Recensione: Carmen Consoli al Teatro Lyrick di Assisi

Recensione e Foto di : Max Radicchi (https://www.massimoradicchi.it/)

“…se conosci il freddo, puoi apprezzare il calore di un gesto”.

Inizia così, con queste parole (parte del prologo iniziale) il concerto di Carmen Consoli ad Assisi.

Nel silenzio, rotto dagli applausi del pubblico appena si spengono le luci, si ode una voce che ci “trasporta” in una dimensione intima e commovente che di colpo riporta la quiete in sala.

Nella penombra, entra Carmen Consoli e di nuovo un lungo e caloroso applauso. Sono stati due anni davvero molto difficili e la gente ha voglia di tornare alla vita. Il Teatro Lyrick è strapieno, il primo grande concerto a capacità completa.

Il live è strutturato come un vero e proprio spettacolo teatrale suddiviso in tre parti, verrebbe da dire in tre atti.

“Il sogno” dove l’artista ha interpretato pezzi del suo ultimo disco, “gli anni mediamente isterici” (con la partecipazione di Marina Rei) nella quale sono stati eseguiti i brani più’ noti e in ultimo “l’amicizia” che ha testimoniato la passione della cantautrice per il suo lavoro e l’amore per il pubblico che da anni la segue.

Durante tutto il concerto, lo schermo, che faceva da sfondo, proietta immagini uniche ed inedite di Carmen da quando era una bimba fino all’età adulta.

La sua musica e la sua voce sono davvero inconfondibili.

Alterna le chitarre…chiude gli occhi, digrigna i denti con una grinta unica. Del resto quella bambina di grinta ne ha avuta.

“Voleva fare la rockstar”. Ci è riuscita.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.