Author Archives: Admin

Per cantautrici: on line il bando del 15° Premio Bianca d’Aponte

ON LINE IL BANDO DEL 15° PREMIO D’APONTE, IL CONTEST ITALIANO PER CANTAUTRICI

IL 16 FEBBRAIO BUNGARO IN CONCERTO AD AVERSA PER IL COMPLEANNO DI BIANCA D’APONTE

Sono aperte le iscrizioni al 15a  Premio Bianca d’Aponte, l’unico concorso in Italia riservato a cantautrici e ormai considerato come uno dei palchi più prestigiosi in Italia per la canzone di qualità.

Le finali, con la direzione artistica di Ferruccio Spinetti, sono in programma il 25 e 26 ottobre ad Aversa, ma l’associazione Bianca d’Aponte, organizzatrice del Premio, durante l’anno come sempre allestisce vari altri appuntamenti. Il prossimo, previsto per il 16 febbraio, sarà di particolare importanza, perché realizzato in occasione del compleanno di Bianca d’Aponte, la cantautrice scomparsa prematuramente nel 2003. Leggi altro

Omaggio a Jo Nesbø: MARCO CAPPELLI in concerto a NAPOLI

Marco Cappelli in concerto a Napoli
Omaggio all’universo noir di Jo Nesbø
“The Nesbø Project”
con Andrea Renzi, voce recitante
 
Giovedì 14 febbraio, ore 20.30
Teatro Sannazaro

Giovedì 14 febbraio 2019, ore 20.30, al Teatro Sannazaro di Napoli, concerto omaggio a Jo Nesbo del quintetto newyorkese The Nesbø Project di Marco Cappelli, per presentare l’album “Norwegian Landscapes”, ultimo di una trilogia dedicata al noir.

Dopo il concerto di presentazione del 7 febbraio a New York, l’ensemble formato da Marco Cappelli (chitarra), Ken Filiano (contrabbasso), Satoshi Takeishi (percussioni), i guests Shoko Nagai (bandoneon e live elettronics) e Oscar Noriega (clarinetti), e Andrea Renzi come voce recitante, presenta a Napoli il nuovo album “Norwegian landscapes”, liberamente ispirato all’universo noir di Jo Nesbø.

Con “Norwegian Landscapes”, Marco Cappelli sceglie i racconti oscuri e inquietanti di Jo Nesbø per concludere la sua trilogia dedicata al noir, dopo Les Nuages en France (2011) dedicato a Fred Vargas e Le stagioni del Commissario Ricciardi (2013), ispirato a Maurizio De Giovanni. Per l’occasione, il chitarrista amplia il suo trio coinvolgendo il clarinettista Oscar Noriega e la polistrumentista esperta di live elettronics, Shoko Nagai. Il nome dato a questo nuovo quintetto è The Nesbø Project e la forma scelta per dar musica alle fredde narrazioni del norvegese è la suite strumentale. “Norwegian Landscapes”, infatti, è una suite formata da sette brani composti intervallati da altrettanti interludi improvvisati. L’album, nella versione edita dall’etichetta Da Vinci, si avvale anche della partecipazione di DJ Olive, noto per le sue collaborazioni con Uri Caine o Dave Douglas. Leggi altro

Britti Gazzè Katchè – In Missione per Conto di Dio a Umbria Jazz

Alex Britti e Max Gazzè
In missione per conto di Dio
 
Special guest : Manu Katché
 
12 luglio 2019 – UmbriaJazz – Arena Santa Giuliana Perugia
biglietti disponibili su ticketone.it 
 
