _____ 

personaggi & interpreti

don Michele

Francesco Merola

Regina

Marianna Mercurio

Giornalista

Raffaele Esposito

Giornalista americano

Alessio Sica

Giannino

Maurizio Murano

Margherita

Tiziana De Giacomo

Pataniello

Oscarino Di Maio

Maria Stella

Laura Lazzari

Aniello

Antoine

Vincenzo | Brigadiere

Michele Costantino

Moglie di Vincenzo

Sara Testa

Guappo | Pezzente | Ladro

Marcello Cozzolino

Pezzente | Guappo

Francesco Del Gaudio

Derubato | Oste

Mattia Cioffi

Guappo

Vittorio Menzione

Vedova

Alessia Panico

LA RINASCITA DELL’EX PALAMAGGIO’ CHE PUNTA A DIVENTARE IL PALAZZETTO PIU’ GRANDE DEL SUD ITALIA

LA RINASCITA DELL’EX PALAMAGGIO’ CHE PUNTA A DIVENTARE IL PALAZZETTO PIU’ GRANDE DEL SUD ITALIA

Aumento della capienza dei posti a sedere e lavori di ristrutturazione da terminare entro settembre 2023. Tra i fautori Rino Manna storico patron del Teatro Palapartenope e Giuseppe Caruso fondatore del brand Mondo Camerette.

Finalmente l’ex Palamaggiò, la “reggia del basket”,  il celebre palazzetto che sorge a Castel Morrone, provincia di Caserta ha dei nuovi proprietari: la MC Investiment, una compagine di imprenditori ed eccellenze nei propri campi d’azione; Giuseppe Caruso fondatore del celebre marchio Mondo Camerette leader nel settore dell’arredamento per bambini e ragazzi, Rino Manna patron, fondatore  gestore del Teatro Palapartenope, Casa della Musica Federico I nonché proprietario del Complesso Turistico Sportivo Kennedy e il Sig. Giancarlo Bosco gestore di diversi punti vendita del brand Mondo Camerette.

Si è tenuta questa mattina una breve conferenza stampa presso il Comune di Castel Morrone, alla presenza dei soci e del Sindaco Cristofaro Villano, nel corso della quale sono state illustrate le novità che delineeranno la rinascita dell’Ex Palamaggiò. Un piano di lavoro molto fitto, che donerà lustro e funzionalità anche all’area circostante, portando non solo un incremento di posti di lavoro, ma anche e soprattutto un aumento del flusso turistico e quindi un grande introito economico per la zona. Un vero e proprio volano, che la società MC Investiment ha intenzione di lanciare affinché si libri in aria con volteggi ed evoluzioni senza precedenti, non solo eventi sportivi di spessore ma una programmazione di concerti ed eventi dal vivo connessi a beni e servizi che sorgeranno nel complesso del palazzetto.

La squadra è già a lavoro, affinché la ristrutturazione avvenga in tempi record al fine di permettere la riapertura per settembre 2023 e partire così anche con la programmazione degli eventi dal vivo.

Le squadre di basket e di altre discipline sportive avranno a disposizione un palazzetto dover poter sfidare le migliori squadre nazionali ed internazionali. L’ex Palamaggiò, infatti per caratteristiche e struttura ben si presta all’organizzazione di diversi eventi tra cui convention, meeting, concorsi e manifestazione con pubblico. Obiettivo primario della compagine di MC INVESTIMENT è quello di creare un nuovo lovemark e brand awareness, creando partnerships & sponsorships con aziende e istituzioni culturali, al fine di dare agli artisti e alle aziende stesse l’opportunità di avere una vetrina che permetta una diffusione capillare con un target costituito da un vasto e cosmopolita bacino d’utenza. Dare valore e prestigio alla propria immagine, acquisire benemerenze sociali e rafforzare il rapporto con la collettività sono solo alcuni degli obiettivi della società.  Investendo nel territorio, la MC INVESTIMENT creerà non solo un vero e proprio valore per abitanti, turisti, aziende, investitori ed istituzioni, ma creerà un “capitale culturale”, la cui crescita tratterà il “capitale intellettuale”, ovvero le persone di talento che vogliono continuare a vivere e lavorare nel proprio territorio perché lo trovano stimolante e culturalmente ricco. L’investimento in capitale culturale, metterà in atto un ciclo che culminerà nel “capitale sociale”, elemento fondamentale per lo sviluppo economico. La conferenza è stata introdotta dall’Avvocato Luigi Bosco che si è occupato delle trattative con la curatela fallimentare e gestisce i rapporti con le istituzioni, ed oltre agli interventi della compagine e del Sindaco, ci sono stati gli interventi del Dr. Tommaso De Maria amministratore della MC Investiment e del Sig. Gian Michele Pace general Manager di Mondo Camerette.

Continua a leggere

Umbria Jazz edizione del cinquantesimo, dal 7 al 16 luglio 2023, nuove serate annunciate per l’Arena Santa Giuliana: Il trio di Brad Mehldau e Branford Marsalis l’11 luglio, Rhiannon Giddens e Snarky Puppy il 12 luglio, Ben Harper il 13 luglio e Joe Bonamassa il 16 luglio

Umbria Jazz edizione del cinquantesimo, dal 7 al 16 luglio 2023, nuove serate annunciate per l’Arena Santa Giuliana: Il trio di Brad Mehldau e Branford Marsalis l’11 luglio, Rhiannon Giddens e Snarky Puppy il 12 luglio, Ben Harper il 13 luglio e Joe Bonamassa il 16 luglio.

Prende sempre più forma il programma dell’edizione di Umbria Jazz del cinquantesimo, in programma a Perugia dal 7 al 16 luglio 2023.

L’11 luglio il grande jazz con Brad Mehldau, oggi uno dei pianisti più affermati e completi grazie alla sua intensità che lo rende tutt’uno con il suo pianoforte, in trio con Larry Grenadier al contrabbasso e Jeff Ballard alla batteria, che rimanda agli esempi migliori espressi da questa difficile e raffinata formula, e Il quartetto di  Branford Marsalis, nato nel 1986 e rimasto attivo pressoché ininterrottamente e stabile nella line up, producendo in questo periodo una serie di dischi straordinari.

Il 12 luglio Rhiannon Giddens, un’artista intelligente e sensibile che indaga nel profondo delle radici della musica popolare americana, e non solo, in duo con il chitarrista e compagno  italiano Francesco Turrisi, e Snarky Puppy, che è diventata in poco tempo una delle sigle più popolari del mondo del jazz e della fusion, termini che però nel loro caso risultano riduttivi in quanto la loro musica sfugge a ogni tentativo di classificazione proprio per la capacità di concentrare con estrema disinvoltura i suoni della contemporaneità.

Il 13 luglio Ben Harper, con gli Innocent Criminals:  dall’album d’esordio Welcome To The Cruel World (1994) Ben Harper ha fatto uscire una serie straordinaria di dischi che lo ha consacrato songwriter di potenza unica e performer capace di spaziare tra i generi con la impareggiabile abilità di mescolare il personale e il politico. 

Il 16 luglio, in esclusiva italiana,  un grande rocker, altrettanto grande bluesman, spesso entrambe le cose: Joe Bonamassa è semplicemente uno di più grandi chitarristi di sempre, che fonde cuore e intelligenza musicale con una profonda cultura della musica popolare.

I biglietti per questi concerti e per i già annunciati Stewart Copeland (14 luglio) e Paolo Conte (15 luglio) saranno in vendita da giovedì 22 dicembre ore 12.

« Vecchi articoli Recent Entries »