Tag Archives: jazz

Stefano Bollani e Chucho Valdes alle Terme di Caracalla

Stefano Bollani e Chucho Valdés
Piano a Piano
Da Cuba a Roma
 
22 luglio 2019
Terme di Caracalla – Roma
 
Novanta minuti d’improvvisazione per una prima Europea unica

 

I grandi pianisti e compositori Stefano Bollani e Chucho Valdés si incontreranno per suonare insieme in un nuovo progetto unico e senza precedenti. Il 22 luglio, in un contesto d’eccezione come le Terme di Caracalla a Roma, i due artisti daranno inizio ad un tour che proseguirà poi in tutto il mondo.

Dopo una prima partecipazione di Valdés come ospite al programma televisivo di Bollani “L’importante è avere un piano” su Rai 1, i due hanno poi eseguito il loro primo concerto al Gran Teatro dell’Avana nel giugno del 2018. La chimica generatasi sul palco fu da subito evidente.

Da qui è scoccata la scintilla che ha portato alla volontà di intraprendere un nuovo progetto basato sull’incontro ed il forte legame musicale che li unisce. L’influenza afro-cubana e il ritmo latino di Valdés, mescolati all’estro musicale e alla fantasia versatile di Bollani, sono destinati a creare uno spettacolo musicale di incredibile impatto per il pubblico. Leggi altro

Annunciati due nuovi concerti PdM Roma: Fiorella Mannoia e Ben Harper

ANNUNCIATI DUE NUOVI CONCERTI
ALL’AUDITORIUM PARCO DELLA MUSICA

 

 23 MAGGIO 2019
SALA SANTA CECILIA
FIORELLA MANNOIA
BIGLIETTI IN VENDITA DA OGGI 19 DICEMBRE

 

13 LUGLIO 2019
CAVEA
BEN HARPER
BIGLIETTI IN VENDITA DA VENERDÌ 21 DICEMBRE

Sta per cominciare una stagione ricca di novità e soprattutto di nuova musica per
FIORELLA MANNOIA. «Si riparte – ha appena scritto FIORELLA sui suoi profili social –”Personale” è il titolo del nuovo progetto, nuovo album e nuovo tour. Da maggio ci si rivede nei teatri. Avrò modo più avanti di raccontarvi cosa sta dietro a questa parola: “Personale”. A presto». In queste settimane Fiorella sta lavorando alle nuove canzoni che andranno a comporre la tracklist del suo nuovo album, in uscita nel 2019, che sarà intitolato “PERSONALE”. A tre anni dal disco di Platino “Combattente”, un nuovo atteso progetto discografico, ma non solo, che riserverà tante sorprese. Il 2019 sarà ovviamente un anno all’insegna del live per Fiorella che, dopo i 101 concerti della stagione 2016-2017, tornerà presto a salire sul palco per incontrare il suo pubblico e presentare dal vivo il suo nuovo progetto. Il prossimo maggio il “PERSONALE TOUR”, farà tappa in 12 teatri d’Italia.

BEN HARPER torna in Auditorium nella splendida cornice della Cavea dell’Auditorium Parco della Musica all’interno del Rock in Roma.

Dopo il suo album di debutto nel 1994, Welcome to the Cruel World, BEN HARPER ha pubblicato diversi album in studio di grande successo tra cui Fight For Your MindThe Will to LiveBurn to ShineDiamonds on the InsideLifeline (nominato ai GRAMMY) e Call It What It Is nel 2016. Tutti questi progetti hanno visto la collaborazione con The Innocent Criminals, band formata da Leon Mobley (percussioni), Juan Nelson (basso), Oliver Charles (batteria) e Jason Mozersky (chitarra). Il gruppo, che si è sempre esibito live assieme a Ben in giro per il mondo, si distingue per la diversità di generi musicali cui i vari componenti appartengono e che in una qualche maniera rende ciascun musicista complementare all’altro. BEN HARPER è considerato come uno degli autori e performer più incisivi e influenti di sempre, in grado di trascendere i generi musicali e parlare di temi personali così come di argomenti politici. Tour sold-out in tutto il globo, dischi volati direttamente nelle top10 delle classifiche statunitensi, certificazioni Oro e Platino in tutto il mondo e performance incredibili hanno fatto di BEN HARPER e della sua band delle vere e proprie superstar mondiali

