LUCA DELL’ANNA QUARTET: è uscito Human see, human do

Il compositore e pianista Luca Dell’Anna ha pubblicato il suo terzo album come leader, “Human See, Human Do”, per la UR Records.

Oltre ad essere il primo album solista registrato in quartetto (con Massimiliano Milesi al sax, Danilo Gallo al contrabbasso ed Alessandro Rossi alla batteria) dopo i precedenti due in trio, “Human See, Human Do” è la continuazione della ricerca sull’interplay strutturato, dove l’interazione fra gli elementi (stavolta quattro, con tutti gli spostamenti di equilibri e forze contrapposte che questo comporta) è concepita come una sorta di andirivieni magmatico fra la struttura e la libertà improvvisativa e compositiva.

Proprio come l’uomo cerca domare la “Mente Scimmia” dello Yoga Vasistha imponendosi punti di ordine, pronti immediatamente a fuggire dietro le proprie bizzarre logiche momentanee di imitazione, capriccio e disturbo (“Monkey See, Monkey Do”), qui il materiale tematico non è soltanto un’esposizione iniziale subordinata ad un gioco improvvisativo “a turno” fine a se stesso, ma è una chiamata all’ordine, una convenzione condivisa per rientrare nei ranghi ed organizzare insieme il caos successivo.

Dell’Anna ha quindi elaborato una struttura compositiva ed improvvisativa in modo elastico così da dare ad ognuno dei musicisti il potere di vagare disordinatamente o richiamare il gruppo all’ordine in un percorso di ricerca che, proprio come quello della Mente Scimmia, non è mai statico né definitivo.

L’album verrà presentato dal vivo il 23 ottobre a Milano, Bonaventura Music Club.

 

Tracklist:
“Sector n.4”
“From The Other Room”
“Jade (part 1)”
“Jade  (part 2)”
“Sankhara”
“Human see, Human Do”
“Inside Dennis Cleg”
“Monkey and The Brain”
www.lucadellanna.com
www.urrecords.com

 

Biografia

Nato a Ferrara, Italia, 1975,

Studia pianoforte classico e jazz a Ferrara e poi Roma con Bruno Cesselli, Andrea Beneventano, Enrico Pieranunzi, Stefano Sabatini, Stefano Bollani, prima esperienza come turnista professionista live a 19 anni, vive a Milano dal 1999.

