Recensione: Tango Macondo al Teatro Carcano di Milano

Recensione e Foto Di Gabriele Lugli : (http://www.gabrielelugli.com)

Da martedì 2 a domenica 7 novembre 2021 sul palco del Teatro Carcano di Milano è andato in scena Tango Macondo, il nuovo spettacolo teatrale e musicale che dopo “Tempo di Chet” vede protagonista alla tromba e flicorno Paolo Fresu questa volta coadiuvato con Daniele di Bonaventura al bandoneon e Pierpaolo Vacca all’organetto.

Liberamente tratto da un romanzo di Salvatore Niffoi, Tango Macondo è la storia di Matoforu, un “venditore di metafore” sardo e del suo amore grande, Anzelina Bisocciu, la sua cantatrice.

Un viaggio con Ugo Dighero, Rosanna Naddeo, Paolo Li Volsi in un territorio “ai confini tra il delirio e la geografia” che parte da Mamoiada in Sardegna, il paese in Barbagia del leggendario Carnevale e delle sue maschere diaboliche e grottesche e arriva a incrociare Macondo, il paese immaginario nato dall’universo onirico e mitico di Gabriel García Márquez con tutto il suo bagaglio di visioni e prodigi.

Ad arricchire e a dare senso a questo sontuoso universo narrativo sarà la musica, che grazie alla creazione musicale di Fresu e della sua tromba guiderà il racconto, restituendogli tutta la ricchezza evocativa, facendo fermentare passioni e follia, radiografate in tutta la loro umanità e ricchezza.

Narrazione e musica, tanghi e musica popolare, riti arcaici e onirica contemporaneità, Tango Macondo va alla ricerca del sapore incantato di un tempo in cui le storie servivano anche ad alleviare la fatica del vivere e a ribadire la necessità quasi fisiologica dell’essere umano di ascoltare e raccontare.

È  uscito da pochi giorni un album della Tuk Music.

Dodici brani, in tre dei quali possiamo ascoltare le voci di tre straordinarie artiste come Malika Ayane, Tosca e Elisa.

 

Lo spettacolo è firmato da Giorgio Gallione, drammaturgo e regista e messo in scena dal Teatro Stabile di Bolzano.

Oltre ai musicisti ed attori sono sul palco i danzatori Luca Alberti, Alice Pan, Valentina Squarzoni, Francesca Zaccaria.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.