NEK per “UNICI in Tour” all’Arena Flegrea di Napoli

Di Annamaria De Crescenzo
Foto di Mario Catuogno (SpectraFoto)

Tappa di grandissimo successo, giovedì 20 luglio, all’Arena Flegrea di Napoli del nuovo tour estivo di NEK di “Unici in Tour” che lo porterà in prestigiose e suggestive location di tutta Italia fino a fine agosto.

Accompagnato dalla sua band composta da Emiliano Fantuzzi (chitarra e tastiere), Luciano Galloni (batteria e percussioni), Chicco Gussoni (chitarra) e Lorenzo Poli (basso e synth), Filippo Neviani in arte Nek, con la sua straordinaria energia ed evidente orgoglio per la sua carriera artistica che lo ha portato in tournée in tutto il mondo e gli ha fatto raggiungere il record di dieci milioni di dischi venduti, di fronte ad un’Arena gremitissima, ha presentato gli indimenticabili successi dei suoi 25 anni di carriera, fino alle hit degli anni più recenti e ai brani del suo nuovo album “Unici”, per una scaletta che si dimostrata imperdibile.

Appena pubblicato in Spagna, Usa e America Latina il singolo “Unicos” (versione in spagnolo di “Unici”) che anticipa la pubblicazione dell’album nei paesi latini, prevista per giugno 2017, in Italia si gode gli effetti di un successo straordinario sia del Tour che dell’album pubblicato dalla Warner Music, prodotto dallo stesso Nek e da Luca Chiaravalli, tredicesimo album di inediti dell’Artista, a quasi due anni di distanza dal precedente “Prima di parlare”.

Nek nasce con la musica nel sangue, comincia prestissimo la sua carriera cantando in una cover band dei Police, proseguendo nel 1991 come solista, lanciato prima dal Festival di Castrocaro e poi tra le nuove proposte al Festival di Sanremo 1993, con il brano sull’aborto “In te”.

Nel 1997 torna sul palco dell’Ariston, stavolta tra i big, piazzandosi settimo con la canzone Laura non c’è, destinato a diventare uno dei suoi cavalli di battaglia e a fare da colonna sonora a un omonimo film (del 1998), in cui lo stesso Nek regala un piccolo cameo.

Premiato nel 2007 ai Wind Music Awards per le vendite dell’album Nella stanza 26, vanta collaborazioni prestigiosi con, tra gli altri, Ligabue, Pausini e Craig David. Nel marzo 2013 anticipa l’album “Filippo Neviani” con il fortunato singolo Congiunzione astrale.

Giunto secondo a Sanremo 2015 con Fatti avanti amore, nello stesso anno pubblica il 12° album, Prima di parlare, includendo il brano sanremese e la cover di “Se telefonando” (scritta da Maurizio Costanzo e portata al successo da Mina nel 1966), premiata dalla giuria dell’Ariston come “Miglior esibizione cover”.

Nel 2016 il nuovo album “Unici” che contiene 11 brani inediti, che fanno ricordare molto i versi di Khalil Gibran sulla forza spirituale dell’amore che attraversa le cose, perché attraverso questo ultimo progetto, l’Artista, rispetto ai primi lavori, dimostra di essere cresciuto sia nella poetica e sia nella musica, soprattutto nelle parole, calibrate e sentite, che parlano dell’Amore come unica forza e sostegno nella vita e l’importanza delle emozioni da viversi intensamente, senza barriere o filtri.

Il concerto inizia con “Uno di questi giorni” uno dei pezzi più riusciti del nuovo album e che parla del desiderio di fuggire via e di evadere dalla quotidianità schiacciante per assaporare l’attimo fuggente, poi due brani del suo repertorio storico “Se una regola c’è” e “lascia che io sia” accolti dagli applausi inarrestabile del pubblico.

Nek è orgogliosamente felice del suo successo e di esibirsi di fronte ad un luogo così importante e prestigioso come l’Arena Flegrea e soprattutto di fronte ad un pubblico che con diversi striscioni e cartelloni lo ha accolto a Napoli con un infinito e sincero entusiasmo. Per più di due ore offre loro uno spettacolo di energia e di musica, fatto di brani storici e nuovi, come “contromano”, “Sassuolo-Palm Springs”, “Io ricomincerei”, “Sei solo tu”, “Sul treno” per scatenarsi con “Freud” brano ritmato e accattivante che canta, nell’album, in duo con J-Ax. Il medley in acustica con i brani ” Se non ami “, “Sto con te” e ” L’anno zero” raccoglie applausi a scena aperta, Nek conquista il pubblico anche con il suo talento indiscutibile di musicista, per poi passare ai brani conclusivi del concerto “Se telefonando” e “Laura non c’è” cantati da tutto il pubblico presente in Arena e che non potevano mancare in una scaletta cosi ben ideata.

Richiamato sul palco a gran voce, saluta Napoli con altri tre brani “Unici” che dà il nome all’intero album e che parla di un sentimento non possessivo, che non si lega ad un “per sempre” ma sa vedere la bellezza anche nei difetti, e poi le immancabili “Fatti avanti amore” (seconda classificata a Sanremo nel 2015 e dedicata alla moglie) e “Se io non avessi te” che lo consacrano come un sincero interprete dell’Amore e dei sentimenti.

Si ringrazia la Dirigenza e lo staff organizzativo di Etes Arena Flegrea e l’addetta stampa Annalisa Tirrito per gli accrediti concessaci e la gentile disponibilità

Questo slideshow richiede JavaScript.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.