Ufficio stampa Musica per Roma tel. 06-80241203 – 228 – 583
ufficiostampa@musicaperroma.it

Roberta Gambarini ospite del Pozzuoli Jazz Festival Winter

 

di Clementina Abbamondi

Nell’ambito della X edizione del Pozzuoli Jazz Festival Winter martedì 18 dicembre presso il complesso turistico Averno Damiani si è tenuto un concerto speciale ed unico “Jazz and Conversation” Roberta Gambarini e Ivan Dalia ,una conversazione in musica tra “Napoli e New York….lo stesso parallelo”.

Il concerto è stato arricchito oltre che dalle performance dei due talentuosi artisti ,anche da una conversazione con il pubblico presente in sala. Una contaminazione tra il jazz newyorkese ed il virtuosismo partenopeo.

Roberta Gambarini ,tra le maggiori voci del panorama jazz USA, ha incontrato il pianista e compositore partenopeo Ivan Dalia, i due si sono conosciuti nella Grande Mela e hanno deciso di collaborare.

Roberta Gambarini ,nata a Torino si trasferisce negli STATES nel 1998 .Nello stesso anno è semifinalista in un concorso canoro del Thelonius Monk Istitute of jazz,classificandosi al terzo posto.Ha cantato con Herbie Hancock ,Christian Mc Bride.Nel 2004 ha cominciato l’attività in tour con la Dizzy Gillespie esibendosi ,tra gli altri, con James Moody,Frankwess, Paquito D’Rivera, Roy Hargrove.

Il sogno della Gambarini è stato sempre quello di cantare musica jazz. Roberta è una delle pochissime artiste non americane che per due volte hanno visto un loro album candidata al Grammj come disco dell’anno con “Easy to love “ e con “So in love”. Il Boston Globe ha scritto della voce unica della Gambarini”E’ lei la vera erede di Ella Fitzgerald ,Sarah Vaughan e Carmen Mc Rae”

Roberta ha studiato varie tecniche ,tutte legate alla fisicità e non ad uno stile particolare di musica. Quando ha studiato tecnica classica dice la Gambarini “Non mi sono trovata bene perché sentivo che in quel tipo di approccio si dovevano seguire delle indicazioni che mi inibivano e mi allontanavano dalla naturalezza di quando cantavo da bambina con grande spontaneità” Ancora Roberta Gambarini dice : ” In America ci sono delle difficoltà a sfondare nel jazz ma  la  donna ha più chance ,non le è reso impossibile controllare la propria attività e soprattutto può farsi notare per quanto sa fare” e ancora “ In America è più facile conoscere e collaborare con grandi nomi della musica jazz ed essere stimolati da musicisti provenienti da tutto il mondo”.

Ad accompagnare Roberta Gambarini il bravissimo pianista e compositore Ivan Dalia diplomatosi in pianoforte nel 2011 e in composizione nel 2016 ha vinto già nel 2007 il premio internazionale del concorso per musicisti non vedenti della città di Kursk in Russia.Nel 2017 ha ricevuto il premio Cimitile per la musica e si è piazzato in finalissima nel programma “Italia’s Got Talent”.

Ivan alla domanda postagli da una persona del pubblico di come riuscisse a suonare il piano senza leggere uno spartito risponde : ”La musica si fa con le orecchie e con il cuore ed in particolare sono passato dallo studio della musica classica al jazz perché ho avuto più spazio per le mie improvvisazioni”.

Infatti Ivan ha eseguito una personalissima interpretazione del Bolero di Ravel accompagnata dalla voce di Roberta Gambarini che con grande tecnica ha valorizzato i vari pezzi alternando lo scat e passando da toni profondi ad altri altissimi senza alcun problema . Bellissima l’esecuzione dei tre brani “Un posto ci sarà”, Summertime ,I a Sentimental Mood”,nei quali i due artisti hanno saputo fondere tecnica,talento,ed improvvisazione deliziando il pubblico presente.

