XIV Edizione del DiVinoJazzFestival dal 16 dicembre

Ecco il programma della XIV Edizione del DiVinoJazzFestival!

Concerti di: Fabrizio Bosso #DivinoChristmas Gege’ Telesforo Baba Sissoko ERIC WADDELL & THE ABUNDANT LIFE SINGERS Enzo Avitabile (Official)
Mostra fotografica “Terra Nera” di Pino Miraglia Photographer
Visite guidate e degustazioni.

Ingresso gratuito a tutti gli spettacoli.

Comune di Boscotrecase – Pagina Istituzionale e Comune di Trecase.

Direzione artistica Gigi Di Luca.

Auditorium Parco della Musica: la nuova programmazione 2018/2019

PRESENTATA OGGI LA STAGIONE 2018 – 2019 DELLA FONDAZIONE MUSICA PER ROMA
ALL’AUDITORIUM PARCO DELLA MUSICA
 UNA STAGIONE
DI GRANDI EVENTI E PER TUTTI I PUBBLICI
DA BEN HARPER AI TAKE THAT  UN ANNO CON OSPITI ITALIANI E INTERNAZIONALI: TRIBALISTAS, RAVA, BENNATO, BOLLANI, GAZZÈ, ALLEVI, BIONDI,
PIOVANI, EINAUDI, PROIETTI, BREGOVIC, MORODER, TOTO, MEHLDAU E TANTISSIMI ALTRI.

UN FESTIVAL TEMATICO AL MESE, SPETTACOLI DI DANZA E TEATRO,LEZIONI DI ARTE, ROCK, STORIA, MATEMATICA, FILOSOFIA, STORIA

 FOTO ARTISTI DELLA STAGIONE: https://we.tl/t-5kjMNem4oa

VIDEO STAGIONE:  https://www.youtube.com/watch?v=h5Tp5QKc7cA

LINK CARTELLA STAMPA E VIDEO PRESENTAZIONE STAGIONE E ANALISI PUBBLICO: https://we.tl/t-EMMg9mt0H6

Una stagione pensata per tutti i pubblici e ricca di sorprese in ogni stagione dell’anno. È quella che si è inaugurata oggi, alla presenza del Vicesindaco di Roma Luca Bergamo, del Presidente della Regione Nicola Zingaretti, del Presidente della Camera di Commercio di Roma Lorenzo Tagliavanti, del Presidente della Fondazione Musica per Roma Aurelio Regina e dell’AD Josè R. Dosal.

Per la 17ima delle stagioni dell’Auditorium Parco della Musica sono previsti oltre 500 concerti, spettacoli, appuntamenti culturali, oltre 50 lezioni e 11 tra festival e rassegne che ospiteranno i grandi protagonisti della scena musicale nazionale e internazionale, dello spettacolo e della cultura e toccheranno tutti i temi legati all’attualità: dall’economia, alla letteratura, alla storia. Ogni genere musicale sarà protagonista nel grande complesso monumentale di Renzo Piano: dal rock al pop, jazz, la grande musica d’autore, elettronica, indie rock, musica per il cinema e musica sperimentale. Un patrimonio di nomi, di eventi che vanta pochi esempi nel mondo. È la poliedricità la caratteristica principale di questa stagione che ogni mese dell’anno avrà un festival dominante: si inizia a novembre con l’Economia, si continua con il Gospel a dicembre, a gennaio il Flamenco, a febbraio la danza contemporanea, a marzo i libri, ad aprile le Scienze per dare vita poi alla grande manifestazione estiva Roma Summer Fest. Fondamentale, anche in questa stagione, il ruolo che l’Auditorium ha di grande contenitore di divulgazione culturale per la città che accanto ai grandi concerti offre una variegata possibilità di studiare e  approfondire attraverso le lezioni settori come la storia, l’arte, la matematica, la filosofia, il rock. È proprio questa trasversalità a premiare nei numeri la Fondazione Musica per Roma che per gli eventi in Auditorium da gennaio a settembre 2018 registra un incremento del 3% delle presenze (circa 312.000) con un incasso totale maggiore del 13% rispetto allo stesso periodo del 2017.

Ufficio Comunicazione Strategica Fondazione Musica per Roma
Lucia Ritrovato, Responsabile Comunicazione
l.ritrovato@musicaperroma.it Tel. +39 339 7864187
Giorgio Enea Sironi, Ufficio Stampa
Eleonora Donati, Ufficio Stampa
Maria Laura Proietti, Ufficio Stampa
ufficiostampa@musicaperroma.it Tel. +39 06 80241 228 / 255 / 583
www.auditorium.com

Recensione: La mostra “Io Dalì” al Pan di Napoli fino al 10 giugno 2018

di Clementina Abbamondi

Genio e immortalità in due parole Salvador Dalì (1904-1989) uno dei più grandi artisti del XX secolo, disegnatore, scrittore, scultore, designer, cineasta, scenografo.

Bellissima la mostra che Napoli gli dedica “Io Dalì” una grande retrospettiva presso il Palazzo delle Arti che si articola attraverso un percorso espositivo capace di svelare la complessità dell’azione creatrice alla base del personaggio di Dalì.

Nell’esposizione sono presenti anche le performance e le frequenti apparizioni nei mezzi di comunicazione: dalle copertine delle riviste, alla partecipazione a concorsi televisivi. Dalì nei video fa di se stesso un’opera d’arte.

Nel percorso espositivo si possono ammirare anche delle straordinarie fotografie di Philippe Halsman che hanno come soggetto i suoi celeberrimi baffi. Dalì si impegna affinchè il suo aspetto e il suo comportamento vengano considerati surrealisti come la sua arte. Continua a leggere