Jovine: la voce del vero Reggae sul palco del 1 Maggio a Napoli

 di Annamaria De Crescenzo
 Foto: SpectraFoto 

Jovine nasce artisticamente nel 1998 in collaborazione con il fratello Massimo (JRM dei 99 Posse) con il primo singolo “Cambia la storia” che farà parte poi del primo album “Contagiato” ai quali seguiranno altri sei album, sempre di grandissimo successo. Nel 2001 partecipa al tour dei 99 Posse e ai loro successivi album come voce, continuando sempre la sua personale carriera artistica con i tour che lo portano in giro per l’Italia e con la pubblicazione di album come “Ora”, “Senza Limiti” , “Il mondo è fuori” “, “Canto”, “in Viaggio”, e numerose collaborazioni e scambio tra le varie culture dell’underground italiano come ‘O Zulu, Speaker Cenzou e i Cor Veleno, Tony Esposito, Cico, Jah Sazzah, Don Skal e Itaiata de Salsa, Miase Pmk, Boom Buzz e Reddog, Ciccio Merolla.  

  • Cos’è questa giornata del 1 Maggio per te e cosa vuoi lanciare come messaggio per tutto il pubblico numerosissimo presente in piazza

Per me questa giornata è indescrivibile perché oltre a vedere, ascoltare tanti musicisti che al di là di essere musicisti sono come fratelli per me, ci sono tanti amici e addetti ai lavori che non vedevo da tanto tempo quindi per me è una grande festa. Per noi è iniziato un viaggio, ed è iniziato proprio con la canzone “Gente do Sud”, attraverso la musica di ognuno di noi e il nostro arrivo a Pontida e poi oggi al concerto del 1 maggio, che è solo l’inizio di un discorso che vogliamo ancora continuare a fare ed a raccontare.

 

  • Tu sei uno degli Artisti appartenenti al progetto “Terroni Uniti” che non ha leader ma è un progetto di tutti. Napoli ha risposto al vostro invito che è quello di un mondo senza barriere. La musica cosa e quanto può fare per questo tema?

La musica è quello che ci permette di sognare, immaginare, fare un mondo di persone che hanno gli stessi diritti e la stessa dignità. Siamo qui per questo, una sorta di supereroi ma senza particolari poteri se non quelli della propria voce e dei propri strumenti musicali e solo per chiedere agli altri di seguirci a creare un mondo diverso, con pari diritti, in questo particolarissimo momento storico che stiamo vivendo.

 

  • Terroni Uniti con la canzone “Gente do Sud” sta letteralmente spopolando anche su Youtube con il video che è cliccatissimo. Cosa accadrà? Ci sono dei progetti futuri per tale gruppo?

IO credo che anche quello che faremo come progetti solisti di ognuno di noi che facciamo parte del progetto “Terroni Uniti” sarà sempre importante e orientato agli stessi valori e obiettivi di Terroni Uniti. Per quanto mi riguarda sta uscendo un nuovo disco che appartiene anche ai Terroni Uniti perché si è creato qualcosa di magico tra noi. La competizione che esisteva fra noi è stata sconfitta e credo che da oggi in poi ci saranno altri progetti che ci vedranno collaborare più assiduamente in un discorso di abbattimento di barriere anche all’interno della stessa musica e chissà anche di creare altre occasioni simili a questa o simili all’esperienza di Pontida che ci ha insegnato tanto. Sicuramente non ci fermeremo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.