Vincenzo Costanzo in “Omaggio a Modugno” al Teatro Summarte

di Annamaria De Crescenzo

Spesso mi chiedono come faccio a correre in lungo e in largo per il mondo, arrivare a Tokio per ripartire per Los Angeles dopo pochi giorni, per rientrare in Italia e ripartire dopo poco per un’altra città Europea e così via. La mia risposta? Forse perché sono figlio del Vesuvio, sono parte di questa terra e questa terra è parte di me, è la Natura di questa terra, la forza della lava che mi dà la forza per poter andare avanti e raggiungere gli obiettivi che mi sono posto per la mia carriera e per la mia vita”.

Con queste parole, Vincenzo Costanzo, tenore giovanissimo ma con uno straordinario talento, ha esordito, nella breve intervista fattagli da Sonia Sodano sul palco del Teatro Summarte durante il concerto di venerdì 10 marzo dedicato alle canzoni di Domenico Modugno rivisitate tra lirica e jazz, con l’aiuto di altri quattro musicisti jazzisti di grandissimo livello come Elio Coppola alla batteria, Antonio Capasso al piano, Antonio Napolitano al contrabbasso, e Sandro Deidda al sax.

Il risultato di questo incontro tra la lirica e la musica jazz è stato di grande coinvolgimento. In un teatro affollatissimo, la bravura e il talento di Vincenzo Costanzo sono state dimostrate in pieno, oltre alla sua simpatia e alla sua estrema disponibilità e alle sue capacità comunicative. Giovanissimo, appena ventiseienne, ha iniziato giovanissimo a occuparsi di lirica, a soli 6 anni ascoltando la voce di un tenore di una pubblicità. Da allora la passione per il canto e la lirica non lo ha mai più abbandonato fino ad entrare nel coro delle voci bianche del Teatro San Carlo. Prosegue gli studi privatamente, parallelamente alla laurea in Ingegneria ma decide di dedicarsi completamento al canto vincendo nel 2014 l’Oscar della Lirica a Doha in Qatar e del concorso Voci Verdiane di Busseto.

Con il debutto nel 2012 nel Macbeth di Verdi, inizia la sua carriera che lo vede protagonista di ruoli importanti come Rodolfo nella Luisa Miller, o di Alfredo ne La Traviata diretta da Daniel Oren in Cina, poi al Teatro alla Scala di Milano, nel ruolo di Pinkerton nella Madama Butterfly al Maggio Musicale Fiorentino, alla Fenice di Venezia e al San Carlo di Napoli, oltre che a San Francisco. Con l’Opera gira il mondo riscuotendo dappertutto un successo straordinario.

Al Summarte si presenta in un repertorio diverso ma sempre con le sue doti di cantante lirico di grandissima esperienza. Si tratta del debutto di un progetto nuovo, su arrangiamenti jazzistici dello stesso Elio Coppola e Antonio Capasso. Il lavoro raggiunto è splendido.

Il concerto inizia con “Vecchio frac” in versione bolero seguita da “Libero” in versione calipso di grande effetto. Sul palco insieme a Vincenzo Costanzo sale Rosanna Cimmino, mezzosoprano, per accompagnarlo in due brani “Resta cu mme” e “Meraviglioso” dove le voci si armonizzano alla perfezione.  La briosa “Voglio vivere così” conclude la prima parte del concerto che continua poi con una serie di brani, eseguiti dalla meravigliosa voce di Costanzo e dalla bravura eccezionale dei musicisti presenti con lui sul palco del Summarte dei brani importantissimi della lunga carriera musicale di Domenico Modugno. Ogni brano, eseguito alla perfezione, riscuote dei lunghissimi applausi da parte del pubblico. Si passa quindi da brani come “Tu si na cosa grande “interpretata solo da Rosanna Cimmino, a “Dio come ti amo” in un’emozionante versione tanguera, al ritmo del samba di “Piove”. Il concerto si conclude con “Volare” applauditissima. Ma la vera sorpresa della serata, oltre ad una targa offerta dal Teatro Summarte e consegnata sul palco all’Artista direttamente dall’imprenditore Salvatore Panico, proprietario del Teatro Summarte, è stato il brano “Nessun dorma” con il quale il tenore ha voluto salutare il pubblico, dando testimonianza del suo indiscutibile Talento da voce lirica di altissimo livello.

Photogallery “omaggio a Modugno “

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.