In missione per conto di Dio vedrà di nuovo sullo stesso palco Alex Britti e Max Gazzè, già nel 2017 insieme per due concerti unici alla Cavea dell’Auditorium Parco della Musica di Roma. L’evento era nato come un tributo alle loro radici comuni che affondano nel blues; negli anni Novanta Alex e Max si erano ritrovati a suonare insieme nei fumosi locali blues di tutta Europa.
A due anni da quell’unico concerto, al già eccezionale duo si aggiunge un altro straordinario musicista: il batterista francese Manu Katché che nel suo curriculum vanta lunghe collaborazioni con Peter Gabriel, Sting, Pink Floyd, Joe Satriani, Dire Straits e tra gli italiani Pino Daniele e Stefano Bollani.
Il concerto vedrà Gazzè, Britti e Katché insieme in una formazione  fuori dal comune. Britti, autore di canzoni tra le più amate dal pubblico italiano e chitarrista fenomenale; Max Gazzè, bassista raffinato, artista estremamente eclettico che riesce a trasformare in successo ogni suo progetto e Manu Katché, batterista di fama mondiale, i tre insieme per un nuovo evento imperdibile.


 

Erica Gasaro
Press Office and Communication

 

Ascoltare jazz e parlare di musica” alla Casa della Cultura di Milano

Prenderà il via lunedì 11 febbraio, alla Casa della Cultura, in via Borgogna 3, a Milano, il ciclo di incontri intitolato “Ascoltare jazz e parlare di musica” organizzato da MIDJ Lombardia (Musicisti Italiani di Jazz).
 
Il primo appuntamento è con il pianista e compositore Enrico Intra, che discuterà del rapporto tra il jazz e Milano con Claudio Sessa, scrittore, giornalista e critico musicale del Corriere della Sera.

 
All’incontro sarà presente l’assessore alla Cultura del Comune di Milano Filippo Del Corno.
 
 
 
Andrea Conta
Ufficio stampa MIDJ Lombardia
Cell 3471655323
E-mail: andrea.conta1968@libero.it

 

Danilo Rea e Ramin Bahrami in “Bach in the air”

di Annamaria De Crescenzo
Foto: SpectraFoto

Danilo Rea e Ramin Bahrami ©SpectraFoto

Ramin Bahrami e Danilo Rea, due pianoforti e quattro mani per un omaggio all’eredità musicale di Johann Sebastian Bach: sabato 9 febbraio all’Auditorium dell’Hotel de la Ville di Avellino, i due pianisti hanno tenuto un concerto spettacolare organizzato dall’Associazione Senzatempo di Avellino, diretta da Luciano Moscati, dedicato alla produzione per pianoforte meno conosciuta del compositore tedesco le cui opere occupano una posizione di assoluto rilievo nella storia della musica, sia per il loro valore intrinseco che per il ruolo storico dell’intera produzione. “Bach in the air” questo il titolo del progetto di Bahrami e Rea, è un viaggio musicale in cui la musica classica di Bahrami si sposa con le incursioni jazz del maestro Danilo Rea che grazie alla sua grande versatilità e apertura musicale si conferma uno dei più importanti pianisti jazz Italiani capace di spaziare in composizioni classiche e non solo. Leggi altro

Sanremo: foto Mahmood per asta benefica a favore di Gsd Foundation

Anche Mahmood, vincitore del 69° Festival di Sanremo, ha contribuito, insieme a tutti gli altri artisti, a rendere la chitarra di GSD Foundation un oggetto prezioso che sarà all’asta fino a giovedì 14 febbraio per sostenere la ricerca sulle malattie cardiovascolari.

E’ possibile fare la propria offerta su charitystars.com per donare a COR, la ricerca italiana sul cuore, un progetto di GSD Foundation, charity partner di Radio Italia.

Ecco il link per visualizzare e scaricare le foto di tutti gli artisti con la chitarra.

https://www.dropbox.com/sh/azadbq48gndc9li/AACA7uNxsdX5pdZ3Dj-WOCBza?dl=0

Crediti: foto di Francesco Prandoni
Ufficio stampa GSD Foundation
Elena Simoncini
+39 392 5139493

Snarky Puppy: tour in Italia a luglio + nuovo album “Immigrance” a marzo

Snarky Puppy in tour a luglio in Italia per presentare il loro nuovo album Immigrance
in uscita venerdì 15 marzo 2019 per la
GroundUP Music

11 a Grado (Go), 12 ad Avella (AV), 14 a Tortona (AL), 18 a Fordongianus (OR), 19 a Perugia

Arriva in tour in Italia a luglio la band americana Snarky Puppy per presentare il suo nuovo album Immigrance, in uscita venerdì 15 marzo 2019 per l’etichetta GroundUP Music.