Alla fine del concerto Antimo Civero ,organizzatore del Pozzuoli jazz Festival ha consegnato ai due artisti la “Bomba della Pace” ringraziandoli per l’ affettuosa partecipazione all’ evento anche perché Roberta Gamberini viene spesso a Pozzuoli amando questo luogo ricco di antichità e con un bellissimo mare.

Recensione: Simona Bencini e Mario Rosini in “Wonderland” al Teatro Summarte

Di Annamaria De Crescenzo
Foto di SpectraFoto

 

Terzo appuntamento per la rassegna 2018/2019 “Jazz & Baccalà” ideata e diretta da Elio Coppola in collaborazione con lo staff Direttivo del Teatro Summarte con il concerto “Wonderland” con Simona Bencini e la partecipazione straordinaria di Mario Rosini, dedicato alla musica di Stevie Wonder.

Accompagnati sul palco da bravissimi musicisti come lo stesso Elio Coppola alla batteria, Giuseppe Venezia al contrabbasso e Daniele Scannapieco al sax, hanno dato vita ad una serata di musica entusiasmante reinterpretando alcune delle canzoni più famose o particolari dell’intensa discografia del cantante e compositore americano in chiave decisamente jazz.

Proprio in onore di questa rassegna abbiamo preparato 
un progetto ex novo – ha raccontato la cantante fiorentina 
che debuttò con i Dirotta su Cuba a Pozzuoli. 
Con Mario la collaborazione è pluriennale però il 
resto della formazione, composta da grandi musicisti locali, 
e il repertorio scelto rendono quest’esperienza completamente 
nuova e ancora più stimolante. Stevie Wonder non è un 
caso: oltre ad essere un idolo e un riferimento a tutti 
gli effetti per entrambi, rappresenta un 
esperimento mai fatto in chiave jazz”.

Simona Bencini  è stata la voce indimenticabile dei Dirotta su Cuba, gruppo fiorentino di acid e funky jazz con il quale ha collaborato dal 1990 al 2000 anche se con la stessa formazione registro l’ultimo disco che uscì nella primavera del 2002, dopo diversi album e singoli di grandissimo successo come “Gelosia”, “Solo Baci”,”Liberi d-Liberi da”, “Dove sei”, “Legami”solo per citarne alcuni.

Dopo l’esperienza con i Dirotta su Cuba, si dedica alla sua carriera di solista.

L’8 aprile 2005 esce Sorgente per l’Atlantic-Warner. Scritto e arrangiato da Simona in collaborazione con Nicolò Fragile è ricco di collaborazioni – da Questa Voce, primo singolo, brano composto dal cantautore Pacifico e arricchita dal piano del jazzista Stefano Bollani a Ricorderò cantata in duetto con la concittadina Irene Grandi fino a Sottovoce il cui testo è stato scritto in collaborazione con Alex Cremonesi dei La Crus e Verso sud, composta da Walter Afanasieff.

Alla fine del 2005, incontra Elisa: nasce subito una simpatia che si traduce spontaneamente in una collaborazione artistica dalla quale prende le forme il brano Tempesta (musica di Elisa e testo di Simona). La canzone verrà selezionata per partecipare al Festival di Sanremo 2006. Durante il Festival verrà proposta una versione italo-inglese di Tempesta cantata con Sarah Jane Morris, duetto che verrà registrato successivamente. È l’inizio di una proficua collaborazione che porterà le due artiste a cantare insieme in giro per l’Italia.

Nel giugno 2007 nelle radio esce il nuovo singolo, Presto arriverò da te, frutto della collaborazione col produttore Max Calò. Nel settembre 2008 verrà invitata a partecipare come ospite fissa per 7 puntate alla trasmissione su Rai 1 Volami nel cuore condotta da Pupo per interpretare classici italiani e stranieri. Nell’estate 2009 ecco finalmente la rèunion ufficiale di Simona, Rossano Gentili e Stefano De Donato, alias Dirotta su Cuba. Per l’occasione la band funky parte col tour Back to the roots 1989-2009 per festeggiare direttamente sul palco i loro 20 anni di musica, tour che chiuderà con un tutto esaurito al Blue Note di Milano.

