Tag Archives: Meeting del Mare

Meeting del Mare, la XXVI edizione con Nu Genea, Tananai, Willie Peyote, Studio Murena e 37 band e artisti emergenti. Dal 21 al 23 luglio sulla spiaggia di Baia di Lentiscelle a Marina di Camerota

MEETING DEL MARE 2022 -CONFINE

21 | 23 luglio – Marina di Camerota (SA)


3 giornate di musica, installazioni d’arte, incontri

e contaminazioni culturali nel cuore del Cilento.

Sulla spiaggia Baia di Lentiscelle attesi i concerti di

NU GENEA, TANANAI, WILLIE PEYOTE

Oltre ai live di 37 artisti emergenti e nuove proposte

Il Meeting del Mare, con la sua storia ultraventennale e un bagaglio immenso di pensieri, messaggi culturali, dialoghi di grande attualità e tanta, tantissima musica, è entrato di diritto nel novero delle più attese realtà del Sud Italia.

La XXVI edizione del festival ideato e diretto da don Gianni Citro, dal titolo profetico “CONFINE”, si terrà dal 21 al 23 luglio 2022 a Marina di Camerota: per la seconda volta nella sua storia avrà luogo nella affascinante venue di Baia di Lentiscelle. Dopo due anni di pandemia – e la scelta obbligata di trasferire il main stage sulla terrazza di sopraflutto durante le scorse edizioni – il grande palco del Meeting del Mare torna in spazi più ampi, riappropriandosi di uno dei luoghi più incantevoli del territorio cilentano.

Col mare alle spalle e una grande voglia di rinascita nel cuore, la prima serata del Meeting del Mare 2022, rigorosamente ad entrata libera, vedrà come headliner uno dei progetti musicali più sorprendenti e originali d’Europa, i NU GENEA, in formazione completa e con un live esplosivo. A quattro anni dal loro esordio con l’acclamato album “Nuova Napoli”, i musicisti e dj Massimo Di Lena e Lucio Aquilina si esibiranno in esclusiva al Meeting del Mare nella loro unica tappa in Campania per presentare live il nuovo lavoro, “Bar Mediterraneo”, pubblicato lo scorso 13 maggio.  Ad aprire il famoso duo napoletano ma di base a Berlino ci saranno gli STUDIO MURENA, band composta da 6 musicisti che fondono in un prodotto di alta qualità le sonorità jazz – contaminate da influenze funk, fusion, rock ad un conscious rap dalle rime a tratti taglienti e sempre d’impatto.

Continua a leggere