Ha all’attivo tre album come leader numerose collaborazioni in diversi progetti come sideman, l’ultimo dei quali è “Virgo Supercluster” al fianco di Sandro Cerino alle ance e Tony Arco alla batteria. Fra le collaborazioni spiccano quelle con Adam Rapa, Jorge Pardo, Walter Calloni, Michael Mondesir, Ares Tavolazzi, Mauro Negri, Giulio Visibelli, Israel Varela, Maxx Furian, Zane Wayne Massey, Fabio Concato, Chris Bennett, Giorgio di Tullio, The Black Beat Movement, Gendrickson Mena, il progetto “Rootless” con Francesco Bigoni e Danilo Gallo, fondatori del collettivo “El Gallo Rojo”. Con Adam Rapa ha molte collaborazioni all’attivo, come l’album “Beginnings” della cantante norvegese Elisabeth Vik, con Alfredo Paixao e Israel Varela dedicato alla musica di Edvard Grieg ed alla musica popolare norvegese, con il quale partecipa al “CIMVO” 2014 a La Olleria, Valencia (Spagna). Nella sua discografia troviamo i due album da solista “Mana” e “Symbiont”, fra gli album come co-leader spicca “Tan T’Ien – the fourth door” con Francesco Cusa e Ivo Barbieri, premiato tra i primi 3 migliori album jazz dell’anno 2013 dalla rivista giapponese “The Jazz Critique Magazine”. Sempre con Francesco Cusa ha militato nel trio “The Assassins”, con i quali partecipa all’Acacia Jazz Festival 2013 ad Addis Abeba, Etiopia e viene annoverato fra i migliori album del 2015 con “The Beauty and The Grace” dalla rivista “Jazzit”. Con Adam Rapa e Elisabeth Vik nel 2012 è invitato Giappone nel musical “Evolution” alla Century Hall di Nagoya, nell’orchestra è insieme ad un cast di artisti di tutto il mondo dalle diverse discipline tra cui musicisti dello spettacolo “Blast” ed acrobati da “Le Cirque Du Soleil”, dagli Stati Uniti, Giappone, Cina. È anche co-fondatore del progetto “Zancle” con Serena Ferrara e Ivo Barbieri, progetto sulle snonorità del jazz mediterraneo con il quale si esibisce in China nei jazz festival di Ghouangzhou, Zhuhai, Shenzhen, Shunde. E’ parte del collettivo africano “Couleurs Du Monde” e del progetto “The Singer Project” del cantante e percussionista Camerunense Daniel Kollé. Sempre con Israel Varela registra nel 2013 il suo primo album in trio “Mana”, un omaggio alla sua passione per la musica sudamericana e cubana in particolare. A seguito dell’apprezzamento acquisito in Giappone da “Tan T’Ien”, il brano “Abre Los Ojos” dal suo album “Mana” è stato incluso nella compilation “Jazz Bar 2014” e “Struggle Through Lucubration” da “Tan T’Ien” è stata inclusa nella compilation “For Jazz Audio Fans Only vol.7”, entrambi selezionati dal critico giapponese Yasukuni Terashima, uno dei più apprezzati critici jazz giapponesi. Nel 2014 è invitato come ospite della conferenza internazionale “Nauji vejai” a Palanga, in Lituania, in duo con Adam Rapa per il concerto di chiusura. Nel 2015 è invitato al “Suisse Diagonales Jazz Festival” di Lugano con il suo trio con Israel Varela e Ivo Barbieri. E ‘presente nel  “Dizionario del Jazz Italiano” di Flavio Caprera (Feltrinelli, 2014). Nel 25 maggio 2015 pubblica il suo CD “Symbiont” con Danilo Gallo e Michele Salgarello, che si piazza fra i migliori album del 2015 secondo la rivista “The Jazz Critique Magazine”. È membro del Funk Trio di Walter Calloni all’organo Hammond al fianco di Luca Pasqua alla chitarra e del gruppo “Places” di Alessandro Carreri con Mauro Negri al Sax e Clarinetto, Luciano Zadro alla Chitarra e Maxx Furian alla batteria. È invitato nel 2015 al Minsk Jazz Festival, Bielorussia, con il quartetto del saxofonista Zane Wayne Massey degli USA e Vadim Mikhailov, Sergey Korotkov da San Pietroburgo. La rivista italiana “Jazzit” ha pubblicato un articoli con recensioni dei lavori “Symbiont” e “Mana”. Fra le collaborazioni recenti è invitato nel 2016 al jazz festival di Odessa al fianco di Niccolò Faraci ed Alessandro Rossi e nel 2017 in Slovacchia dai sessionmen Filip Kluknavský, Martin Lechman, Brano Valanský ed in Serbia al Kragujevac Jazz Festival 2017, Serbia con il suo nuovo quartetto con Massimiliano Milesi al sax, Danilo Gallo al Basso e Alessandro Rossi alla batteria. Nel 2017 partecipa all’UNO Jazz Festival di Sanremo accompagnando la cantante Chris Bennett, già candidata al Grammy per la colonna sonora di “Midnight Express”. Fra 2017 e 2018 è in tournée con Adam Rapa in Danimarca (insieme al Prinsens Musikkorps) ed in Andalusia, nei conservatori di Malaga, Granada, Siviglia, Cordoba.  Nel 2018 pubblica il metodo didattico “Jammin’on Contemporary Jazz Tunes” con Maxx Furian ed Alessandro Carreri.

Nel 2018 pubblica il suo terzo album come leader, “Human See, Human Do”, con Massimiliano Milesi al sax, Danilo Gallo al contrabbasso ed Alessandro Rossi alla batteria.

Gianpietro Giachery
338 3288620

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.