Nel 2009 inoltre formerà insieme al collega ed amico Mario Rosini il quintetto jazz Simona Bencini & Last Minute Gig Quartet (Mario Rosini al piano, Mimmo Campanale alla batteria, Giuseppe Bassi al contrabbasso, Gaetano Partipilo al sax) con il quale inciderà un album Spreading love per la GrooveMaster di Gegè Telesforo, distribuzione Egea, in uscita nel gennaio 2011. Nel 2010 viene scelta dal regista Massimo Romeo Piparo per interpretare Mary Magdalene nel musical Jesus Christ Superstar in scena in tutti i più importanti teatri italiani dall’ottobre 2010 a febbraio 2011.

Nel maggio 2012, Simona Bencini torna a essere la cantante dei Dirotta su Cuba in formazione originale ed usciranno tre singoli nell’arco del 2012-2013: Ragione o sentimento, Essere o non essere e Parole. Tutto questo mentre l’attività live riprende con inviti a festival e rassegne come l’apertura del prestigioso Estival Jazz a Lugano nel 2014 e Umbria Jazz Winter 2015-16.

Il 23 settembre 2016 esce, dopo 14 anni di assenza discografica, un nuovo album prodotto da FepGroup/Warner Music dal titolo Studio Sessions vol.1. L’album contiene una versione rivisitata del primo storico album dei Dirotta e 6 inediti, nel segno di quelle sonorità funky e groovy che hanno reso popolarissima la band.

Guest star d’eccezione della serata Mario Rosini con il quale la cantante fiorentina ha collaborato già con un quintetto jazz nel 2009. Pianista e cantante d’eccezione, con una lunga carriera artistica (nel 2004 arrivò secondo al Festival di Sanremo con la canzone “Sei la vita mia”) è stata la vera rivelazione della serata, apprezzatissimo dal pubblico presente a Teatro, che lo ha applaudito a lungo, non solo per il suo talento pianistico ma anche per una splendida voce soprattutto nei brani a lui affidati come voce solista del ricco repertorio del grandissimo Stevie Wonder.

Il concerto ha dato modo di mettere in evidenza anche straordinari arrangiamenti in chiave decisamente jazzistica e la voce di Simona Bencini, pur provenendo da un ambiente musicale decisamente pop/soul, perfettamente amalgamata alle sonorità jazz del concerto stesso. Iniziato con una serie di brani della strepitosa carriera di Stevie, il pubblico si è entusiasmato alla versione di “Rainbow in the sky” e “You’re the sunshine of my life” che la Bencini ha cantato in duetto con Mario Rosini, che le ha interpretate con lo stesso timbro vocale e lo stesso ritmo del grande Stevie Wonder. Entusiasmo e ritmo coinvolgente anche per “Pastime in Paradise” e “For once in my life” con una scatenatissima Simona Bencini, elegantissima in abito bianco e nero, cappello nero da diva americana. Applauditissimo Mario Rosini in una personalissima versione di “I Just call to say I Love you” al piano e voce che ha incantato il pubblico presente.

Il concerto si è concluso con il ritmo di “Part time lover” e un bis fuori programma con Andrea Santaniello, chiamato sul palco dallo stesso Scannapieco, per “Isn’t She Lovely” per un momento di coinvolgimento speciale tra i musicisti sul palco e il pubblico che ha partecipato ballando e cantando sottopalco in un’unica grande festa della musica.

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

 

Prossimo appuntamento per la rassegna “Jazz & Baccalà” il 28 dicembre con Marianne Solivan 4tet in “Christmas Concert”.

Simona Bencini in “Wonderland” per Jazz & Baccala’

La cantante fiorentina, Simona Bancini, storica voce dei “DIROTTA SU CUBA” sarà il nuovo ospite della premiata Rassegna Campana JAZZ & BACCALA’ al teatro Summarte di Somma Vesuviana per un inedito omaggio al grande STEVIE WONDER. Con lei anche il cantante e pianista pugliese di fama internazionale MARIO ROSINI,artista virtuoso della scena jazz,con all’attivo un secondo posto al festival di San Remo 2004. Ospite speciale sarà il grande Daniele Scannapieco, storico sassofonista di Mario Biondi. A completare la sezione ritmica il duo formato da Giuseppe Venezia al basso ed Elio Coppola alla batteria, già al servizio di diversi artisti di fama internazionale come Enrico Rava, Peter Martin, Peter Bernstein, con concerti sia in italia che in America.

