Recensione: “The Quadronauts plays The Beatles” per Live Tones

di Clementina Abbamondi

Venerdì 15 marzo nella hall delle Terme di Agnano c’è stato un bellissimo concerto organizzato dai “Live Tones “.”The Quadronauts plays the Beatles “un quartetto formato da musicisti eccellenti: Gaetano Partipilo al sax alto,Jonathan Gee al piano,Giuseppe Bassi al contrabbassoe Fabio Accardi alla batteria.

Il progetto di Jonathan Gee e Gaetano Partipilo nasce da un incontro dei due musicisti che hanno organizzato vari tour in Inghilterra ed in Italia.Dice Gaetano Partipilo “ non avevo mai ascoltato i Beatles prima di conoscere Jonathan Gee e di suonare con lui in Inghilterra in un tour durante il quale ad ogni concerto Jonathan arrangiava un brano dei Beatles . Ci siamo resi conto che il pubblico apprezzava questi brani arrangiati in chiave jazz e quindi nei concerti del tour italiano abbiamo suonato solo canzoni dei Beatles eliminando gli standards.Dice Partipilo “I musicisti jazz sono un po’ maleducati ossia conoscono solo artisti come John Coltrane ,Miles Devis ecc… “ Sono molto grato a Jonathan per avermi coinvolto in questo progetto. Il quartetto è formato da Jonathan Gee al piano, nato nel ’59 a Giaffa,Tel Aviv, Israele,musicista jazz inglese.Dopo essere stato votato nel 1991 Guardian/Wire British jazz Award “ Most promissing Newcomer”ha lavorato con molti dei più importanti musicisti jazz del paese,tra cui Steve Willianson e Tim Whitehead si è esibito in tutto il mondo. Al sax alto Gaetano Partipilo dice Alberto Bruno organizzatore dell’evento “uno dei sassofonisti alti più bravi d’Europa”che anche se legato alla tradizione è proteso anche verso il nuovo.Anno ’74 attualmente docente di sassofono jazz presso il conservatorio di Foggia Gaetano Partipilo,figlio d’arte,per due volte si classifica al secondo posto come “miglior nuovo talento”nel 1999 vive l’esperienza americana incontrando alcuni tra i più significativi musicisti del panorama jazzistico contemporaneo .Tornato in italia costituisce il gruppo “Urban Society”. Pubblica diversi album con varie formazioni.Giuseppe Bassi al contrabbasso viene presentato da Alberto Bruno che dice di lui”per me Giuseppe è un fratellone ,oltre ad essere un bravissimo musicista è una persona veramente dolcissima che s’impegna tantissimo per la musica “:completa il quartetto Fabio Accardi alla batteria.

Il primo brano suonato dal quartetto è “Black bird “ scritto da Paul McCartney e ispirato all’esperienza vissuta dal musicista quando fu svegliato da un merlo che iniziò a cantare prima dell’aurora.Ancora “Michelle” che, grazie agli splendidi arrangiamenti , regala degli assoli del sax e del contrabbasso di grande effetto.Con “Cam Togheder” il ritmo diventa travolgente . E’ la volta di ” Here, There and Everywere” scritto da Paul McCarteny e definita dal musicista come la sua creazione preferita con una melodia malinconica e armoniosa perfettamente eseguita dal quartetto che rivela il talento dei singoli componenti.Una musica lenta e riflessiva arrangiata splendidamente e suonata con grande maestria.    Nell’ultimo brano” Cros universe” il pianista Jonathan Gee è riuscito a coinvolgere il pubblico che ha cantando col gruppo di musicisti. Bravissimo il batterista Fabio Accardi che con misura ed energia si è esibito in assoli di grande effetto . Giuseppe Bassi ,musicista versatile con il suo stile tipicamente acustico viene influenzato dalla delicatezza del suo animo e i suoi assoli sono sempre ineguagliabili . Gaetano Partipilo ama improvvisare col suo sax e si dimostra un vero virtuoso di questo strumento.Grandissima la performance del pianista Jonathan Gee che ha incantato il pubblico con una esibizione ricca di delicatezza e al contempo di energia e talento le sue mani spesso si incrociavano sui tasti creando dei suoni unici.

La degustazione proposta dai Live Tones per la serata è stata sponsorizzata da Poppella Antico Tarallificio e Lello Massa A’mozzarella mia parla.

Si replica il 29 marzo con un altro bellissimo concerto di Chiara Orlando 5et “Aplace of Still Ness”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.