Franco Cerri & Antonio Onorato: due Maestri del jazz per un disco di assoluta bellezza

Lunedi 24 aprile nello spazio di Perfect Vynil di Portici diretto da Alessandro Esposito si è tenuta la presentazione di un disco davvero straordinario che porta come titolo semplicemente i nomi di due chitarristi jazz tra i più bravi in assoluto Franco Cerri e Antonio Onorato e che si avvale della partecipazione di Simone Serafini al contrabbasso e Luca Colussi alla batteria. Il disco è uscito agli inizi di ottobre e il 10 dello stesso mese è stato presentato alla Feltrinelli di Milano e da allora in tantissime altre occasioni in giro per l’Italia.

Lunedì è stata la volta di Portici. Di fronte ad una platea di veri appassionati della musica jazz, Antonio Onorato (Franco Cerri non è riuscito a partecipare) ha presentato il disco “Antonio Onorato & Franco Cerri” edito da Abeat Records è l’incontro tra uno dei maggiori jazzisti italiani, un vero gentleman della musica jazz Franco Cerri e lo straordinario virtuoso della chitarra Antonio Onorato. Il risultato di tale incontro è un disco eccezionale, intriso di un’eleganza stilistica di altri tempi che solo un grande Maestro come Franco Cerri sapeva donare.

Come spiegato dallo stesso Onorato “Franco Cerri è il jazzista più importante che abbiamo in Italia, la memoria storica del jazz italiano. Ha suonato con delle leggende del jazz con Bilie Holiday, Louis Amstrong, Django Reinhardt e stare con lui è un arricchimento straordinario”.

In effetti, per chi ha avuto la fortuna di ascoltarlo in concerto, è questa la sensazione che si prova. Oltre ad un talento straordinario (fa sempre un certo effetto vederlo suonare a 91 anni compiuti con uno stile assolutamente perfetto) per lui è un piacere intrattenersi con il pubblico e raccontare episodi della sua carriera davvero interessantissimi, con un’eleganza dei modi e dello stile quasi britannico.

Antonio Onorato aveva già collaborato con Franco Cerri alla registrazione di un altro disco “Four Brothers” con Pietro Condorelli e Aldo Farias, quasi 10 anni fa, e ha partecipato a tantissimi festival in giro per l’Italia sia con la stessa formazione di questo disco ma anche in Duo.

L’album propone otto brani del repertorio di Franco Cerri (come ha raccontato lo stesso Onorato “mi sono calato nel mondo di Franco, nei suoi successi di sempre e negli standard jazz da lui magnificamente riarrangiati e reinterpretati con il suo stile elegante di sempre” ) da “Corcovado” a “Bye Bye Blues” , da “Take the a Train” a “Blusette”, con un solo brano proposto da Antonio Onorato, da sempre innamorato della musica della tradizione classica napoletana che è “Munasterio ‘e Santa Chiara” , che il chitarrista napoletano aveva proposto a Cerri in una versione minimalista ma che in sala di incisione è stata trasformata dallo stesso Cerri con una progressione di accordi discendenti e infine è stata questa la versione registrata e pubblicata nel disco stesso.

Non ci resta che augurarci di poterli avere presto a Napoli per un concerto che sarà sicuramente un sicuro successo.

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.