Anche quest’anno le serate saranno precedute da una degustazione di una cena a base di baccalà.

Dinner: h 21.00 / Music: h 22.00

Tavolo + degustazione € 25,00+2

Posto a sedere non numerato €. 20,00 + 2

Info per biglietti e prenotazione tavoli 081.3629579

Info e prevendite; 081.5564726 – 081.7611221 –

081.5568054 – 081.5519188 – 081.5294939

Hermanos allo Spazio ZTL sabato 15 dicembre

Spazio ZTL
Via Giuseppe Piazzi 55/59
80137 – Napoli

Sabato 15 Dicembre ore 21.30

“Hermanos”
Rea-D’Anna-Carles

con
Andrea Rea – Pianoforte
Alessandro D’Anna – Batteria
Ruben Carles – Contrabbasso

Il trio spazia tra jazz europeo, brani della tradizione sudamericana, il tutto colorato da composizioni originali dei tre elementi.

Hermanos non ha leader, ma tre amici di diverse parti del mondo: Andrea Rea Italia, Alessandro D’anna Finlandia, Ruben Carles Spagna.

Mostra Artistica di Pasquale Manzo
“PCI… ovvero
Pulcinella Circense Incantatore”

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA
Posti Disponibili: 80
Evento con sottoscrizione di 12,00 €

PARCHEGGIO
Garage Via Foria (di fronte la Caserma Garibaldi)
Dite dello Spazio ZTL
Chiusura prevista alle 01.00

PER PRENOTARE:
392.3915529 – 081.0331974
prenota@zurzoloteatrolive.it

QUARTIERI JAZZ ENSEMBLE IN CONCERTO A PALAZZO VENEZIA

Sabato 15 dicembre alle 21:30 nel cuore del centro storico di Napoli, a Palazzo Venezia, ospiteranno i Quartieri Jazz di Mario Romano con il loro ultimo album “Le 4 giornate di Napoli“.

PALAZZO VENEZIA

 ”Arte nell’Arte” è il tema ormai ricorrente dei concerti della Band Napoletana in giro per la città, un connubio che riscuote sempre più consenso da critica e pubblico. La scelta della location stavolta ricade sulla Casina Pompeiana di Palazzo Venezia. Si tratta di un edificio storico situato a Spaccanapoli, che ha vissuto molte vicissitudini nel corso della sua vita, ed è la testimonianza di un insieme di relazioni politiche ed economiche che mettevano in risalto l’allora repubblica di Venezia con la città Napoli.

L’edificio, oggi visitabile come appartamento storico, offre anche mostre di arti minori (presepi, porcellane, pitture ecc.). Citato spesso dal filosofo Benedetto Croce, in quanto confinante con Palazzo Filomarino (dove abitava), che lo chiamava il “Napoletano Palazzo di Venezia”, l’edificio nasconde uno splendido giardino pensile. Gli stessi giardini ospitano anche una piccola cappella denominata ”Grotta della Madonnina”. La Casina Pompeiana fu aggiunta in epoca neoclassica. Leggi altro

live-tour del disco THROUGH THE SKY di Anastasio

Dopo le tappe di Perugia, Caserta, Roma e Avellino saranno gli spazi della GALLERIA BORBONICA di Napoli ad ospitare il prossimo concerto del live-tour di THROUGH THE SKY, primo album inedito del sassofonista e compositore Anastasio, giunto ai vertici delle classifiche digitali in Russia e lodato dai musicisti della scena-jazz statunitense.

VENERDI 14 DICEMBRE 2018 (ore 20.50 visita guidata della galleria borbonica | ore 21.30 concerto), la band guidata dal sassofonista proporrà dal vivo le tracce del disco pubblicato da Alfa Music, distribuito da Egea Distribution e disponibile su iTunes, Amazon Music, Spotify e sulle principali piattaforme digitali on-line (Believe Digital).

