CAMJazz presenta STEFANO CARBONELLI MORPHE’

Il chitarrista e compositore Stefano Carbonelli pubblicherà il secondo album Morphé il 2 febbraio per CAM Jazz (distribuzione Goodfellas). Il giovane musicista romano è sempre alla guida del suo quartetto composto da Daniele Tittarelli al sax, Matteo Bortone al basso e Riccardo Gambatesa alla batteria.
Fin dal titolo è subito chiaro il tema del disco, l’essenza della forma. Come nel primo album i brani prendono la forma di costruzioni articolate ed imprevedibili che avvolgono l’ascoltatore per sorpenderlo ad ogni passo catturandone l’attenzione grazie alla costante tensione che innerva il disco e ad una messa fuoco nitida. L’album dimostra una decisa maturità compositiva e di esecuzione di Carbonelli, che mostra profonda consapevolezza. La scrittura contrappuntistica curata nei dettagli offre un intreccio personale tra la musica da camera e il jazz moderno. Grazie al percorso comune che lega i 4 musicisti ormai dal 2014 anche le dinamiche del gruppo sono pienamente sviluppate.
Le nove composizioni originali dell’album, tutte a firma di Carbonelli a parte Car a Vudge Joe firmata da Bortone, si dipanano tra cambi improvvisi, sovrapposizioni, metamorfosi, citazioni e dediche sotto la guida sicura del giovane leader.

www.youtube.com/watch?v=ygzpvHP7W7U&feature=youtu.be

www.stefanocarbonelli.it

www.camjazz.com

biografia

Nato a Roma nel 1991, si diploma con 10 e lode al Saint Louis College of Music (dove vince numerose borse di studio) in Chitarra Jazz nel 2011.

Partecipa a molti seminari Jazz tra cui la Special Master Class di Enrico Rava durante l’edizione estiva di Siena Jazz 2014, seguendo le master class di numerosi musicisti di fama mondiale.

Vincitore del premio Miglior Chitarrista al concorso Jimmy Woode European Jazz Award 2012.

Durante gli studi di Fisica all’università La Sapienza di Roma, trascorre un anno a Londra nel 2013 dove conosce e suona con alcuni artisti dell’avanguardia Jazz inglese.

Nel 2014 si esibisce in Zambia, Africa, in un concerto organizzato dall’Ambasciata Italiana per la XIV edizione de La Settimana della Lingua Italiana nel Mondo.

Nel 2015 si laurea con 110 e lode in Jazz al Conservatorio di Roma Santa Cecilia discutendo una tesi innovativa sull’armonia multitensiva e poliaccordale moderna dal titolo “Nessuno vide nulla: gli accordi proibiti”.

Vince il Premio Nazionale per compositori “SIAE Libera il Jazz 2015” organizzato da Azienda Speciale Palaexpo, Casa del Jazz, Associazione Nazionale di Musicisti di Jazz e Libera.

Nel 2016 pubblica il primo album “Ravens Like Desks” per Auand Records.

Suona nel Trio di Jacopo Ferrazza (con Valerio Vantaggio) il cui album ‘Rebirth’ uscito nel 2017 è stato prodotto da CAM Jazz.

Questo articolo è stato pubblicato in CD da Admin . Aggiungi il permalink ai segnalibri.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.