Recensione: “La Sindrome di Wanderlust” ” il nuovo disco dei Gatos do Mar

di Giorgio Borrelli

Il secondo lavoro discografico dei Gatos do mar è ispirato alla Sindrome di Wanderlust, ossia la Sindrome del viaggiatore.
L’album, prodotto da Antonio Fresa e dagli stessi “Gatos do mar“ con RadiciMusic Records, la distribuzione fisica e digitale a cura di Goodfellas, rispetto alla precedente esperienza del gruppo, conduce l’ascoltatore verso il luogo ideale in cui naufragare e che i gatos do mar individuano nella onirica Mashalaima.
Il lavoro è composto da dieci canzoni, che segnano il viaggio del trio fino all’approdo sull’isola ideale.

I Gatos do mar sono così composti: alla voce c’è la talentuosa Annalisa Madonna, all’arpa Gianluca Rovinello ed alle percussioni Pasquale Benincasa.
Tema duque il viaggio, il mare, l’amore per le sonorità brasiliane e la successiva contaminazione etnica rendono i gatos do mar una della formazioni più prometteti dell’attuale panorama italiano.
La prima traccia del disco è “Catania”. Brano cantato in dialetto catanese ripreso dal primo disco del trio “La Zattera”, ma con un nuovo adattamento sonoro generato dall’utilizzo dall’Hand Pan, particolare strumento a percussione di origine svizzera che restituisce un sapore onirico ma tuttavia nostalgico.

“Violeta” è ispirato a Violeta Parra, artista cilena del ‘900. La composizione, omaggio all’ultimo giorno della sua vita, trasmette in maniera disarmante il senso di disperazione e di abbandono in cui l’artista visse fino al suicidio provocato dalla tragica fine di un grande amore. Amore viscerale, l’amore che arde e spegne è raccontato anche dalla voce del sassofono di Pino Ciccarelli, sassofonista e compositore partonepeo.

La terza traccia dell’album è intitolata “La Grammatica degli istanti” che restituisce tante piccoli scatti fotografici, immagini che evocano viaggi, sapori e odori impressi nella mente di chi viaggia. Una polaroid che cristallizza l’attimo.
Segue “Souvenir”, brano dalla vocazione pop ma non per questo ridondante nella sua forma. I Gatos do mar anche qui ci raccontano il ricordo di un viaggio alla scoperta di nuovi paesi, un invito alla apertura, al confronto con ciò che non conosciamo e che può spaventare come entusiasmare.

Quinto capitolo è “‘Ncoppa ‘a funtana” con cui i Gatos do mar fotografano due piccioni innamorati che giocano con l’acqua in una fontana, dando risalto alla leggerezza dell’attimo. Anche qui l’amore è raccontato come caldeiscopica giostra che coinvolge ogni forma di vita. Il brano si articola su un tappeto blues immerso – romanticamente – in una Napoli “antica”.
“Mashalaima” è invece l’isola ideale dei musicisti naufraghi. E’ un luogo omerico in gradodi donare pace e ristoro al musicista naufrago. In questo brano troviamo la fisarmonica di Luigi Esposito, pianista fisarmonicista e compositore napoletano.

Settima traccia dell’album è la maliconica “Sodade”, saudade in portoghese che trasporta verso la successiva “Appriesso a mme” che, attraverso l’espediente della “favola”, racconta di un “terzo gatto” che trascina gli altri due verso nuove avventure.

Penultima istantanea è “Jemanjà”, volutamente ispirato alla riserva naturalistica del Parco della Gaiola a Napoli. Una sorta di preghiera alla Dea del mare affinchè guidi i passi dei marinai (musicisti) più impavidi.
Chiude l’album il brano “Ninna nanna del leone”, con cui il trio – metaforicamente- racconta il desiderio irrealizzabile di libertà di un leone, prigioniero in un circo, contrapponendola alla notte di un qualunque bambino. Una spinta forse a liberarsi dalle catene che, talvolta, avvolgono la nostra anima, un invito a lasciarsi andare, farsi trasportare dal e nel flusso della vita, come su una zattera.
Arricchire il proprio bagaglio, essere custodi di sé e dei propri desideri ed arrivare all’approdo sicuro, Mashalaima.

 

One comment

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.