MARK LANEGAN BAND: nuovo concerto sabato 30 maggio al Teatro Manzoni di Bologna. Il nuovo EP “Straight Songs of Sorrow” esce ad aprile

IL SUO ULTIMO PROGETTO “SOMEBODY’S KNOCKING”
NELLA TOP 20 DELLA BILLBOARD INDIPENDENT ALBUM

HA ANNUNCIATO IL NUOVO EP “STRAIGHT SONGS OF SORROW”
IN USCITA IL PROSSIMO APRILE

FA IL SUO RITORNO IN ITALIA CON UN IMPERDIBILE SHOW

MARK LANEGAN BAND

SABATO 30 MAGGIO @
TEATRO MANZONI – BOLOGNA


Prezzi biglietti:
PLATEA NUMERATA 1° e 2°: € 38,00 + diritti di prevendita
PLATEA NUMERATA 3°: € 35,00 + diritti di prevendita
GALLERIA NUMERATA: € 35,00 + diritti di prevendita
BALCONATA NUMERATA: € 30,00 + diritti di prevendita

Biglietti in prevendita esclusiva per gli iscritti My Live Nation
dalle ore 10.00 di venerdì 10 gennaio.

Biglietti disponibili su ticketmaster.itticketone.it e in tutti i punti vendita autorizzati
dalle ore 10.00 di lunedì 13 gennaio.

L’organizzatore declina ogni responsabilità in caso di acquisto di biglietti fuori dai circuiti di biglietteria
autorizzati non presenti nei nostri comunicati ufficiali.

Mark Lanegan, una delle voci più intense del cantautorato rock, torna in Italia.
Nato nel 1964 a Ellensbrug, Mark Lanegan è un performer dalla voce rauca e gutturale, conosciuto per essere il cantante e leader degli Screaming Trees, uno dei gruppi di punta della scena grunge.
Oltre alla collaborazione con i Queens of the Stone Age, esordisce come solista nel 1990 mostrando il suo inestimabile talento musicale anche tramite le numerose collaborazioni e ai progetti più diversi in cui si è cimentato.
“The Winding Sheet” è il titolo del suo debutto solista che ottiene un grande successo da parte della critica che lo indica come uno degli autori più promettenti degli anni 90.
“Whiskey for the Holy Ghost” è il secondo album pubblicato nel gennaio 1994, considerato uno dei capolavori della produzione solista del cantautore statunitense a cui seguono “Scraps at Midnight (1998) , “I’ll take Care Of you” (1999),  e “Field Songs” (2001).
A partire da “Here Comes That Weird Chill”, EP pubblicato nel 2003 che anticipa il sesto album “Bubble Gum” i suoi album assumono la dicitura Mark Lanegan Band, composta dagli stessi musicisti che lo accompagnano nei suoi tour mondiali.
A distanza di 8 anni da “Bubble Gum” nel novembre 2011 viene annunciato il ritorno della Mark Lanegan Band con il disco “Blues Funeral” che esce a febbraio 2012 ed è un album di straordinaria bellezza tra aggressività rock, folk blues e influenze anni 80, seguito poi da “Phantom Radio” e “Gargoyle”.
Lo scorso 18 ottobre pubblica “Somebody’s Knocking”, progetto fortemente influenzato dallo stile new wawe e dal synth-pop britannico degli anni Ottanta. L’album, che è entrato direttamente nella top 20 della Billboard Indipendent Album, è stato anticipato da diversi singoli: “Stitch It Up”, “Playing The Nero”, “Letter Never Sent” e “Night Flight To Kabul”.
A nemmeno un mese dall’uscita di “Somebody’s Knocking” Mark Lanegan annuncia su Twitter l’arrivo di un nuovo EP “Straight Songs of Sorrow” previsto per aprile 2020 e composto da un cast d’eccezione come: Greg Dulli, Jack Irons, Ed Harcourt, Shelley Brien, Dylan Carlson, Alain Johannes, Mark Duane Morton, il violinista Sietse van Gorkom, Jack Bates, Warren Ellis, Adrian Utley, oltre allo storico musicista dei Led Zeppelin John Paul Jones.
Dopo aver portato la sua inconfondibile voce al Fabrique di Milano lo scorso 27 novembre, Mark Lanegan torna in Italia al Teatro Manzoni di Bologna il 30 maggio 2020.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.