Recensione: Avion Travel ospiti dell’Arena Spartacus Festival

di Annamaria De Crescenzo
foto di : SpectraFoto (www.spectrafoto.com)

Dopo due mesi di intensissima programmazione dell’Arena Spartacus Festival che ha portato al pubblico campano spettacoli di grande bellezza artistica sia in campo musicale, teatrale e del cinema, con artisti di altissimo livello conquistando, settimana dopo settimana per l ‘intero periodo estivo un numero sempre maggiore di pubblico che ha seguito tutti gli eventi con interesse e partecipazione davvero strepitosa  i numerosi eventi del cartellone estivo, un doppio festeggiamento l’8 settembre che ha visto sul palco dell’Anfiteatro Campano di Santa Maria Capua Vetere uno dei gruppi più interessanti del panorama musicale italiano come gli Avion Travel che proprio in questa data hanno festeggiato i  quarant’anni di carriera.

Il tema della serata è nato proprio dall’esigenza di tornare a calcare i palchi di Italia con uno spettacolo con il quale gli Avion Travel hanno proposto i loro più grandi successi in attesa della ripresa del tour del quarantennale “Oppla’ Tour / Avion Travel 1980/2020” rimandata, proprio a causa dell’emergenza sanitaria che ha bloccato per mesi l’organizzazione degli spettacoli live, alla prossima primavera 2021.

Il gruppo nasce a Caserta nel 1980. Negli anni si sono ritagliati uno spazio importante sulla scena della canzone d’autore italiana, con una intensa attività live e numerosi dischi. Nel 2000 vincono il Festival di Sanremo con il brano Sentimento. Nel 2018 esce l’ultimo album di inediti della band, Privé, un disco fedele allo spirito di
produzione indipendente e alle atmosfere della trilogia composta da “Bellosguardo”, “Opplà”, “Finalmente Fiori” e realizzato dopo aver ricostruito lo staff operativo dei loro inizi, con Mario Tronco nel ruolo di produttore artistico e supervisore, oltre che di arrangiatore e musicista.
Gli Avion Travel si sono ricongiunti in formazione originale per quello che è stato il Retour nel 2014, poi protrattosi fino agli inizi del 2017. Nell’estate dello stesso anno dopo la scomparsa di Fausto Mesolella e un periodo di esitazioni e riflessioni, il tour è ripreso in quintetto con la new entry di Duilio Galioto alle tastiere.

Sul palco dell’Anfiteatro la splendida voce di 𝗣𝗲𝗽𝗽𝗲 𝗦𝗲𝗿𝘃𝗶𝗹𝗹𝗼, voce, e il talento di straordinari musicisti come 𝗠𝗶𝗺𝗶̀ 𝗖𝗶𝗮𝗿𝗮𝗺𝗲𝗹𝗹𝗮, batteria, 𝗣𝗲𝗽𝗽𝗲 𝗗’𝗔𝗿𝗴𝗲𝗻𝘇𝗶𝗼, sax, 𝗙𝗲𝗿𝗿𝘂𝗰𝗰𝗶𝗼 𝗦𝗽𝗶𝗻𝗲𝘁𝘁𝗶, contrabbasso, 𝗗𝘂𝗶𝗹𝗶𝗼 𝗚𝗮𝗹𝗶𝗼𝘁𝗼, piano e tastiere.

La serata è stata aperta da Alessandra Tumolillo, cantautrice e chitarrista napoletana, che vanta nel suo curriculum diverse collaborazioni artistiche con noti artisti come Ernesto Vitolo, Donato Sensini, Mimì Ciaramella, Ferruccio Spinetti (componenti degli Avion Travel). Con quest’ultimo è attualmente impegnata nella realizzazione del suo primo album di inediti, prodotto dallo stesso Spinetti.

L’arrivo sul palco dell’Anfiteatro degli Avion Travel è accolto da un pubblico numerosissimo con un’autentica ovazione e un lunghissimo applauso. Il talento del gruppo è indiscutibile, ogni brano è un’autentica chicca di eccellenza musicale. L’intensità della voce di Peppe Servillo accompagnata dalla bravura dei musicisti del gruppo è una vera e propria testimonianza che il gruppo, seppur “orfano” del talento di Fausto Mesolella scomparso prematuramente qualche anno fa, ha ancora molto da dare al pubblico in termini di emozioni e di estrema attenzione sia ai testi che agli arrangiamenti musicali.

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

 

 

 

Il concerto inizia con una bellissima interpretazione di “Canzone appassiunata”, seguita da “piccolo tormento”, “La Cena difficile” e “L’amante improvviso”.

Via via la serata diventa sempre più intensa e il pubblico ha modo di assaporare non solo la musica degli Avion travel ma anche della loro intensa complicità e intesa sul palco che conquista di brano in brano tutto il pubblico presente. Il gruppo spazia nella loro intensa produzione musicale presentando brani straordinari come “il cinghiale”, “Belle Nuvole”, Aria di Te”, “cuore grammatico”, “Storia d’amore” solo per citarne alcune della loro lunga carriera musicale.

Nel bis, richiesto a gran voce, il gruppo non si risparmia regalando emozioni a non finire con “Se Veramente Dio Esisti” “  e una strepitosa “Sentimento” con il quale gli Avion Travel salutano il pubblico che li acclama in una sincera quanto emozionante standing ovation.

Prossimo appuntamento per quanto riguarda la musica il 15 settembre con il concerto di Wena Quartet.

Ogni sera (tranne il lunedì) arrivando entro le 18 sarà possibile visitare l’Anfiteatro Campano e il Museo dei Gladiatori (biglietto d’ingresso 2,50 euro). Durante l’intera manifestazione sarà sempre aperta l’area caffetteria, pizzeria e ristorazione stabilmente curata da Amico Bio Arena Spartacus che dal 2013 è il primo ristorante biologico al mondo in un sito archeologico e che in occasione del Festival propone speciali menù tematici a prezzi ridotti.

Info e Biglietti Arena Spartacus Festival

Tel. 0823-1831093 – Cell. 392-3070500

Mail: arena.spartacus@gmail.com

FB: Arena Spartacus Festival

www.arenaspartacus.it

Circuito Archeologico dell’Antica Capua – Info e visite guidate

 Tel. 0823-1831093

Mail: anfiteatro_smcv@arte-m.net

FB:  www.facebook.com/anticacapuamuseo

Twitter: @museosmcv

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.