A distanza di tre anni dal precedente album, tornano con un nuovo progetto da presentare in tour mondiale, esibendosi in cinque Festival italiani.

Si parte l’11 luglio a Grado (GO) in occasione dell’Udin&Jazz, il 12 luglio all’Anfiteatro romano di Avella (AV) per il Pomigliano Jazz in Campania, il 14 luglio a Tortona (AL) all’Arena Derthona, il 18 luglio al Dromos Festival di Fordongianus (OR) e, infine, il 19 luglio a Perugia per Umbria Jazz. La diversità e l’appartenenza a luoghi e culture differenti, sono i concetti a cui si ispira Immigrance, che diventano veri e propri punti di forza per diffondere una verità fondamentale: tutti possono apportare il loro contributo grazie alle proprie esperienze e al proprio bagaglio culturale. Leggi altro

Teho Teardo in concerto a Napoli il 15 febbraio

Venerdì 15 febbraio 2019 alle 21.00, Teho Teardo in concerto nella Chiesa di Santa Caterina da Siena di Napoli. Quello di Teardo è l’ultimo appuntamento della rassegna Retronuevo, percorsi di musiche sghembe VI edizione.

Less in more: dopo una lunga serie di concerti in trio, quartetto e altri organici più ampi, Teho Teardo torna a esibirsi in duo con il violoncello e la chitarra baritona. L’affinità tra i due strumenti riporta il suono alla sua dimensione minimalista ed essenziale in cui l’elettronica li collega.“C’è qualcosa di indicibile, ineffabile, nel suono, nella sua capacità di ridisegnare ciò che ci circonda, in certi casi fino ad alterare il nostro senso di percezione”, spiega il compositore. In questa dimensione si muovono i brani proposti dal vivo con la violoncellista Laura Bisceglia, brani tratti da alcune colonne sonore e album recenti come “Wilder Mann” e lavori per il teatro di Enda Walsh come “Ballyturk” ed “Arlington”.

Concerto organizzato da Wakeupandream in collaborazione con Pietà de’ Turchini Fondazione – Napoli e KU Studio.

Compositore, musicista e sound designer, Teho Teardo si è affermato in questi ultimi anni come uno dei più originali ed eclettici artisti nel panorama musicale europeo. Esploratore sonoro curioso e sempre attento agli stimoli che vengono da altre forme artistiche, si dedica all’attività concertistica e discografica pubblicando diversi album che indagano il rapporto tra musica elettronica e strumenti tradizionali. Ha realizzato colonne sonore per importanti registi come Salvatores, Sorrentino, Molaioli, Chiesa, Vicari, Incerti, Cupellini, Faenza divenendo nel giro di pochi anni un riferimento per la musica al cinema. Ha vinto il Ciak d’Oro per la migliore colonna sonora ed ha ottenuto diverse nomination al Nastro d’Argento e David di Donatello. Leggi altro

Simona de Rosa allo Spazio ZTL di Napoli

di Clementina Abbamondi

Sabato 9 febbraio ,nella sala dell’ex Cappella medievale Mauro completamente restaurata e sede dello spazio ZTL ,concepito come centro di aggregazione culturale e musicale con la direzione artistica di Marco Zurzolo , si è svolto il concerto di Simona De Rosa ,una voce incantevole. La formazione inedita che l’ha accompagnata è composta da tre talentuosi musicisti partenopei : Alessio Busanca all’organo hammond ,Luigi del Prete alla batteria e Mino Lanzieri alla chitarra. Prima che iniziasse il concerto ho avuto il piacere di parlare con Simona De Rosa delle ultime novità che riguardano sia la sua vita sia il campo artistico.

