Recensione: Alberto Giraldi, Francesco Galatro, Sergio di Natale e Giacinto Piracci allo Spazio ZTL

di Clementina Abbamondi

 

Sabato 23 marzo nello spazio ZTL ,luogo di musica e cultura , con la direzione artistica del maestro Marco Zurzolo ha suonato un quartetto di eccezione formato da Alberto Giraldi al piano,Francesco Galatro al basso elettrico,Sergio Di Natale alla batteria e Giacinto Piracci alla chitarra.Il quartetto ha presentato il suo nuovo lavoro un cd che contiene tutti brani originali composti dai musicisti del gruppo dal titolo “Quartetto con vista”.

Alberto Giraldi pianista,compositore e direttore del conservatorio di Frosinone per anni ha fatto radio,televisione,pubblicità,cinema sempre a partire dal suo compiuter ,è stato un antesignano della “compiuter music”.Un bel giorno ha deciso di tornare a suonare con strumenti acustici.DiceGiraldi “Quando sento un tema ,già lo sento con lo strumento che lo suionerà.Suono con chi ama provare e riprovare,con chi non si accontenta.L’interplay si forma guardandosi negli occhi e suonando insieme”. E ancora “Dopo molti anni io e Sergio Di Natale ci siamo incontrati e abbiamo deciso di suonare insieme.Sia io che lui siamo autori ,e l’intesa sul vero senso della musica,sulla profonda necessità di comunicare cercando strade altre rispetto alla commercialità è subito riaffiorata. Abbiamo in seguito coinvolto due musicisti come Giacinto Piracci e Francesco Galatro per la loro sensibilità,per la loro apertura e concezione moderna del fare musica e soprattutto del fare jazz oggi.Un jazz che raccoglie sollecitazioni diverse,sempre incline ad accogliere e contaminare. E’ nato così questo “Quartetto con vista”,vista allargata su più fronti e per me romano,l’incontro con una napoletanità moderna.

IL quartetto ha iniziato a suonare il brano “Il Fiore e l’Autunno”scritto da Alberto Giraldi ricco di influenze jazz ,bebop e anche rock. Il brano successivo sempre scritto da Giraldi “Dimmelo sottovoce “ nel quale si riscontrano influenze sudamericane seguito dal brano scritto da Francesco Galatro “Fidarsi è umano”nel quale il batterista Sergio Di Natale regala al pubblico un assolo strepitoso ed il successivo brano “Filo sottile” scritto proprio dal Di Natale . E’ poi la volta del brano “Loro di Napoli” scritto da Alberto Giraldi e dedicato ai musicisti del suo gruppo tutti partenopei ,un omaggio alla napoletanità,un brano ricco di ritmo partenopeo con nella parte finale un accenno a delle bellissime canzoni della tradizione napoletana.

Album coinvolgente ricco di grande creatività ,il pianista Alberto Giraldi garbato,raffinato,dal tocco gentile e personale ,un artista sensibile che sa comunicare con l’ascoltatore è sostenuto dall’eccellente ritmica di Francesco Galatro al basso elettrico che ha regalato al pubblico dei bellissimi e raffinati assoli ed il talentuoso Sergio Di Natale alla batteria che ha arricchito il concerto con delle performance ricche d’improvvisazioni e virtuosismi.Imprescindibile anche l’apporto del chitarrista Giacinto Piracci che ha scritto anche un brano “Tantinello” che si è esibito in performance di altissimo livello.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.