Recensione di “E mo?….facimm ‘o giallo…..overamente” in scena al Teatro Paradiso di Napoli

Domenica 25 febbraio, si è conclusa, con una serata di sold out, come le altre due precedenti, la rappresentazione in scena al Teatro Paradiso di Napoli della commedia “E mo?….facimm ‘o giallo…..overamente!” di Angela Cotugno e diretta dalla stessa autrice in collaborazione con l’aiuto regia Giuseppe Cotugno e l’assistente alla regia Viviana Stefanelli. La compagnia, seppur formata da attori non professionisti, è stata interamente, senza distinzioni, assolutamente all’altezza della situazione, capace di far intrattenere la platea con un testo divertente e scanzonato, non dimenticando alcuni temi importanti che hanno regalato un finale veramente sorprendente.

La storia è ambientata in un albergo di proprietà di due amici sin dall’infanzia, protagonisti della storia, Gaetano (Rosario Russo) e Peppino (Peppe Cotugno) che nessuno al mondo è mai riuscito a dividere, neppure la moglie di Gaetano , Adelina (Enza Iaccarino) gelosa del loro rapporto. Mentendole sull’improvvisa partenza dopo una delusione d’amore dello stesso Peppino, in realtà i due le avevano sempre mentito e non solo Peppino non si è mai trasferito in America ma addirittura i due amici avevano acquistato un albergo, facendolo dirigere e curare da Peppino. In tale location, si sviluppa la storia tra addette alla reception Gemma (Melania Aluzzi) e Adriana (Viviana Stefanelli) , barman Alfredo (Cristian Rendina), il parcheggiatore Enricuccio (Alessandro Esposito), e gli ospiti dell’albergo come la signora Cotugno (Titti Paesano) e la nipote Carlotta (Flavia Zenga), lo scrittore Alberto (Luca Cotugno) che non riesce a completare il suo romanzo e l’aspirante segretaria che risponde al suo annuncio di lavoro Silvia (Miriam Aluzzi). In questo turbinio di storie si intreccia anche una sorta di “indagine” che porta il Commissario (Fabio Scarpati) ad arrivare ad indagare su un “probabile” omicidio (probabile perché non si trova neppure il morto ! ) proprio tra gli ospiti e il personale dell’albergo, creando una serie di equivoci e di battute divertentissime che mettono in luce la bravura soprattutto di Cristian Rendina che interpreta benissimo il suo ruolo di “aspirante detective”. Divertente e spiritoso anche Alessandro Esposito che incarna perfettamente lo spirito del “classico parcheggiatore napoletano”.

I due amici Peppino e Gaetano, che avevano organizzato un falso annuncio di lavoro per un’importante produzione internazionale per poter conoscere delle donne, si trovano invece a fare il loro primo provino proprio alla moglie di Gaetano e la sua amica Laura (Rita Licenziato), e per aiutare Gaetano a liberarsi finalmente della moglie, scelgono proprio lei per il ruolo del film, per smascherare la sua voglia di diventare un’attrice famosa, e denunciarla agli avvocati per ottenere finalmente il divorzio e la libertà di Gaetano che potrà finalmente sposarsi con la dolce Adriana.

Rosario Russo e Pepe Cotugno insieme alla bravissima Enza Iaccarino sono strepitosi nei loro ruoli. Il testo è divertentissimo e anche grazie al talento e alla bravura di tutti gli altri attori e attrici della compagnia si ride dall’inizio alla fine.

Nel finale due colpi di scena: si scoprirà che il Commissario ha sbagliato completamente le indagini perché non c’è stato alcun omicidio, e che Gemma ritroverà, proprio grazie alle indagini del commissario, la borsa con la foto della madre e del vero padre, l’unico uomo che lei abbia mai amato in tutta la sua vita che altro non è che Peppino.

Alle risate quindi si unisce un messaggio di vita: mai giudicare le persone perché magari la verità, come nel caso di Gemma e suo padre, è tutt’altra e che i veri sentimenti come il vero amore come quello di un padre per la figlia, o la vera amicizia sono la vera essenza della vita.

Lunga vita quindi alla compagnia e un grazie alla regista Angela Cotugno, augurandole di scrivere e dirigere tante altre commedie divertenti come questa.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.