Moncalieri Jazz Festival e La Feltrinelli – Tre imperdibili appuntamenti con il pianista Emanuele Sartoris

Emanuele Sartoris

Tre Imperdibili Appuntamenti

con i Night Dreamers e con Maurizio Brunod nsemble

Night Dreamers

“Téchne”

Martedì 5 novembre 2019 – ore 20:30

Moncalieri Jazz Festival (Osteria Rabezzana – Via S. F. d’Assisi 23/c – Torino)

 

Night Dreamers

“Téchne”

Giovedì 7 novembre 2019 – ore 18:00

La Feltrinelli (Piazza C.L.N. 251 – Torino)

 

Maurizio Brunod Ensemble

“My Song Book” (progetto speciale di Maurizio Brunod)

Venerdì 8 novembre 2019 – ore 21:00

Moncalieri Jazz Festival (Famija Moncalereisa – Via Alfieri 40 – Moncalieri)

 

Un doppio appuntamento tutto torinese per Emanuele Sartoris e i Night Dreamers per la presentazione del loro album dal titolo “Téchne”, il 5 novembre al Moncalieri Jazz Festival e il 7 la presentazione presso La Feltrinelli di Piazza C.N.L.

I Night Dreamers nascono a Torino dall’incontro del pianista Emanuele Sartoris con il batterista Antonio Stizzoli e il contrabbassista Dario Scopesi. Il trio, che costituisce il primo nucleo del gruppo, partecipa nel 2017 ad alcune puntate della trasmissione “Nessun Dorma”, in onda su Rai5 e condotta da Massimo Bernardini.

Nel 2018, con l’inclusione del sassofonista Simone Garino, la formazione si allarga diventando stabilmente quartetto, e viene confermata dalla RAI come resident band di “Nessun Dorma” per le due stagioni successive.

La formazione si è cimentata in numerosi e personalissimi arrangiamenti di composizioni di celebri autori italiani ospiti del programma (tra gli altri Stefano Bollani, Angelo Branduardi e Pino Donaggio). Inoltre, il quartetto ha suonato insieme ad artisti del calibro di Enrico Rava, Tullio De Piscopo, Patrizio Fariselli ed Eugenio Finardi.

L’album: “Téchne”

“Arte”, nel senso di “perizia”, “saper fare”, “saper operare”. Nell’antica Grecia, la parola Téchne indicava un sapere attivo, legato all’azione: un concetto applicabile alla musica così come alla meccanica.

La storia recente della città di Torino, indissolubilmente legata al suo passato industriale (oltre che culla, negli stessi anni, del jazz italiano), ha fornito al gruppo l’ispirazione per la tematica centrale dell’album: l’automobile, come simbolo della frenesia della vita quotidiana, ma anche del mito del progresso, della velocità e dell’ingegno umano.

Con Téchne, i Night Dreamers vogliono raccontare, attraverso la loro musica, alcune delle più importanti storie legate al mondo dell’automobile: dall’età romantica e cavalleresca dell’automobilismo (rappresentata dai miti di Sivocci, Campari e Nuvolari), al genio dei progettisti (con l’omaggio a Vittorio Jano), e ancora al mondo operaio della fabbrica (con”Mirafiori”). Storie diverse, accomunate dal differente manifestarsi della sapienza attiva: la straordinaria abilità e resistenza dei piloti, la perizia dei disegnatori e dei progettisti, l’ardore e la manualità degli operai e dei meccanici. Tutti, a loro modo, artisti, nel senso più alto del termine.

Un estratto delle note di copertina scritte dal giornalista Massimo Bernardini:

“Mi colpisce che quasi 50 anni dopo ‘Automobili’ di Lucio Dalla, lo stesso mito, gli stessi eroi coinvolgano dei ragazzi di oggi, dei musicisti svegli, capaci, moderni. I quattro torinesi hanno raggiunto ormai una bella maturità musicale, una linea compatta, equilibrata, che allinea le loro caratteristiche per arrivare a un risultato ricco, inventivo, spesso sorprendente.”

 

————————————————————

L’8 novembre Emanuele Sartoris con l’ensemble di Maurizio Brunod per il Moncalieri Jazz Festival

 Un progetto speciale per festeggiare i 50 anni del chitarrista Maurizio Brunod, un lavoro realizzato insieme a Emanuele Sartoris e Marco Bellafiore volto alla ricerca di un suono ed un’identità quasi cameristica e psichedelica in grado di dare un’estetica diversa ai brani composti da Brunod, prossimamente è prevista la pubblicazione del loro primo disco per il quale Brunod sceglierà  personalmente altri ospiti da unire al trio stabile. Musicisti con i quali ha collaborato nella sua carriera che verranno inoltre invitati a partecipare in concerti ad hoc per creare una vera e propria “residenza artistica” sulle sue composizioni.

 


EMANUELE SARTORIS

Avviato allo studio dello strumento dall’età di 10 anni, rapidamente inizia ad interessarsi al Blues e a tutta la musica nera e successivamente alla tradizione classica e alla musica moderna.

Approda alla musica jazz frequentando seminari di improvvisazione e orchestrazione, fino al diploma sotto la guida di Dado Moroni presso il Conservatorio di Torino dove consegue anche la Laurea in Composizione ed Orchestrazione Jazz con il massimo dei voti sotto la guida di Furio Di Castri e Giampaolo Casati.

Suona in numerosi festivals tra cui Torino Jazz Festival, Open Papyrus Jazz Festival, Novara Jazz Festival, Moncalieri Jazz Festival, Narrazioni Jazz 2017, Joroinen Music Festival in Finlandia.

Unisce un’intensa attività concertistica a quella didattica, da seminari come “Piano Experience” presso la Fiera Internazionale del pianoforte di Cremona insieme al Maestro Massimiliano Gènot fino all’insegnamento presso lo stesso Conservatorio di Torino.

Ospite musicale stabile nella trasmissione “Nessun Dorma” su Rai 5, condotta da Massimo Bernardini ha modo di collaborare tra i tanti con ospiti del calibro di Eugenio Allegri, Enrico Rava, Tullio De Piscopo ed Eugenio Finardi.

 

 

www.emanuelesartoris.com

www.facebook.com/emanuele.sartoris

 

 

BlueArt Promotion

A Press Office for Quality Music

info@blueartpromotion.it

www.blueartpromotion.it

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.