CARMINE IOANNA SOLI IN VIAGGIO

“Se Carmine ha bruciato tutte le tappe diventando uno dei più originali fisarmonicisti europei in questo disco da grande prova d’intelligenza progettuale e visionaria costruzione di un racconto che si fa musica e parola oltre che gesto e segno.”

 Paolo Fresu

A quattro anni dal primo album “Solo”, il fisarmonicista e compositore campano Carmine Ioanna l’8 giugno pubblica il secondo album “Soli in Viaggio” sempre per la francese Bonsai Music (distribuzione Egea).

Il titolo si può leggere sia come riferito alle persone nel percorso della propria esistenza (e il brano L’una in Venere è dedicato alla compagna di Ioanna) che ad entità solari (l’astrologia è delle grandi passioni di Ioanna, infatti molti dei brani originali hanno un riferimento spaziale nel titolo, uno su tutti il brano Laika, dedicato alla cagnolina mandata nello spazio e destinata alla morte)

L’immagine di copertina sono 3 soli che raffigurano il musicista e la sua famiglia, il sole più piccolo rappresenta il figlio nato da poco e dalla recente nascita è venuta l’idea di usare un disegno come se fosse stato realizzato da un bambino.

Il disco è registrato in quartetto con Francesco Savoretti alle percussioni, Daniele Castellano alla chitarra e Alex Gorbi al basso e vede la partecipazione come ospiti di Luca Aquino alla tromba e Rosa D’Agnese alla voce e dell’attrice Claudia D’Amico.

Musicalmente è la prima volta che l’elettronica viene applicata all’uso della fisarmonica per una sperimentazione sonora inedita  in cui lo sguardo al futuro però viene bilanciato da una affermazione delle proprie radici con la versione del brano popolare Sulillo Mio, canzone della tradizione di Montemarano, paesino dell’Irpinia, cantato dalle donne del luogo al lavoro nei campi  che invocavano la fine della faticosa giornata, scandita dal ritmo del sole, il tutto filtrato attraverso le molteplici influenze musicali che vanno dalla musica folk ed etnica, al jazz, al blues, al rock.

www.carmineioanna.com

www.bonsaimusic.fr

Biografia

Carmine Ioanna nasce ad Avellino il 20 Ottobre del 1985. Inizia a suonare all’età di 4 anni.

Ben presto, dagli otto anni in poi, comincia ad esibirsi in pubblico, sia come pianista che come fisarmonicista e ad 11 anni si iscrive al conservatorio Cimarosa di Avellino alla classe di pianoforte.

All’età di 17 anni si trasferisce a Frosinone dove viene aperta la cattedra di fisarmonica al conservatorio L. Refice e si diploma con il Maestro A. Ranieri.

Parallelamente agli studi classici ha sempre suonato la musica improvvisata in particolar modo il jazz. Ha collaborato con il conservatorio di Frosinone in diverse occasioni.

Tra i riconoscimenti più importanti la borsa di studio della “Berkley college of music” ai seminari di

Umbria Jazz e la vittoria del concorso europeo di fisarmonica jazz con 100\100.

Nel 2012 lavora ai dischi “Il Pentagramma della memoria” progetto musicale che ripercorre in chiave jazzistica la musica scritta nei campi di concentramento nazisti, che oltre a Luca Aquino vede tra gli altri, il musicista Sergio Casale al sax e al flauto, e “Per quanto vi prego” disco del “La costituente” gruppo con il quale Ioanna collabora dal 2011.

Nel 2013 ha suonato sul disco “aQustico”(Tuk Music) di Luca Aquino, uscito a luglio in Italia e a Novembre in Francia.

Nel 2014 pubblica il nuovo album SOLO per la Bonsai Music, con la collaborazione di Luca Aquino alla tromba e Francesco Bearzatti al clarinetto; contemporaneamente avvia una collaborazione con il rapper di Seoul “Loptimist”, in un progetto sperimentale che vede la fisarmonica mescolarsi con l’hip pop e che uscirà in Asia per la Kemistreet.

Sempre nello stesso anno incide con i “Lokomarket” l’album Zingaria in Olanda, edito dalla O.A.P Record, e la partecipazione a “L’ opera da tre soldi” di Brecht in 15 repliche presso il sidecar, e di cui Ioanna farà un arrangiamento per fisarmoinica solo.

Tra i progetti del 2015 ci sono “Petra” Registrato nel sito Archeologico omonimo in Giordania , con il Patrocinio Unesco, e “Anime Migranti”, uno spettacolo teatrale con l’attrice Claudia D’amico, che tratta il tema dell’emigrazione.

Del 2016 invece il progetto “ZIC Trio” con Eric Capone e Vim Zambsnrè. L’incontro con il pianista francese e il percussionista del Burkina Faso, culminerà in un disco alla fine di quest’anno e il Disco “Irpinia” inciso a Grenoble con il sassofonista Luca Roseto.

Carmine Ioanna inoltre dirige l’“accordion day”, un festival giunto alla terza edizione, che si svolge in irpinia, e che ha visto tra gli altri, ospiti Antonello Salis, Luca Aquino, Marco Colonna, Adriano Ranieri. Un evento che sancisce il legame di Ioanna alla sua terra, tanto che figlia di questo evento è la nascita di”Hirpus Accordion Orkestra” un progetto di 50 fisarmonicicsti tutti irpini.

Carmine Ioanna ad Oggi ha tenuto concerti in più di Trenta Paesi nel mondo: Stati Uniti, Canada, Costa Rica, Messico, Guatemala, Panama, San Salvador, Nicaragua, Brasile, Argentina, Uruguay, Inghilterra, Svizzera, Francia, Giordania, Israele, Belgio, Spagna, Grecia, Tunisia, Libia, Finlandia, Lettonia, Norvegia, Austria, Kazakistan,kergistan,Scozia, Irlanda, Germania, Sud Africa, Olanda, Macedonia, Serbia, Bulgaria,Polonia, Romania, Croazia, Kosovo e naturalmente Italia, dove si è esibito in importanti festival (Atina jazz, time in jazz, Roccella jonica, European jazz expo a Cagliari, Ravenna jazz, Eco jazz, la luna e i calanchi, ecc.. ecc..)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.