Recensione: “Valentina Sings Pieranunzi” con Enrico Pieranunzi e Valentina Ranalli

Recensione di Clementina Abbamondi
Foto di SpectraFoto (http://www.spectrafoto.com)

Il 14 ottobre 2021 il Teatro sito all’interno del MAV, Museo Archeologico Virtuale di Ercolano, ha ospitato   il concerto “Valentina Sings Pieranunzi “, organizzato dall’Associazione” Live Tones” presieduta da Alberto Bruno nell’ambito della I° Edizione dell’Italia Jazz Club.  La prima Edizione del “Festival diffuso dei Jazz Club Italiani”, prevede oltre 60 eventi disseminati su gran parte del territorio nazionale che si è svolto dal giorno 8 al 15 ottobre che sarà una giornata speciale, il tutto in nome del jazz. Per questa prima Edizione è stato scelto il tema “L’Incontro”, in riferimento al fondamentale momento della nostra esistenza, a cui abbiamo dovuto rinunciare per tanto tempo a causa della pandemia. I Jazz club ritornano ad essere luoghi di fondamentale importanza per la musica jazz; rapporto costante tra il pubblico e gli artisti unendo il paese in nome della musica jazz.

L’Associazione “Live Tones” di cui è presidente Alberto Bruno, da anni è tra gli attori protagonisti degli eventi jazz nella città di Napoli. Fino a marzo 2020, quando la pandemia ha bloccato anche il mondo dello spettacolo, ha assicurato una programmazione continuativa fatta di concerti jazz in location private e pubbliche e a settembre 2021 ha ripreso il “Summer Live Tones” arrivato alla X Edizione, con il concerto di Giovanni Guidi piano solo nel cortile del Maschio Angioino, dedicato a Mario Guidi, menager di jazz internazionale scomparso nel dicembre 2019.

Il concerto di stasera “Valentina Sings Pieranunzi”, con Valentina Ranalli alla voce ed Enrico Pieranunzi al piano si riallaccia al tema dell’”Itaclub Jazz Festival” che è quello dell’”Incontro”.

In questo concerto si incontrano   le parole di Valentina Ranalli e la musica di Enrico Pieranunzi. Questo è un progetto nuovo ed inedito, nato da una tesi di laurea di Valentina Ranalli dal   titolo” Cantare Enrico Pieranunzi”. L’ incontro tra Valentina e Pieranunzi   è avvenuto, come racconta il maestro, dopo aver ricevuto dall’insegnante di canto di Valentina del Conservatorio di Santa Cecilia una e-mail nella quale veniva informato del progetto di una bravissima allieva di scrivere la tesi sulle sue composizioni. In seguito è nata una collaborazione che ha portato alla realizzazione di testi sulle musiche del maestro. Dice il maestro Pieranunzi “Valentina è riuscita a dare una veste nuova alla mia musica “illuminandola di versi di straordinaria bellezza” Il maestro    Enrico Pieranunzi compositore, pianista, arrangiatore ha registrato più di settanta CD collaborando con i più grandi nomi della jazz internazionale esibendosi oltre che nei principali paesi europei anche in America e Giappone.   L’ unico musicista Italiano ad avere suonato più volte ed aver registrato a suo nome nello storico “Village Venguard” di New York.  È stato riconosciuto nel   1989, 2003 e 2008 come migliore musicista Italiano nell’ annuale referendum “Top Jazz” della rivista Musica Jazz. Molte composizioni del maestro sono diventate degli standards suonati da musicisti di tutto il mondo: “Les Amants”, “Night Bird”, “Fellini’s Waltz”. Nel 2014 gli è stato assegnato l’Echo Jazz Award.      

                                                                                        

 La cantautrice Valentina Ranalli è laureata in canto jazz ed   ha conseguito la laurea   specialistica presso il Conservatorio di Santa Cecilia di Roma. Si avvicina alla musica in tenera età e da sempre la considera una vocazione. Dopo aver studiato canto lirico, musical, pop, gospel si innamora della musica jazz. Valentina compone musica originale accompagnandosi al pianoforte e al violoncello. Ha recentemente pubblicato un E.P. dal titolo OVERSEA.

I brani susseguitisi durante il concerto hanno rivelato il talento di Valentina Ranalli dimostrandone sia le sue doti di compositrice, sia di cantante. La sua voce incanta, comunica grandi emozioni e nel contempo diventa uno strumento col quale riesce a riprodurre i suoni con grande talento e tecnica.

Bellissimo il brano “When do you Think You” nel quale alla meravigliosa musica del maestro Pieranunzi si fondono le parole che Valentina ha scritto durante una sola notte con una leggerezza e naturalezza ascoltando la musica del Maestro.  Il brano “Winter Moon è stato invece ispirato dalla luna durante una serata invernale trascorsa a Pozzuoli, la terra alla quale Valentina è molto legata.

Stupendo è il brano “Suspention Points” composto da pochissime note che si ripetono come dei punti di sospensione. Il maestro Enrico Pieranunzi spiega al pubblico che a febbraio dello scorso anno quando lui e Valentina sono entrati in sala di incisione per registrare il nuovo CD, tutto si è fermato a causa della pandemia. Ma, anche durante questo periodo d’isolamento Enrico Pieranunzi e Valentina Ranalli hanno continuato a collaborare anche se a distanza per creare nuovi brani. “Suspention Points” è stato composto proprio in questo periodo la musica formata da poche note che si ripetono ricordano il periodo sospeso che tutti abbiamo vissuto, fatto di isolamento” che però ci ha dato l’opportunità, dice Valentina, di apprezzare ancora di più e godere a fondo dei momenti che, prima della pandemia, avevamo dato per scontati e normali come un abbraccio, una serata passata in compagnia di amici, un sorriso”.    Un altro brano che si è arricchito delle parole di Valentina è stato “Castle of solitude” inciso da Pieranunzi solo una volta in trio.

“Persona “è stato invece inciso nel ’90 a Parigi dal maestro Pieranunzi in un disco di piano solo ed è stato interamente trasformato da Valentina in una canzone napoletana ricca di ritmo e passionalità.

Durante il concerto, applauditissimo dal pubblico presente, si è percepito il bellissimo rapporto professionale che lega il pianista Enrico Pieranunzi alla giovane cantante Valentina Ranalli fatto di intensa complicità, stima, affetto e divertimento.  Il grande pregio di questo eccezionale pianista è quello di voler esplorare, di voler ricercare e rivisitare, superare i limiti che si frappongono anche tra generi diversi. 

Domani 15 ottobre giornata speciale dedicata ai   Jazz club italiani   l’Associazione “Live Tones “presenterà sempre sul palco del Teatro del MAV di Ercolano un concerto imperdibile di piano solo del talentuoso pianista Ergio Valente.                                                        

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.