FRANCESCO MACCIANTI : PATH

Il pianista  Francesco Maccianti, dopo anni di prestigiose collaborazioni al fianco di alcuni giganti della scena nazionale ed internazionale ( Paolo Fresu, Enrico Rava, Giovanni Tommaso,
Luca Flores, Sandro Gibellini, Flavio Boltro, Eddie Lockjaw Davis, Harry Sweets Edison, Sal Nistico, Richie Cole, Joe Chambers, Essiet Essiet, Airto Moreira, Flora Purim) si cimenta nelle vesti di leader in un progetto musicale profondamente ispirato, dove predominano un ricercato tratto lirico e melodico, intensità espressiva, ricercatezza ed una vena compositiva molto interessante. Il trio è completato da Ares Tavolazzi al contrabbasso e Roberto Gatto alla batteria, in grado di interpretare e valorizzare le intuizioni compositive e la direzione stilista del leader in una maniera impeccabile grazie non solo alle loro superbe doti individuali ma anche e soprattutto in virtù della loro collaborazione ormai storica. L’alta qualità di registrazione rende questo lavoro un apprezzato gioiellino adatto anche al palato degli audiofili.

 www.abeatrecords.com

Dopo un formazione di tipo classico si dedica alla musica jazz frequentando i corsi di Siena jazz guidati da Franco D’Andrea e successivamente fonda il Centro Attività Musicali (C.A.M., scuola ad indirizzo e di specializzazione jazzistica) dove insegna pianoforte e musica d’insieme. Inoltre si dedica ad una intensa attività concertistica che lo vede collaborare con alcuni dei più importanti musicisti italiani (Pietro Tonolo, Maurizio Giammarco, Larry Nocella, Paolo Fresu, Fabio Morgera Luca Flores, Sandro Gibellini, Riccardo Bianchi, Marco Tamburini, Roberto Rossi, Giovanni Tommaso, Flavio Boltro, Enrico Rava) e internazionali (Eddie Lockjaw Davis, Harry Sweets Edison, Sal Nistico, Richie Cole, Joe Chambers, Essiet Essiet, Airto Moreira, Flora Purim, David Schnitter, Marvin « Boogaloo» Smith, Karl Potter).

Ha fatto stabilmente parte del Quartetto di Massimo Urbani (con Enzo Pietropaoli e Giampaolo Ascolese), dell’Orchestra del C.A.M. sotto la direzione de Bruno Tommaso prima e di Enrico Rava successivamente, e con il sestetto di Fabio Morgera partecipa a Leverkusen(Germania ’82) alla International Jazz Competition.

Si dedica intensamente allo studio ed alla composizione suonando prevalentemente in trio ed in Quartetto, privilegiando repertori costituiti interamente da musiche originali.

Partecipa al programma di Radio Tre Rai “Invenzioni a due voci” insieme al critico musicale Michele Manzotti ed in piano solo realizza “Songs for Ama” (raccolta di composizioni dedicate alla Collezione d’arte contemporanea del Castello di Ama) e “The Water Theme” composizione per installazione video di Fabrizio Plessi in occasione del 290° anniversario del Caffè Florian a Venezia.

Partecipa a numerosi festival nazionali ed internazionali (Padova jazz Festival, Veneto jazz Festival, Grey cat Festival, Clusone jazz festival, Italia jazz, Leverkusener jazztage ecc…) con varie formazioni a proprio nome e con il gruppo Living Coltrane (con Stefano “Cocco” Cantini, Ares Tavolazzi e Piero Borri).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.