Simona mi ha raccontato che nel 2018 ha cambiato il suo punto di vista artistico e anche la sua vita privata in quanto prima si è trasferita in Vietnam e poi e partita per la Cina prima per un tour di un mese e poi scegliendo Pechino come sede definitiva avendo ricevuto la richiesta di insegnare nel conservatorio di questa citta’.

Simona è contentissima per questa scelta di vita anche perché in Cina ha avuto l’opportunità di conoscere tantissimi musicisti di tutto il mondo .Insegnare al conservatorio le sta piacendo moltissimo . “Quando insegno ,dice Simona,ricevo sempre qualcosa in cambio dagli studenti e questo rapporto mi arricchisce moltissimo”.

Simona De Rosa ,dopo una laurea in geologia,e dopo una lunga attività musicale in Italia si trasferisce in America per perfezionarsi e rincorrere la sua grande passione per il jazz nata gia a 15 anni quando il padre le faceva ascoltare i dischi di “Ella Fitzgerald” e “Sarah Vaugan”.Frequenta un master in” jazz performance”a New York presso l’Aaron Copland School of Music proprio per perfezionare la sua voce .Nel 2015 Simona presenta un progetto discografico intitolato” Waves” contenente nove standards jazz riarrangiati con la band formata da Daniele Scannapieco al sax,Michele Di Martino al piano,Tommaso Scannapieco al contrabbasso e Luigi del Prete alla batteria.Grazie al suo talento viene scelta da Randall Keith Horton,l’ultimo pianista di Duke Ellington,come cantante solista del Duke Ellington Sacred Concerts.

Nell’album “MyTravel” Simona descrive Napoli attraverso 9 brani del repertorio classico napoletano .Un album ricco di arrangiamenti fra il jazz e le sonorità mediterranee.Simona sta lavorando ad un nuovo disco che uscirà a breve proprio con la formazione  con la quale ha suonato allo ZTL. Leggi altro

FABRIZIO BOSSO CON ELIO COPPOLA BAND al Teatro Summarte (Somma Vesuviana) – 22 FEBBRAIO 2019

Come tutte le serate di questa rassegna, giunta ormai alla V edizione della rassegna di Jazz & Baccalà continua la formula al tavolo con assaggi di primi e secondi tutti a base di Baccalà. Il pubblico presente,  affezionati e nuovi, hanno apprezzato molto e continuano ad accompagnarci con gli spettacoli che fanno parte di questa rassegna di Jazz.

Fabrizio Bosso

Inizia a suonare la Tromba all’età di 5 anni e a 15 si diploma al Conservatorio Giuseppe Verdi di Torino. Nel 2000 pubblica “Fast Flight”, Il primo disco a suo nome. nel 2002 esce il primo Disco Degli High Five intitolato “Jazz For More”, al quale seguirà “Jazz Desire” nel 2004, per La prestigiosa Blue Note “Five For Fun”. Nel 2008 e “Split Kick” per Blue Note Japan nel 2010. Fin dall’inizio della sua carriera Fabrizio può vantare collaborazioni importanti come, fra i tanti, Gianni Basso, Enrico Pieranunzi, Rosario Giuliani, Charlie Haden, Carla Bley.Con La Blue Note, pubblica nel 2007 uno dei suoi Dischi più importanti, “You’ve Changed”, in Quartetto e 13 archi magistralmente arrangiati da Paolo Silvestri, con alcuni ospiti come Stefano Di Battista, Bebo Ferra, Dianne Reeves e Sergio Cammariere, al quale deve l’ingresso nel mondo del Pop e la sua prima apparizione al Festival di Sanremo.

 Elio Coppola

classe 1985, originario di Napoli, appena trentunenne si sta facendo già prepotentemente strada nel panorama italiano ed internazionale della musica Jazz e non solo, ottimo batterista , perfeziona i suoi studi negli Stati Uniti col grande batterista Kenny Washington. Attualmente affianca alla sua attività principale, quella del musicista, il ruolo di direttore artistico del prestigioso festival della musica jazz di Capri e collabora con il Teatro Summarte nella direzione artistica di questa V rassegna Jazz & Baccalà. Leggi altro

« Vecchi articoli Recent Entries »