Il napoletano Enzo Anastasio – questo il suo nome completo – propone nove tracce nel suo nuovo progetto discografico: sette tracce inedite, una rilettura d’autore di For Your Love di Stevie Wonder e una bonus track del brano Stare Bene a Metà di Pino Daniele, musicista al quale Anastasio dedicò nel 2015 il suo album-tributo Che Soddisfazione.

Registrato negli USA e in Italia, THROUGH THE SKY è un ideale viaggio tra Napoli e gli Stati Uniti d’America: un disco che racconta in note le emozioni di un sassofonista, compositore e arrangiatore apprezzato da moltissimi musicisti d’oltreoceano.

Le riprese live in studio sono state effettuate a Los Angeles da Dennis Moody (Sound Engineer di fama mondiale), mentre mixing e mastering sono stati effettuati da Ettore Gatta.

venerdì 14 dicembre 2018
ore 20.50 visita guidata Galleria Borbonica + ore 21.30 concerto
GALLERIA BORBONICA | Napoli
Info e prenotazioni: 338.7468449 | jazzeggiando1mail.com

 

ANASTASIO 6et “Through the sky”
 
– Enzo Anastasio _ alto e soprano sax
– Pierpaolo Bisogno _ vibraphone & percussion
– Federico Luongo _ guitar
– Alessio Busanca _ piano & key
– Carmine De Rosa _ drums
– Cristian Capasso _ bass

THROUGH THE SKY

Produced by Enzo Anastasio for AlfaMusic Label & Publishing
Production coordination Alessandro Guardia & Fabrizio Salvatore (AlfaMusic)

Recorded from december 2017 in Los Angeles, USA by Dennis Moody at Dennis Moody Recording

 

 

#anastasio #enzoanastasio #throughthesky
 #davidgarfield #massimomoriconi #alfamusic #egeadistribution
ufficio stampa
MICHELANGELO COMUNICAZIONE
michelangelocomunicazione@gmail.com

UNA MARATONA PIANISTICA CHIUDE IL NAPOLI JAZZ WINTER 2018

Una maratona pianistica per una delle poche rassegne che ancora tengono vivo l’interesse per il jazz in Campania: è questo il senso del concerto che chiuderà l’edizione 2018 del Napoli Jazz Winter, manifestazione promossa e diretta da Michele Solipano.

Sabato 15 dicembre il Complesso Monumentale di S. Lorenzo Maggiore ospiterà “Otto pianisti in cerca d’autore”, originale performance collettiva che vedrà esibirsi, appunto, otto tra i più noti pianisti napoletani. Armanda Desidery, Bruno Persico, Giosi Cincotti, Dino Massa, Lorenzo Hengeller, Sergio Esposito, Sergio Forlani e Mimmo Napolitano si alterneranno sul palco in duo pianistici di grande intensità. Al centro delle loro esibizioni ci saranno sì le loro composizioni ma in un continuo scambio di ruoli fra interpreti ed autori: un dialogo tra personalità musicali diverse attraverso il suono magico del pianoforte. Non mancherà, poi, una nota di ironia nel sorprendente brano finale che vedrà sul palco tutti i pianisti coinvolti. Leggi altro

Sorrento Jazz Festival 2018, un’edizione tutta al femminile

Da venerdì 14 a domenica 16 dicembre prossimi, al Teatro Comunale Tasso di Sorrento in programma la 19esima edizione di Sorrento Jazz Festival. L’evento promosso ed organizzato dal Comune di Sorrento nell’ambito del programma “M’Illumino d’Inverno“.

Sorrento Jazz Festival internazionale, aderisce al Circuito brevettato Penisola Sorrentina Festival della Associazione omonima.

Particolarmente interessante il cartellone per i tre concerti.

L’evento, con inizio alle ore 19,00, è ad ingresso libero fino ad esaurimento posti, aderisce all’iniziativa “S.O.S. SosteniAMO l’Ospedale di Sorrento”. Leggi altro

« Vecchi articoli Recent Entries »